sabato, 15 dicembre, 2018
Android

privacy shield

Questa settimana a Brussels si sarebbe dovuta riunire l’UE, per piegarsi nuovamente alle richieste americane e far finire in mezzo noi utenti: i nostri dati potranno essere trasferiti dal suolo europeo a quello americano in un batter d’occhio.

Gli ufficiali statunitensi sono già Brussels (attendono la ripresa dei lavori dopo l’attentato) per discutere di un’importante patto transatlantico: il Privacy Shield Act metterà a disposizione 260 mdl di dollari da dare alle compagnie di “digital services” per trasferire agevolmente dati tra gli USA e la UE. Questo include multinazionali come Google, Intel, Apple con base in America, ma che operano attivamente nel vecchio continente. Come se il problema della privacy non fosse già abbastanza grave, se l’Unione Europea cederà a questo ricatto, le multinazionali potranno portare sul proprio suolo tutti i nostri dati, tutte le nostre informazioni. E lontane dall’Italia e dalla UE, avremmo perso tutti i diritti su di essi. I nostri io intrappolati per sempre in America.

giphy2 gap Tutti i nostri dati potrebbero finire in America, grazie al Privacy Shield Pact

Chi siamo agli occhi dell’FBI

In realtà, il patto è stato approvato il 2 Febbraio, ma la partita è ancora lunga: molti stati appartenenti alla UE devono ancora ratificarlo e le agenzie nazionali di privacy di ogni paese, come il nostro Garante della Privacy, lo stanno ancora verificando. Ma vogliamo veramente rischiare? L’NSA, lo scandalo dei politici spiati dagli USA, Wikileaks: tutti questi eventi hanno dimostrato l’inaffidabilità degli americani nel conservare e vagliare le informazioni (e ha fatto in modo che altri accordi con la UE sulla privacy siano falliti).

Questa settimana l’USA farà propaganda all’interno dei salotti europei, ma non è ancora detta l’ultima. Il 13 aprile sapremo su carta le opinioni di tutti gli stati membri e anche dell’Italia. Ma tu vorresti che i tuoi dati andassero a finire nella mani americane?

3629

E’ il trend del momento ed è anche il più divertente: i noiosi selfie con filtri orribili sono ormai un vecchio ricordo, ora ci sono i Face Swap, le foto e i video che ti cambiano la faccia. Se non vuoi essere sotterrato tra i post dei tuoi amici e vuoi farti vedere, usa queste app e saluta con un bel ciaone i vecchi selfie di una volta.

tumblr no3onz36xv1s7ub96o1 400 gap Face Swap, ecco le migliori app per scambiare e modificare il viso

Face Swap Live (solo iOS)

E’ la app per eccellenza del face swap ed è la sua forma più divertente. Grazie a questa applicazione potrai scambiare “le teste” delle persone riprese in video o appena fotografate, salvando il risultato sul tuo iPhone. Se siete al fianco di qualcuno, lo scambio avverrà in diretta e se invece volete scambiarvi con un personaggio famoso, basterà sceglierlo dal database della app. E tutto sarà condivisibile a portata di click. Scaricala qui.

Per Android purtroppo non è ancora disponibile. Ma se volete provare il Face Swap puro per Android potete scaricare questa la app clone Face Swap, ma niente video o foto in diretta. Tuttavia non disperate: le alternative per Android non mancano e più giù le vedrete tutte.

Snapchat (iOS + Android)

La app per eccellenza che ha lanciato questa moda e che la sfrutto meglio di tutti, portandola in un proprio social. Snapchat è un social network in cui condividere foto e video con amici o su canali pubblici e molto di più (perfino le dirette in streaming!). E’ molto famoso in America, ma siamo sicuri che anche qua presto sarà sulla bocca di tutti. O meglio, sulla faccia.

La puoi scaricare qui per iOS e qui per Android.

MSQRD (solo iOS)

Disponibile solo sui nostri fidati iPhone, è la app più usata dalle star italiane, come Willwoosh. Puoi impostare moltissime facce, da quelle con il tuo attore preferito fino ad avere gli occhi da cartone animato giapponese. Dopo esserti sparata la posa come Leonardo di Caprio davanti ad un oscar (lo sai, non succederà mai) puoi facilmente condividere il tutto su Facebook, Instagram e Twitter. Ed è totalmente gratuito. Clicca qui per scaricarla. (per Android la app è in sviluppo e vi aggiorneremo appena sarà disponibile)!

%name Face Swap, ecco le migliori app per scambiare e modificare il viso

Face2Face (iOS + Android)

Se vuoi invece dedicarti a selfie più artistici o fare in modo che le tue immagini girino il mondo dei social come arte, specie nel tuo profilo Instagram, Face2Face è l’applicazione adatta agli artisti wannabe come te. Puoi usare una foto già fatta o scattarne un’altra, selezionare il tuo viso con degli appositi marcatori e metà della tua faccia sarà di un’altra persona! imposta filtri, trasparenza, grado di cambiamento e altro velocemente e potrai condividerlo su tutti i social.

Clicca qui per scaricarla su Android e qui per iOS.

2014 09 03 21.31.07 1024x888 Face Swap, ecco le migliori app per scambiare e modificare il viso

Nota bene, queste sono le app consigliate e senza pubblicità invasiva (su Play Store gira il clone di MSQRD, non scaricarlo finché non ti aggiorniamo sull’uscita di quella vera in questo articolo), ma non è detto che non ce ne siano altre. Se ne conosci di altrettanto valide faccelo sapere nei commenti e noi aggiorneremo il post grazie a te! Nel frattempo, ti consiglio di usare il filtro Harry Potter di MSQRD. Per un selfie magico.

1219
reflex angry birds

Gli scienziati dalla Queen University ci sono riusciti e hanno creato, come in un film di fantascienza, il primo smartphone piegabile, ReFlex, pronto per essere diffuso al mondo. L’idea di uno schermo piegabile non è nuova, perfino la famosa casa LG creò uno schermo flessibile, ma un vero e proprio smartphone che si può piegare ma non si spezza è una rivoluzione e il prototipo promette grandi cambiamenti.

Per esempio, piegare il Reflex farà in modo che le pagine di un eBook girino come se fosse un libro vero. Con i giochi saranno molte le app compatibili: la fionda di Angry Birds sarà sostituita dallo smartphone che viene piegato nella direzione desiderata. E le possibilità sono infinite: vi ricordate i librettini per le immagini in movimento? Ritorneranno in una nuova veste digitale con vibrazione tattile integrata.

Ma il problema più grande degli smartphone, la loro fragilità, scomparirà per sempre grazie a ReFlex, una tecnologia che siamo sicuri verrà presto inserita nei top di gamma (già ne vediamo un po’ con lo schermo curvo). Possiamo cominciare a dire addio alla paura di rompere lo smartphone.

 

2130

Al Mobile World Congress, di cui vi avevamo già parlato qui, è arrivato finalmente l’annuncio per il Samsung Galaxy migliore di sempre, in diversi formati: il Galaxy S7 e l’S7 Edge per chi vuole avere uno sprint maggiore. Sebbene infatti questo annuncio non fa altro che consolidare la linea di cellulari, senza particolari stravolgimenti, sembra che la qualità sia il punto chiave del nuovo top-gamma coreano (insieme alle novità per la realtà virtuale).

Design

A prima vista non c’è molta differenza tra l’S6 e l’S7, segno che la casa coreana vuole rimanere sulla stessa linea di successo: le forme e i materiali sono praticamente identici, ma ora i due modelli sono finalmente distinguibili. Entrambi in metallo e vetro, per quanto riguarda Galaxy S7 abbiamo 142.4 x 69.6 x 7.9mm e 152 grammi di peso, mentre la variante Edge presenta dimensioni di 150.9 x 72.6 x 7.7mm e soli 157 grammi di peso.

Caratteristiche tecniche

  • Schermo: nel display abbiamo dei passi in avanti importanti, come un display da 5.1″ su Galaxy S7, con una densità di pixel di 577ppi, mentre su Galaxy S7 Edge abbiamo un display Dual Edge da 5.5″ e densità di pixel pari a 534ppi. Entrambi i display presentano un ottimo SuperAMOLED con risoluzione QHD (2560×1440), andandosi finalmente a collocare nella fascia alta premium.

1455929721 IMG 3221 600x335 Ecco i nuovi Samsung Galaxy S7, i migliori smartphone di sempre?

  • Batteria: finalmente potremo scordarci il samsung che si scarica a metà giornata, con una batteria da 3000 mAh su Galaxy S7, notevolmente migliorata rispetto a S6, ma che passa a ben 3600 mAh su S7 Edge. Entrambe presentano la ricarica wireless integrata.
  • Processore: L’Exynos 8890 octa core di nuova generazione che arriverà sul nostro mercato è realizzato con processo produttivo a 14nm, composto da un cluster quad core ad alta potenza con frequenza a 2.3GHz ed uno, sempre quad core, ad alta efficenza energetica con frequenza a 1.6GHz.
  • Memoria: dite addio alla versione con 128GB integrati (sarà disponibile solo la versione da 32 o 64gb) ma ritorna finalmente lo slot di espansione microSD che grazie all’adozione di un carrello ibrido per SIM e microSD potrò ospitare fino a 200GB.

1455929426 IMG 3193 600x335 Ecco i nuovi Samsung Galaxy S7, i migliori smartphone di sempre?

  • Fotocamera: Un sensore da 12 megapixel per il cavallo di battaglia Samsung, che a prima vista sembra un passo indietro, ma che nasconde grandi novità nella componentistica. La tecnologia Dual Pixel permetterà una messa a fuoco immediata con nuove lenti, pixel più grandi e una maggiore apertura focale. Anche le funzioni cambiano: la funzione Smart OIS promette un nuovo modo di stabilizzare l’immagine definitivamente, mentre Motion Panorama ci permetterà di scattare panoramiche perfino animate, senza precedenti. La fotocamera anteriore è di 5 megapixel

galaxy s7 camera kv l 223x300 Ecco i nuovi Samsung Galaxy S7, i migliori smartphone di sempre?

  • Sensori e uscite: NFC, Bluetooth 4.2 Low Energy, GPS, Glonass, sensore ANT+, e una porta microUSB 2.0. Troviamo anche il sensore per impronte digitali, il barometro, il sensore di battito cardiaco, la bussola digitale, accelerometro, giroscopio, sensore di luminosità, prossimità e LED di notifica RBG, Estremamente gradito il ritorno dell’impermeabilità che insieme ai sensori sopra descritti è ormai lo standard per gli smartphone di fascia alta.

Software

Android 6.0.1 di default, per questa nuova ammiraglia, arricchito dall’interfaccia TouchWiz tipica di Samsung. Una delle novità software è il display Always-On che permette di sfruttare al massimo il SuperAMOLED visualizzando le notifiche e le informazioni in qualsiasi momento grazie a quello che Samsung chiama Zero Touch ExperienceScorciatoie e widget sono stati rivisti per l’S7 Edge per sfruttare al meglio questo modello che è quello consigliato da Samsung, insieme al Samsung Pay che è ora di default e ci aiuterà a completare i nostri acquisti.

La vera novità di questo Samsung è il Game Launcher: grazie a questa funzione si può scegliere di risparmiare potenza e ridurre la definizione grafica per i giochi che non hanno grandi necessità e di disabilitare le notifiche del telefono e i tasti touch indietro e multitasking mentre si gioca, di scattare screenshot e girare video della partita in corso. Inoltre il gioco andrà in pausa, come se fossero delle chat di Messenger.

1455929687 IMG 3216 600x335 Ecco i nuovi Samsung Galaxy S7, i migliori smartphone di sempre?

Prezzo

Disponibili dall’ 11 marzo al presso ufficiale, il Galaxy S7 e l’S7 Edge costeranno 729 euro e 829 euro. Se preordinate prima uno degli smartphone, avrete un Gear VR in omaggio.

1024

Nel Mobile World Congress appena svoltosi a Barcellona, abbiamo visto, insieme al Samsung Galaxy S7, nuovi metodi per la realtà virtuale. Dopo la delusione per il prezzo dell’Oculus Rift, le aziende ci riprovano portando avanti la propria idea di realismo in questa nuova e splendida tecnologia.

LG 360 CAM, LG 360 VR e Rolling Bot

LG presenta, in accoppiata con il suo LG G5 nell’insieme di accessori di LG and Friends, la LG 360 Cam, LG 360 VR e il Rolling Bot.

La prima si presenta come una vera e propria rivoluzione: la nuova LG 360 Cam è una fotocamera in grado di scattare e girare video a 360°, compatibile con tutti i principali servizi come YouTube, Street View e Facebook. Potrete finalmente girare in 4K tantissimi video a 360° e foto con la stessa ampiezza. Il tutto è reso possibile dalla presenza di due fotocamere da 16 megapixel che consentono di girare immediatamente video e foto e di trasferirlo al proprio smartphone.

Dopo il Samsung Gear VR, LG presenta il suo progetto per la realtà virtuale: LG 360 VR. Rappresenta per LG l’entrata in questo mondo dominato da Facebook e Google ed è l’accessorio di punta dell’LG G5. Come il Samsung Gear VR, si collega allo smartphone e proietta immagini e video a 360° all’interno degli schermi per dare l’idea di immersione nella realtà virtuale, ma, a differenza dei competitors, non c’è bisogno di inserire lo smartphone all’interno del visore. Infatti ci sono due schermi che differenziano LG 360 VR dalla concorrenza.

Il Rolling Bot rappresenta una novità più curiosa: una telecamera a sfera controllabile dallo smartphone in grado di muoversi a 360° gradi e registrare tutto ciò che le accade intorno. Con la memoria interna da 32GB e la possibilità di funzionare anche come stereo audio, rappresenta un modo divertente per far giocare voi e anche i vostri animali, con la modalità PET inserita nel dispositivo.

Samsung Gear 360 Cam

Si tratta di un dispositivo in grado di effettuare foto a 360° grazie alla presenza di due sensori CMOS fisheye da 15 MegaPixel con lenti Bright Lens f/2.0. Le immagini scattate possono avere una risoluzione massima di 30 MegaPixel mentre i video hanno una risoluzione massima di 3840 x 1920 a 30fps e vengono salvati in formato MP4 (H.265). Ma al di là delle componenti tecniche è l’esperienza a cambiare profondamente.

Samsung Gear 360 Camera 01 900 La realtà virtuale è protagonista del Mobile World Congress 2016

Non solo abbiamo un classico slot di espansione microSD fino a 128GB (insieme a tecnologie come NFC, Wi-Fi, giroscopio e bluetooth), ma con lo schermo integrato da 0.5 pollici PMOLED e la batteria resistente ad acqua e polvere, possiamo fare foto e video a 360° in qualsiasi condizione, anche con poca stabilità grazie al treppiede posto sotto la fotocamera. E abbiamo le funzioni Time Lapse e Looping Video per video creativi e divertenti.

Come LG 360 Cam è pensata per essere collegata allo smartphone, in questo caso il nuovo Samsung Galaxy S7, le foto e i video girati con Gear 360 Cam possono essere fruiti al meglio attraverso l’utilizzo del visore Gear VR (per cui la cam è pensata) e condivisi tramite YouTube, Facebook e Google Street View.

HTC Vive Consumer Edition

HTC Vive Consumer Edition è un sistema completo per la realtà virtuale, che comprende il visore vero e proprio e altri accessori, in collaborazione con Valve, autrice della piattaforma per giochi PC Steam. Rispetto agli altri concorrenti introduce tecnologie che consentono di non perdere il contatto con la realtà, per rendere appetibile il proprio device al di là del singolo gaming.

Abbiamo all’interno il Vive Phone Services, un’innovativa caratteristica che consente ad esempio di ricevere e rispondere alle chiamate in arrivo, visualizzare messaggi, inviare veloci risposte e controllare l’agenda direttamente attraverso il casco. La fregatura? Prezzo elevato che si annuncia sopra agli 800 dollari.

1509
youtube iphone

Succede ogni volta: ascolti una bella canzone sull’iPhone o sul Galaxy con Youtube ma si blocca tutto mentre usi Facebook o parli con i tuoi amici su Whatsapp. Ma noi ti diremo come fare ad evitare che ciò accada. E che tu possa goderti la musica in santa pace.

giphy2 gap Come ascoltare la musica di Youtube MENTRE usi altre app

Il metodo iPhone

Prima di tutto, questo metodo funziona solo se usi Safari o un browser all’interno del cellulare per andare su Youtube (non usare la app ufficiale!)

  1.  Vai su Safari e poi sul sito di Youtube
  2.  Fai partire la canzone e minimizza l’applicazione
  3.  La canzone si fermerà, ma non ti preoccupare. Apri il Control Center (dove stanno la luminosità, volume ecc.) e vedrai che sta il player audio attivo
  4.  Clicca play e goditi la tua canzone senza nessun problema!
  5.  Se non ti è tutto chiaro, il video ti aiuterà:

Il metodo Android

Con Android non abbiamo Safari e Google Chrome non permette più di avere lo stesso trucchetto, ma il modo è ancora più semplice.  L’applicazione Awesome Pop Up Video è nata proprio per questo e vi semplificherà la vita: 

  1.  Scarica la app cliccando qui
  2.  Usando il browser, naviga nel video di Youtube e copia/metti negli appunti l’indirizzo web del video
  3.  Apri la app, incolla l’indirizzo nel riquadro Pop-Up e clicca il tasto play
  4.  Il video apparirà in un piccolo pop-up al centro del tuo schermo; puoi trascinarlo dove vuoi mentre usi le altre app e chiuderlo con l’icona X in alto a destra androidpit youtube videos background 2 w782 Come ascoltare la musica di Youtube MENTRE usi altre app
  5.  E così potrei sentire tutte le canzoni di Youtube anche sul tuo fidato Galaxy

2720
smartphone 2016

Ti si è appena rotto il cellulare e ti chiedi: vale la pena aspettare per il prossimo smartphone? Come ogni inizio anno, i rumor sui nuovi flagship delle case produttrici cominciano a diventare realtà e il MCW 2016 di Barcellona si avvicina sempre di più. Ma già da adesso possiamo finalmente capire cosa ci aspetta (e cosa potrai comprare) nella prima parte dell’anno. In attesa delle dovute conferme tra pochi giorni.

EDIT: Annunciato al MWC 2016 il Samsung Galaxy S7 e l’LG G5! Clicca qui per saperne di più.

Asus Zenfone 3 – Maggio 2016

asus zenfone 3 goes official Aspetta a comprare il nuovo smartphone: ecco i modelli più belli in uscita nei prossimi 6 mesi

DESIGN: Non si ancora molto (se non quello che vediamo in questa immagine), ma, per distaccarsi dal modello precedente, l’unibody metallico è praticamente assicurato, con un pannello frontale in Gorilla Glass 4 e un display da 5,5 pollici. La risoluzione dovrebbe essere la ormai standard FullHD.

HARDWARE:  Durante un intervista al CEO di Asus, c’è stata una scoperta: la presa USB sarà di tipo C , come i recenti prodotti Apple, confermando un nuovo trend del mercato. Dal punto di vista del processore, dovremmo avere dei 4GB di Ram e uno Snapdragon 820. Altro trend confermato è quello del lettore per impronte digitali, probabilmente integrato nel retro del dispositivo.

PREZZO: Intorno ai 300-400 euro.

HTC One M10 – Primi 6 mesi 2016

HTC One M10 1024x601 Aspetta a comprare il nuovo smartphone: ecco i modelli più belli in uscita nei prossimi 6 mesi

DESIGN: Il più misterioso perché in realtà, ancora non esiste. Stando ai tweet del produttore, il team di designer sta ancora lavorando su un form factory definitivo, simile all’One A9 e forse, fin troppo simile all’iPhone. HTC pensa che basti un fake iPhone per risollevarsi dal mercato?

HARDWARE: Una piccola rivoluzione in casa HTC, con un possibile cambio di nome (state attenti ad un probabile HTC O2!). Ma dal punto di vista interno, simile agli altri smartphone: Qualcomm Snapdragon 820, quad-core, 4GB di Ram. Tuttavia le eccellenze, secondo i rumor confermati, arriverebbero da altro: un display di 5,1 pollici in QHD, 32GB di memoria interna, Android 6.0.1 Marshmallow e interfaccia Sense 8.0 e una fotocamera con Ultrapixel rappresentano i veri motivi per cui comprare questo smartphone.

PREZZO: Intorno ai 300-400 euro.

LG G5 – Maggio 2016

1455116563 lg always on 600x335 Aspetta a comprare il nuovo smartphone: ecco i modelli più belli in uscita nei prossimi 6 mesi

DESIGN:  La sua presenza al MWC è assicurata e confermata da LG stessa, ma possiamo immaginare già cosa troveremo. Non più cuoio, ma unibody in metallo per LG G5, con i suoi tasti dorsali tanto amati dall’utenza (e comodissimi, aggiungerei).

HARDWARE: La qualità non è mai mancata nell’hardware della gamma LG G. Snapdragon 820 con 4GB di Ram, schermo da 5,6 pollici in QHD, 20 megapixel per fotocamera esterna e 8 megapixel per l’interna sono il minimo per questo nuovo arrivato e i rumor indicano un secondo display anteriore per le notifiche, come il cugino LG V10. E’ praticamente di ieri la conferma dello schermo AMOLED, per cui le notifiche saranno sempre visualizzabili senza che lo schermo consumi batteria. E abbiamo perfino già foto di cover, che fanno comprendere quanto LG ci tenga al lancio di questo smartphone.

PREZZO: Intorno ai 400-500 euro.

Samsung Galaxy S7  – Giugno 2016

galaxy s7  Aspetta a comprare il nuovo smartphone: ecco i modelli più belli in uscita nei prossimi 6 mesi

DESIGN: Un design che fa colabrodo, nel senso che abbiamo già i leak definitivi. Sappiamo che ci saranno ben quattro versioni:  l’S7 con design simile all’S6, ma più arrotondato, l’S7 Plus con schermo da 6 pollici, l’S7 Edge con schermo curvo e l’S7 Edge Plus, la versione più potente dell’Edge. Per quanto i modelli indichino più scelta per i consumatori, il rischio è che nessuno di questi sia sinonimo di qualità. O almeno nemmeno di innovazione, dato che dal video leak del Plus il design sembra identico.

HARDWARE: Su questo invece abbiamo poche notizie ma molti rumor che si inseguono: lo smartphone sarà forse realizzato in lega di magnesio, con il nuovo processore Samsung Exynos 8890. La fotocamera di soli 12 megapixel, che delude un po’ tutti, dovrebbe essere controbilanciata dal Force Touch, una tecnologia che permetterà al display di riconoscere l’intensità della pressione esercitata dal tocco su di esso.

PREZZO: Intorno ai 400-500 euro.

iPhone 7  – Settembre 2016

iPhone 7 concept 970 80 Aspetta a comprare il nuovo smartphone: ecco i modelli più belli in uscita nei prossimi 6 mesi

DESIGN: Due importanti novità all’orizzonte: addio all’odiosa fotocamera con protuberanza sul retro e nessun jack per le cuffie. Mentre la prima è dettata più da una scelta di design, la seconda è causata dal problema dello spazio interno. Infatti, eliminando il jack per le cuffie, Apple vorrebbe dare posto all’interno dell’Iphone per i componenti interni. Ma come facciamo con gli auricolari? I rumor suggeriscono che avremo una soluzione integrata con l’USB di tipo C o con una nuova porta Lightning. Le cuffie vendute con lo smartphone avranno questa nuova porta, ma preparatevi a salutare i vostri vecchi auricolari (o a comprare l’adattore!)

HARDWARE: Il dubbio assoluto avvolge chi segue casa di Cupertino. Chi dice 2GB di Ram, chi 3GB, chi doppia fotocamera, chi mega-fotocamera da 30 megapixel. Ancora tutto un mistero.

PREZZO: Intorno ai 600-800 euro.

Questi sono solo alcuni dei prossimi modelli in uscita. Il mio vecchio smartphone, ormai ammaccato dalle cadute, freme per le prossime novità del MWC di Barcellona. Dove potrà finalmente passare lo scettro alla prossima generazione di smartphone.

2694
coffeeshop amsterdam

Siamo sinceri: Amsterdam è una bella città, ma quando fai una vacanza lì, vuoi poter fare quello che non puoi qui in Italia. Come andare per esempio nei coffeeshop. I famosi locali dei Paese Bassi dove è possibile consumare cannabis, sono molti ad Amsterdam, se ne contano fino a 250! Ma come fare a trovare i migliori? Con il nostro smartphone, ovviamente.

amsterdam marijuana cafe Le 5 app per trovare i coffee shop in Olanda

  1. Smokeout – Coffeeshop Finder

Gratuita, è la app più scaricata dell’Olanda. Ti permette di cercare velocemente per parole chiave i coffeeshop di tutto il paese o in base alla tua posizione. Sarà molto facile con questa app girare per la città e trovare i coffeeshop adatti a te, grazie al suo sistema di recensioni condivise tra gli utenti.

  1. Amsterdam – Unity Cup

La app per i fini palati. Vuoi goderti in santa pace la tua vacanza, ma evitare coffeshop poco curati o al limite della decenza? Questa è la app che fa per te. Cataloga e propone in base ai tuoi gusti i coffeeshop più selezionati e vicini a te.

  1. Coffeeshop Map

Il Google Maps olandese della liberalizzazione. Non solo ti fa vedere dove si trovano i coffeshop, ma grazie al loro sistema, puoi vedere in anteprima i menù proposti, l’indirizzo dettagliato e le foto degli interni del locale. Per immaginarti là dentro, già rilassato.

  1. Coffeeshop Guide Amsterdam

La guida più specifica per i tuoi coffeeshop. Puoi selezionare i locali in base alla presenza o meno di wi-fi, spazi all’aperto, musica, giochi, prezzo, per avere un divertimento a tutto tondo. Consigliata se vuoi provare sempre qualcosa di diverso.

  1. Coffeeshop Finder Amsterdam

La più basilare delle app, ma anche la più veloce. Con il suo sistema di widget, puoi cliccare direttamente sulla home del tuo smartphone e cercare i coffeeshop nella tua vicinanze senza perdere tempo.

Whatsapp è diventato gratis e tutti gioiscono. Tutti contenti di inviare messaggi dal telefonino gratis fino alla fine dei tempi. Ma poi cosa succede? Arrivano le solite 400 notifiche del gruppo, in cui diventa impossibile capire il sunto del discorso. Arriva il solito crash quotidiano, che ti costringe a riavviare il cellulare. Infine, se vuoi scambiare whatsapp, devi per forza dare il numero, rischiando, nel caso la conoscenza vada male, che il tuo ricordo rimanga per sempre nella sua rubrica. Ma a me questo non capita e vi voglio far capire il perché.

how to block a contact on whatsapp android 1024x574 Whatsapp vs Telegram: chi vince?

Telegram = più veloce, più sicuro

Chiariamoci, Whatsapp è stato grandioso, ci ha permesso di evitare i costosi sms e di velocizzare la nostra comunicazione in maniera chiara e veloce. E’ stato un pioniere della comunicazione. Ma ora non basta più. Anche perché tra poco, dopo essere stato comprato da Facebook, su Whatsapp saremo invasi da banner e pubblicità. Su Telegram invece, da sempre completamente gratuito, è tutta un’altra storia.

Telegram è veloce, estremamente veloce, sia su Android che iOS. Scordatevi gli interminabili minuti di invio per un video o il giorno di attesa per riceverlo. Con Telegram è tutto immediato e sicuro. L’applicazione utilizza infatti un protocollo di sicurezza sofisticatissimo, il mTPROTO, per il quale l’azienda ha offerto 200.000 dollari a chi fosse riuscito a bucarlo. Nessuno ce l’ha fatta. Telegram è la app di messaggistica più sicura del pianeta.

download 300x150 Whatsapp vs Telegram: chi vince?

Le rivoluzioni partono da piccole applicazioni

Sono così tante le novità di Telegram che è difficile parlarne di tutte. Ma una frase vi farà capire tutto: non c’è bisogno dello smartphone. Quante volte vi è capitato di tornare a casa con il cellulare scarico e dover rinunciare a parlare con i vostri amici? L’alternativa era mettere in carica il cellulare, toglierlo appena si potesse accendere, fare una foto al computer del codice QI, rimetterlo in carica, pregare che Whatsapp Web funzioni, notare che laggava come sempre e rinunciare definitivamente. Con Telegram? Basta usare il browser, semplicemente inserendo il proprio nome utente. Non servono collegamenti strani, non servono cose complicate. Semplice, come dovrebbe essere.

Schermata da 2014 11 11 175935 1024x634 Whatsapp vs Telegram: chi vince?

Ma ci sono altre cose succose. Abbiamo le chat segrete, chat le cui notifiche non appariranno sullo schermo e per cui potete impostare un timer di autodistruzione delle foto; i supergruppi, gruppi di chat che possono arrivare fino a 1000 persone e con nessun limite di invio dati tra gli utenti; le liste broadcast, utili se avete un blog; la risposta diretta, per la quale, invece di andare a scavare nei mille mila messaggi di un gruppo, con un semplice tap puoi rispondere alla persona interessata. Le notifiche intelligenti, i bot, gli stickers, le menzioni e tutto ciò di cui abbiamo parlato sono solo piccole cose che fanno grande Telegram. Perfino il Papa la usa! E voi, perché non siete ancora passati?

RANDOM POSTS

831
Apple ha presentato in anteprima alcuni delle sue nuove 70 nuovi emoji che faranno parte della scelta disponibile su tutti gli iPhone. I nuovi...