sabato, 15 dicembre, 2018
Gadget

845
air bar touch

Oggi tutto è touch…tranne il nostro computer. Se siete stanchi di dover muovere il mouse per la più semplice gesture ma non volete spendere più di 1000 euro per ibridi come Lenovo e Acer, Air Bar fa per voi. Non dovrete prosciugare il vostro portafoglio cambiando computer, con questa sottile striscia magnetica ogni schermo diventerà un touchscreen (e molte volte, non avrete nemmeno bisogno del touch!)

Questa sottile striscia magnetica infatti, funziona emettendo un campo di luce invisibile sulla superficie dello schermo. Collegando la Air Bar al portatile via USB sarà possibile aprire e spostare le finestre, lanciare un programma, disegnare e zoomare l’immagine, spostare le finestre, ingrandirle o diminuirle semplicemente sfiorando lo schermo con le proprie dita.

La sottile striscia magnetica della Neonode viene chiamata zForce AIR proprio per questo: provando a toccare il display, il campo di luce viene interrotto e la barra è in grado di captare e decodificare i movimenti delle dita convertendoli in azioni, come in un vero touchscreen. Senza che tu abbia il bisogno di toccarlo. Il futuro delle gesture subito nelle tue mani.

Cattura15 1024x490 Lo schermo del tuo pc diventa un touchscreen, grazie ad Air Bar

Sono quattro i formati di schermo compatibili con la barra magica di Neonode: 11,6, 13,3, 14 e 15,6 pollici. Il dispositivo è plug-and-play e non richiede alcun driver aggiuntivo per funzionare su computer con sistema operativo Windows o Chrome OS perchè sfrutta le gesture native del sistema Microsoft da Windows 8 in poi. A soli 69 dollari potrete preordinarlo qui. Certo, è un costo, ma grazie a questo non dovrete mai più comprare un ibrido dal prezzo esorbitante.

729
gadget

Ci sono gadget e gadget, ma questi non li avete mai sentiti nominare. Nati dal web e venduti sul web, accontentano tutti i gusti. Tecnologia e piacere si uniscono per portare il massimo divertimento. Ed eccoci al secondo appuntamento di questa rubrica.

1 – JBL Pulse 2 Speaker, ascoltare con gli occhi

Il JBL Pulse 2 Speaker, da spento, sembra uno speaker Bluetooth normalissimo. Tasti per il controllo volume, per l’accensione e il tasto play. C’è anche un tasto per collegarlo ad altri altoparlanti JBL, ma sarò sincero: il Pulse 2 Speaker è così potente che non me ne servono altri.  Ma non è solo l’ottimo suono a renderlo particolare. La vera novità sono i 99 led che si muovono e si colorano in base all’ambiente che lo circonda. 

Con la app ufficiale e gratuita puoi decidere i movimenti e l’intensità dei led, puoi fare in modo che i led facciano visualizzare una fiamma alta o bassa, di qualsiasi colore tu voglia. Ma non è finita qui. Un’altra caratteristica fondamentale è la bellissima possibilità di usare lo stesso colore di ciò che ti circonda. Scannerizza tramite il sensore dell’altoparlante la superficie e il colore del led diventerà lo stesso. Puoi combinare ciò con il movimento impostato dalla app. Sii pronto a delle fiamme leopardate per la tua serata trash.

2 – TaoTronics Kit, per foto iPhone da professionisti

61dUalj1COL. SL1000  I gadget della settimana #2: dalla Google Cardboard al robot di Star Wars

Vi siete scocciati di fare sempre le stesse foto con il vostro smartphone, di lottare con l’inquadratura stressa o con la luce che non entra? Le lenti TaoTronics sono per voi e per i vostri desideri da futuri fotografi, per andare al di là di Instagram. Il montaggio è semplicissimo e può essere adattato per ogni smartphone e tablet, non solo per il vostro fidato iPhone: basta usare la clip sicura sulla fotocamera con la lente desiderata e il gioco è fatto.

Le lenti sono di tre tipi: fish eye, macro e super wide per delle enormi panoramiche. E non avrete mai paura che si rompano, perché sono protette dai copriobiettivi superiore ed inferiore e la custodia da viaggio ti permette di potere portare con te tutto il kit durante shooting esterni. Queste piccole ma fondamentali lenti in alluminio lucido di vetro ottico ti permetteranno di fotografare tutto il mondo in modo artistico.

3 – Sphero Drone BB-8, quando la robotica incontra la Disney

giphy7 gap I gadget della settimana #2: dalla Google Cardboard al robot di Star Wars

 

Dopo Star Wars: Il risveglio della forza mi ero rimasto in mente solo lui: BB-8, il robot della nuova trilogia, che mi ha fatto ridere più volte durante il film. Doveva essere mio. Ma volevo qualcosa di più di un giocattolo made in china plasticoso e fragile. Così ho fatto qualche ricerca e l’ho trovato, l’ho provato e ne sono rimasto entusiasta. BB-8 esiste veramente. E non è un semplice giocattolo, ma è un robot vero e proprio controllabile dallo smartphone.

BB- 8 si comanda tramite la app dedicata. Il piccolo robottino di 64 grammi può fare di tutto e lo dimostra immediatamente. Si può muovere in modalità Guida, comandandolo con il touch screen, o in Pattugliamento, in modo automatico, imparando i limiti delle stanze. Mi ascolta con i comandi vocali e mi risponde subito. Con la modalità Messaggio posso vedere i miei video come se fossero un ologramma. Con Sphero Drone BB-8 ho il mondo sci-fi di Star Wars nelle mie mani.

4 – Amazon Fire Tablet, il tablet più economico, più performante

Se cercate un tablet a poco prezzo, con ottime caratteristiche e l’idea per far giocare i vostri figli senza paura di buttare via tantissimi soldi, l’Amazon Fire Tablet fa per voi. Con un costo bassissimo (ancora più basso se sceglierete la versione senza pubblicità, che comunque difficilmente appare), avrete tutte le caratteristiche che cercate in un tablet.

Il quad core da 1,3 ghz lo rende veloce e reattivo. Lo spettacolare schermo IPS da 7″ lo rende unico nel suo genere e lo slot per microSD vi libererà della paura della memoria piena. Nonostante abbia una batteria che dura fino a 7 ore e una fotocamera ottima, la resistenza non è da meno: più resistente dell’iPad Air 2 in numerosi test. E il software? Il Fire OS, Android modificato da Amazon, vi garantisce velocità e compatibilità con tutte le maggiori app dei tablet più blasonati. Ma con un sesto della spesa.

5 – Google Cardboard, la realtà virtuale fatta di cartone

giphy 13 gap I gadget della settimana #2: dalla Google Cardboard al robot di Star Wars

Vi abbiamo già parlato della realtà virtuale, ma se non sapete aspettare Google vi regala a costo zero un gadget, o meglio le istruzioni per completarlo, per godere subito di questa piccola rivoluzione. Il concetto è semplice: usare il proprio smartphone come se fossero delle lenti. 

Hai due possibilità. Nel primo caso puoi acquistare e farti spedire un visore Google Cardboard compatibile da qui, creato o nel classico cartone o in tutti i materiali, fino al puro acciaio, con costi che variano dai  10 ai 200 euro. Ma il tutto è personalizzabile fino al midollo. Il secondo caso evoca tanto olio di gomito ma è praticamente a costo zero! Scarica il pdf delle istruzioni qui in fondo e potrai costruire da solo un Google Cardboard da usare come visore della realtà virtuale. Creato direttamente dalle tue mani.

1142
gadget

Ci sono gadget e gadget, ma questi non li avete mai sentiti nominare. Nati dal web e venduti sul web, accontentano tutti i gusti. Tecnologia e piacere si uniscono per portare il massimo divertimento.

1 – Pino, il sex toy per uomini d’affari

E’ stato definito dalla stessa azienda produttrice LELO “Il non plus ultra, creato per uomini d’affari”. Grazie alle “10 incredibili modalità di stimolazione”, “l’eccezionale design zigrinato per sensazioni strabilianti” e la ricarica usb, l’anello vibrante “creato per soddisfare i nostri Gordon Gecko (sic)” si distingue dai prodotti concorrenti anche grazie a un packaging che non passa inosservato. Insomma, se siete uomini d’affari con gusti esotici alla 50 Sfumature di Grigio, non potete farvi sfuggire il sex toy più elegante e tecnologico che esista. La chicca? Nella scatola c’è anche una clip ferma soldi.

2 – Thingmaker, la stampante 3D economica

Cambiando decisamente argomento, troviamo una vera innovazione: la prima stampante 3D economica. Mentre la tecnologia arranca, Mattel ha deciso di giocare il tutto per tutto. La casa di giocattoli si è alleato con Autodesk e ha presentato alla Toy Fair di New York ThingMaker, stampante 3D da 299 dollari che si controlla con un’app. Pensata per i bambini, la ThingMaker presenta modelli 3D pronti per braccialetti, orecchini e pupazetti, che si possono personalizzare condividere tra tutti quelli che hanno la app. E’ forse il primo passo verso la giusta direzione per questa tecnologia? Staremo a vedere. Nel frattempo io stampo braccialetti.

3 – Pagarè Smart Strap, il cinturino per gli acquisti

Ormai è sufficiente un cinturino intelligente per fare acquisti al contatto. Con Pagarè Smart Strap, un piccolo dispositivo NFC collegato al vostro iWatch o Pebble, sarà possibile fare pagamenti anche quando non si ha lo smartphone con sé. Scordatevi ritorni a casa veloci per aver scordato il portafoglio e il cellulare: avrete tutto a portata di polso, con il supporto ad Apple Pay e Android Pay. Unica fregatura? Pagarè Smart Strap è ancora in corso di finanziamento su Kickstarter,  ma ha un prezzo di partenza di 49 dollari e le spedizioni partiranno da luglio 2016.

4 – View-Master Viewer DLX, il visore VR da 40 dollari

Non bastava la stampante 3D per la Mattel, grazie alla casa di giocattoli anche la realtà virtuale diventa low cost. Alla fiera del giocattolo di New York, Mattel ha svelato View-Master Viewer DLX, la nuova versione del suo visore 3D low cost. Ricordate il giocattolo in cui si caricavano foto che sembravano tridimensionali? Esatto, questa non è altro che una sua versione evoluta. Molto evoluta. Il nuovo View-Master Viewer DLX infatti è basato su Google Cardboard e promette un’esperienza virtuale tramite i contenuti compatibili YouTube, utilizzando il display del telefono come schermo, al posto delle vecchie foto tridimensionali. L’arrivo del View-Master Viewer DLX è atteso per la metà dell’anno mentre il prezzo sarà di 40 dollari.

1455538611 Mattel View Master Viewer DLX  1024x606 I gadget della settimana #1 : dal sex toy per uomini daffari al copri volante smart

5 – Radiomize, il coprivolante smart per la tua macchina

Guidare una macchina può essere una cosa bellissima, se non fosse per quei odiosi e incomprensibili comandi al volante. Ci proviamo e riproviamo ma spesso i comandi sono più ostici delle funzioni, e spesso ci capita quando abbiamo una chiamata urgente.  Per questo su Indiegogo è partita la campagna di Radiomize, un coprivolante smart che si adatta ad ogni volante e si connette allo smartphone per darti i comandi a portata di dito. Dite addio a complicate manovre grazie a un touch pad con cui controllare la riproduzione della musica e muoverti all’interno del menù del telefono, il text to speech legge i messaggi appena arrivati e permette di rispondere usando il microfono del dispositivo. Si dovrebbe aggirare sui 49 dollari.

RANDOM POSTS

832
Apple ha presentato in anteprima alcuni delle sue nuove 70 nuovi emoji che faranno parte della scelta disponibile su tutti gli iPhone. I nuovi...