lunedì, Novembre 28, 2022
HomeScienza100 anni fa un ibrido umano-scimpanzé fu progettato da un laboratorio statunitense

100 anni fa un ibrido umano-scimpanzé fu progettato da un laboratorio statunitense

Nel 1910, il biologo sovietico Ilya Ivanovich Ivanov presentò un’idea molto controversa al Congresso mondiale degli zoologi. Ha ipotizzato la possibilità di creare un ibrido di mammifero diverso da qualsiasi cosa il mondo avesse mai visto prima. Usando lo sperma di un umano e il corpo di uno scimpanzé, avrebbe dato alla luce una nuova specie, forse l’anello mancante tra umani e scimmie.

Ha chiamato il suo progetto un ibrido uomo-scimmia, ma presto sarebbe stato coniato un termine per questo tipo di ibrido, poiché l’orribile concetto è stato ripreso dai biologi sperimentali di tutto il mondo. Lo chiamavano “humanzee”.

Le prime fasi

Quando Ivanov ha presentato la sua idea, non ha mai pensato che avrebbe ottenuto la trazione che ha avuto. Con sua sorpresa, molti degli scienziati lo hanno sostenuto e lo hanno incoraggiato a portare avanti i suoi piani. Per i successivi 10 anni, ha formulato piani e ha studiato l’inseminazione artificiale per scoprire se fosse possibile. Poi, finalmente, era pronto.

A partire dalla metà degli anni ’20, Ivanov iniziò a condurre i suoi esperimenti. In primo luogo, ha lavorato con sperma umano e scimpanzé femmine, anche se alla fine non è riuscito a creare una gravidanza sostenibile. Poi ha provato un metodo più controverso introducendo lo sperma di scimpanzé nelle femmine umane. Alla fine, gli esperimenti furono interrotti a causa della morte del suo ultimo scimpanzé.

A causa della natura controversa dei suoi esperimenti, Ivanov alla fine è stato esaminato dall’istituto veterinario in cui lavorava. Sembrava che non tutti pensassero che i suoi esperimenti fossero innovativi come lui, e nel 1930 fu arrestato ed esiliato. Due anni dopo, Ivanov morì di ictus, ma la sua strana idea sarebbe sopravvissuta.

Ilya Ivanov

Wikimedia CommonsIlya Ivanovich Ivanov

Sebbene diversi scienziati e organizzazioni abbiano tentato, non ci sono stati esemplari scientificamente verificati di un humanzee creato fino ad oggi. Tuttavia, ci sono stati alcuni tentativi.

Secondo Ji Yongxiang, il capo di un ospedale di Shengyang, in Cina, la Repubblica popolare cinese stava sperimentando l’inseminazione artificiale per creare un humanzee. Yongxiang ha affermato di aver fatto parte di un esperimento del 1967, che ha portato una femmina di scimpanzé ad essere impregnata di sperma umano.

Anche se ha affermato che l’inseminazione ha avuto successo, l’esperimento è stato interrotto a causa della Rivoluzione Culturale. Quando gli scienziati furono mandati a svolgere lavori agricoli, l’esperimento di humanzee cadde nel dimenticatoio e la scimpanzé incinta morì per negligenza.

Secondo il Chicago Tribune , Li Guong dell’ufficio di ricerca genetica dell’Accademia cinese delle scienze non solo ha confermato l’esistenza degli esperimenti, ma ha confermato che erano stati fermati dalla rivoluzione e che esistevano piani per riprenderli.

All’inizio del 2018, Gordon Gallup, uno psicologo evoluzionista, ha affermato che gli Stati Uniti hanno creato un humanzee in un laboratorio a Orange Park, in Florida . negli anni ’20. Ha affermato che il suo ex professore gli ha parlato del bambino humanzee, che è nato da una femmina di scimpanzé usando sperma umano.

Tuttavia, poco dopo gli scienziati furono presi dal panico. Il bagliore del loro successo aveva cominciato a svanire e le implicazioni etiche erano diventate troppo grandi per loro. Il bambino humanzee è stato quindi apparentemente soppresso. La relazione deve ancora essere motivata.

Il metodo per la follia di Humanzee

Oliver Humanzee

Sebbene sembri un tabù per la maggior parte del pubblico in generale, l’idea dietro l’ibridazione di un umano e uno scimpanzé non è così folle.

Gli esseri umani, dopo tutto, sono scimmie, e umani e scimpanzé condividono il 95 percento della loro sequenza di DNA e il 99 percento della sequenza di DNA codificante. Inoltre, gli esseri umani e le scimmie hanno strutture genetiche simili.

Ad esempio, sei dei cromosomi che hanno gli esseri umani (6, 13, 19, 21, 22 e X) sono strutturalmente uguali a quelli di tutte le grandi scimmie. Inoltre, i cromosomi 3, 11, 14, 15, 18 e 20 sono una corrispondenza tra gorilla, umani e scimpanzé. A un livello ancora più piccolo, i cromosomi 1, 2p, 2q, 5, 7-10, 12, 16 e Y sono una corrispondenza tra umani e scimpanzé.

In breve, molti dei nostri cromosomi sono strutturalmente simili a tutte le scimmie, ma la maggior parte di essi è molto simile agli scimpanzé. Quella scienza da sola si presta alla speculazione che un ibrido humanzee potrebbe essere possibile.

Tuttavia, solo perché possiamo, non significa che dovremmo .

La combinazione di due specie geneticamente simili ma molto diverse in ogni altro modo apre tutta una serie di dibattiti etici. Sarebbe in grado di ragionare, funzionerebbe più come una scimmia o come un umano? Sarebbe in grado di parlare? Le domande sono una cosa su cui riflettere, ma un’altra interamente da portare alla vita.

È anche importante notare che mentre può sembrare significativo che gli esseri umani condividano così tanto del loro DNA con un’altra specie, anche gli umani condividono circa il 50 percento del loro DNA con una banana .

E importante notare che nessuno ha provato a ibridarli.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial