HomeSicurezza6 cose che devi fare per evitare di essere hackerato

6 cose che devi fare per evitare di essere hackerato

Ci sono due grandi ragioni per cui le persone vengono hackerate. Difetti nel software e difetti nel comportamento umano. Anche se non c’è molto che puoi fare per codificare le vulnerabilità, puoi cambiare il tuo comportamento e le tue cattive abitudini .

Basta chiedere all’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, la cui password Twitter era ” maga2020! O Boris Johnson, che ha rivelato i dettagli delle chiamate sensibili di Zoom all’inizio della pandemia nel 2020. (Questi leader mondiali avranno ricevuto una formazione specifica sulla sicurezza anche dalle agenzie di protezione).

I rischi sono altrettanto reali per la persona media, anche se la posta in gioco non è così alta. Se i tuoi account non sono adeguatamente protetti, la tua carta di credito potrebbe essere compromessa o i tuoi messaggi privati ​​e le tue fotografie rubate e condivise in modo che tutti possano vederle. Capire se i tuoi account sono stati violati è un processo che richiede tempo e potenzialmente frustrante. È meglio prendere alcune misure per mitigare i rischi di essere hackerati in primo luogo. Ecco cosa puoi fare per proteggerti.

Usa l’autenticazione a più fattori

Probabilmente la cosa più efficace che puoi fare per proteggere i tuoi account online è attivare l’ autenticazione a più fattori o a due fattori per il maggior numero possibile di account. Il metodo utilizza un’informazione secondaria, spesso un codice generato da un’app o inviato tramite SMS, insieme a una password.

Questa informazione secondaria aiuta a dimostrare che stai davvero cercando di accedere, poiché i codici sono spesso accessibili dal telefono in tasca. Anche se hai una password facile da indovinare (ci arriveremo a breve), è improbabile che un utente malintenzionato riesca ad accedere a un account con l’autenticazione a più fattori attivata a meno che non abbia il tuo telefono.

C’è una guida a tutti gli account che supportano il metodo qui , ma in primo luogo dovresti attivarlo per tutti gli account che contengono informazioni personali che potrebbero essere oggetto di abuso. Come app di messaggistica come WhatsApp, social media inclusi Facebook, Instagram e Twitter e i tuoi account di posta elettronica.

Tuttavia, non tutte le forme di autenticazione a più fattori sono uguali. Le app che generano codice sono considerate più sicure rispetto alla ricezione di codici tramite SMS e, oltre a ciò, le chiavi di sicurezza fisiche forniscono un livello di protezione ancora più solido.

Ottieni un gestore di password

Parliamo di password. È il 2021. Non dovresti usare “password” o “12345” per nessuna delle tue password, anche se si tratta di un account usa e getta.

Tutte le password che usi per i tuoi account online dovrebbero essere forti e uniche. Ciò significa che dovrebbero essere lunghi, includere una combinazione di diversi tipi di caratteri e non essere utilizzati su più siti web. La tua password di Twitter non dovrebbe essere la stessa di quella dell’online banking; la tua rete Wi-Fi domestica non dovrebbe utilizzare le stesse credenziali del tuo account Amazon.

Il modo migliore per farlo è utilizzare un gestore di password . I gestori di password creano password complesse per te e le archiviano in modo sicuro. Se il fatto che possano impedirti di essere hackerato non è sufficiente per farti prendere in considerazione l’utilizzo di uno, un gestore di password significa anche che non dovrai mai più lottare per ricordare una password dimenticata.

Chiunque può cadere in questo tipo di truffe. La cosa principale da fare è pensare prima di fare clic. I messaggi di truffa cercano di indurre le persone a comportarsi in un modo che non farebbero normalmente, ad esempio con pretese istantanee da parte di un capo o messaggi che dicono che è necessaria una risposta urgente.

Non esiste un modo infallibile per identificare ogni tipo di tentativo di phishing o truffa: i truffatori migliorano costantemente il loro gioco, ma essere consapevoli della minaccia può aiutare a ridurne l’efficacia. Sii prudente , pensa prima di fare clic e scarica file solo da persone e fonti che conosci e di cui ti fidi.

Aggiorna tutto

Ogni tecnologia che utilizzi, dall’app Facebook sul tuo telefono al sistema operativo che controlla la tua lampadina intelligente, è soggetta ad attacchi. Per fortuna, le aziende trovano sempre nuovi bug e li risolvono. Ecco perché è fondamentale scaricare e aggiornare le ultime versioni delle app e del software che stai utilizzando.

Inizia con il tuo telefono. Vai alle impostazioni del tuo dispositivo e scopri quale sistema operativo stai utilizzando e aggiornalo se non hai l’ultima versione (iOS 14 è l’ultima per iPhone; Android 11 è l’ultima di Google). Per app e giochi, iOS 13 di Apple e versioni successive scaricano automaticamente gli aggiornamenti, sebbene queste impostazioni possano essere personalizzate . Su Android, gli aggiornamenti automatici possono essere attivati ​​anche visitando la pagina delle impostazioni nel Google Play Store .

Dopo aver aggiornato il telefono, devi capire quali dispositivi aggiornare successivamente. Generalmente questi dovrebbero essere fatti in ordine di potenziale impatto. Tutti i laptop e i computer che possiedi dovrebbero essere in cima alla lista e quindi funzionare di nuovo attraverso altri dispositivi collegati nella tua vita. Ricorda: tutto è vulnerabile, inclusa la cintura di castità connessa a Internet .

Cripta tutto

Proteggere le tue comunicazioni non è mai stato così facile. Nell’ultimo mezzo decennio, le aziende che gestiscono i nostri dati personali, inclusi i messaggi che inviamo e i file che carichiamo nel cloud, hanno capito che la crittografia può aiutare loro e i loro clienti. L’utilizzo di servizi crittografati significa che ciò che stai inviando è meglio protetto dalla sorveglianza e non sarà accessibile se il tuo dispositivo viene perso o rubato.

Esistono due principali servizi di messaggistica crittografata end-to-end, Signal e WhatsApp . I messaggi (inclusi foto e video) oltre alle chiamate vocali e alle videochiamate sono crittografati per impostazione predefinita in entrambe le app. Entrambi ti consentono anche di utilizzare messaggi a scomparsa , che rimuovono ciò che hai inviato dopo un determinato periodo di tempo. La pratica può aiutarti a mantenere private le tue chat, anche da coloro che hanno accesso ai tuoi dispositivi. Il nostro consiglio è di utilizzare Signal ove possibile, poiché raccoglie meno metadati rispetto a WhatsApp e non è di proprietà di Facebook. Ma se non riesci a far passare i tuoi amici a Signal, WhatsApp offre molta più protezione rispetto alle app che non utilizzano la crittografia end-to-end per impostazione predefinita.

Per le tue e-mail, il provider crittografato ProtonMail può proteggere i tuoi messaggi e c’è anche la possibilità di utilizzare account di posta elettronica masterizzati per mailing list e acquisti in cui non vuoi consegnare i tuoi dati personali.

Oltre ai tuoi messaggi, la crittografia dei file sui tuoi dispositivi può aiutare a ridurre le possibilità che i tuoi dati vengano compromessi se vieni violato o perdi i tuoi dispositivi. Sia iPhone che iOS crittografano il tuo disco rigido per impostazione predefinita. Assicurati di utilizzare una password o un PIN sicuri per i tuoi dispositivi. È necessario un piccolo sforzo in più per crittografare il disco rigido del laptop o del computer. Attiva FileVault di Apple per crittografare il disco di avvio e su Windows puoi attivare la crittografia tramite i menu Impostazioni o utilizzare la crittografia BitLocker .

Cancella la tua impronta digitale

Il passato può tornare a perseguitarti. I vecchi account online che non usi più e i dettagli di accesso che appartengono a loro possono essere usati come armi contro di te se non fai nulla al riguardo. Gli hacker utilizzano spesso i dettagli di precedenti violazioni dei dati per accedere agli account attualmente utilizzati dalle persone.

Ridurre la quantità di informazioni disponibili sulla tua vita online può aiutare a ridurre il rischio di essere hackerati. Un passaggio molto semplice consiste nell’eliminare regolarmente la cronologia delle ricerche di Google , ma puoi anche utilizzare alternative di Google che privilegiano la privacy .

Oltre a questo, c’è molto di più che puoi fare per ridurre la tua impronta digitale. Trova i vecchi account che non usi più ed eliminali. Ridurrà la quantità di spam che ricevi e ridurrà il numero di modi in cui gli hacker possono prenderti di mira. Uso Sono stato Pwned? per trovare le tue informazioni nelle vecchie violazioni dei dati, usa una VPN per aumentare la privacy di navigazione e scarica Tor se vuoi davvero aumentare il tuo anonimato online.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial