HomeNotizieAccuse legali a PayPal: il congelamento dei fondi equivale a sequestro?

Accuse legali a PayPal: il congelamento dei fondi equivale a sequestro?

PayPal sta affrontando una class action in cui si sostiene che la società di pagamenti digitali ha violato le leggi sul racket congelando i fondi dei clienti senza offrire una spiegazione.

Quando gli utenti hanno contattato PayPal in merito ai fondi congelati , è stato detto loro di aver violato la “politica di utilizzo accettabile” della società, ma non è stato detto loro come si fosse verificata tale violazione, afferma la causa . Inoltre, sostiene che in almeno un caso, PayPal ha affermato che un utente avrebbe “dovuto ottenere una citazione” per scoprire il motivo.

“PayPal viola il proprio Accordo non fornendo un avviso adeguato agli utenti i cui account sono stati bloccati su di essi”, afferma la causa. Quando PayPal fa sapere agli utenti che ha sospeso i loro fondi, “non informa tali utenti perché tali fondi sono stati trattenuti, come possono ottenere un rilascio della sospensione e/o come possono evitare che vengano poste trattenute future su i loro conti”.Dice anche che PayPal prende i soldi per sé dopo un periodo di attesa di 180 giorni. “Il contratto utente di PayPal e la politica di utilizzo accettabile non possono essere utilizzati come ‘licenza per rubare'”, afferma il reclamo.

“Mai in grado di raggiungere una persona viva”

I tre querelanti principali affermano di aver sequestrato quasi $ 250.000 da PayPal. Un querelante, Shbadan Akylbekov, gestiva un negozio che vendeva penne ialuroniche, che sono piene di acido ialuronico, un filler dermico che viene utilizzato per ridurre le rughe. Ha detto che PayPal ha prelevato $ 172.206,43 dal conto di sua moglie, che ha usato per il suo negozio, senza alcuna spiegazione. Dopo numerose telefonate e lettere a PayPal, gli è stato finalmente detto che il sequestro era “per la liquidazione dei danni derivanti da quelle violazioni [della politica di utilizzo accettabile] ai sensi del Contratto con l’utente”. Afferma di non aver mai ricevuto una copia di quella polizza fino a quando il suo account non è stato limitato. 

Successivamente, PayPal ha affermato di aver utilizzato quei fondi per rimborsare i clienti che avevano acquistato penne hyaluron dal suo negozio. Akylbekov ha proseguito chiedendo di vedere la documentazione dei clienti che hanno richiesto i rimborsi. Un rappresentante del servizio clienti PayPal ha affermato che il rapporto sarebbe stato disponibile entro due giorni, ma Akylbekov afferma di non averlo ancora ricevuto.

Quindi, PayPal ha inviato ad Akylbekov un modulo 1099K dicendo che doveva tasse per $ 162.517,19. “PayPal essenzialmente ha richiesto una detrazione per una spesa che non ha mai pagato. PayPal ha sequestrato $ 172.206,43, segnalando solo $ 162.517,19 all’IRS “, afferma la causa. 

Un altro utente di PayPal, Roni Shemtov, afferma di aver ricevuto tre diverse spiegazioni sul motivo per cui la società ha prelevato un totale di $ 42.351,87 dal suo account. Il primo rappresentante del servizio clienti ha affermato di aver violato la politica di utilizzo accettabile “utilizzando lo stesso indirizzo IP e computer utilizzati da altri utenti PayPal”. Un secondo le ha detto di aver violato l’AUP detenendo più conti PayPal, cosa che Shemtov nega. Un terzo ha affermato di essere entrata in conflitto con la politica vendendo abbigliamento per lo yoga al 20-30% in meno rispetto al prezzo al dettaglio. A Shemtov è stato anche inviato un modulo IRS in cui si affermava che doveva delle tasse sui fondi sequestrati da PayPal.

La terza querelante, Lena Evans, afferma di aver prelevato $ 26.984 dal suo conto PayPal. Evans, che ha fondato la Poker League of Nations senza scopo di lucro, ha utilizzato il suo account per acquistare e vendere su eBay per organizzare campionati di poker e per gestire la sua organizzazione no profit, che cerca di aumentare il numero di donne che giocano a poker. Dice che PayPal non ha spiegato il sequestro, anche dopo ripetute richieste inviate via e-mail. “Ha anche provato a chiamare PayPal un certo numero di volte, ma non è mai stata in grado di raggiungere una persona dal vivo”, afferma la causa.

PayPal ha detto ad Ars che sta rivedendo il deposito. “Risponderemo alle accuse attraverso gli appropriati canali legali a tempo debito”, ha affermato un portavoce.

Triplo danno

La causa sembra essere stata organizzata da Chris Moneymaker, un giocatore di poker professionista che ha vinto le World Series of Poker del 2003. Moneymaker ha affermato che PayPal ha sospeso $ 12.000 dei suoi soldi e ha minacciato di citare in giudizio la società. “Chiunque abbia ricevuto fondi confiscati da PayPal si senta libero di contattare i miei avvocati che [sic] stanno avviando un’azione collettiva”, ha detto in un tweet lo scorso maggio. 

La causa chiede il triplo danno per i querelanti e i membri della classe.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial