giovedì, Luglio 25, 2024

Addio WordPad: Rimozione dalla build di Windows 11

ADDIO WORDPAD: NELLA NUOVA BUILD DI Windows 11 NON C’È PIÙ TRACCIA DELL’EDITOR

Microsoft lo aveva annunciato a settembre: WordPad non sarebbe più stato aggiornato e sarebbe stato rimosso nelle future versioni di Windows. Non era stata indicata una data, ma la nuova build di Windows 11 rilasciata oggi agli utenti del canale insider è la prima che non integra più il noto editor di documenti.

UNA STORIA A PARTIRE DA WINDOWS 95

Wordpad era stato integrato in Windows a partire da Windows 95 come sostituto di Microsoft Write, e per molti anni è stato un alleato fedele quando si è trattato di aprire documenti Word senza avere installato Word, prima nel formato .doc e dalla versione 6.1 anche nel formato docx.

La nota lasciata dallo sviluppatore in seguito alla rimozione è chiarissima: “A partire da questa versione, le App WordPad e People non saranno più installate durante una nuova installazione del sistema operativo. In una versione futura, WordPad verrà rimosso durante l’aggiornamento e non potrà essere reinstallato. WordPad è una funzionalità legacy di Windows.”

IL PASSAGGIO A LEGACY

Microsoft anticipa quindi che non solo Wordpad è diventato Legacy e non esisterà più, ma verrà anche rimosso da tutti i Sistemi Operativi degli utenti. Per Microsoft le alternative sono ovvie: per i file .txt c’è sempre il blocco note, per tutto il resto esiste Word.

LE REAZIONI DEGLI UTENTI

La notizia della rimozione di Wordpad ha suscitato diverse reazioni da parte degli utenti, sia su social media che sui forum di discussione. Molti utenti hanno espresso tristezza per la scomparsa di un Software che hanno utilizzato per anni, sottolineando la sua semplicità e la sua affidabilità. Altri, invece, hanno accolto la notizia con indifferenza, sottolineando che esistono molte alternative gratuite e più avanzate sul mercato.

UN FUTURO SENZA WORDPAD

La decisione di Microsoft di rimuovere Wordpad può essere vista come parte di un processo di razionalizzazione del suo ecosistema software. Con l’evoluzione della suite office e l’ampia disponibilità di alternative gratuite o a pagamento sul mercato, Wordpad potrebbe essere considerato ormai obsoleto.

Per i nuovi utenti di Windows, la rimozione di Wordpad potrebbe passare quasi inosservata, dato che esistono già soluzioni più moderne e complete per la gestione dei documenti. Tuttavia, per coloro che hanno utilizzato Wordpad per anni, questa notizia segna la fine di un’era e l’obbligo di adattarsi a nuove soluzioni.

CONCLUSIONE

In conclusione, la rimozione di Wordpad dalla nuova build di Windows 11 è un segnale del cambiamento e dell’evoluzione del panorama software. Se da un lato l’addio a un software storico può suscitare nostalgia, dall’altro segna anche l’opportunità di esplorare nuove soluzioni e adattarsi a un mondo software in continua evoluzione. Resta da vedere come gli utenti e il mercato reagiranno a questa decisione, e se altre funzionalità storiche di Windows subiranno lo stesso destino.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: