mercoledì, Febbraio 8, 2023
HomeAmazonAmazon ha chiesto un prestito di 8 miliardi di dollari

Amazon ha chiesto un prestito di 8 miliardi di dollari

Amazon si è assicurata un prestito di 8 miliardi di dollari in previsione dei venti contrari del mercato.

Fornito da DBS Bank, Mizuho Bank e altri, il prestito – che scadrà in 364 giorni (3 gennaio 2024), con un’opzione di estensione per altri 364 giorni – sarà utilizzato per “scopi aziendali generali”, ha affermato Amazon in un deposito presso la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti. In una dichiarazione, un portavoce di Amazon ha dichiarato a TechCrunch che il prestito si aggiunge alla gamma di opzioni di finanziamento che la società ha sfruttato negli ultimi mesi per proteggersi dal “contesto macroeconomico incerto”.

“Come tutte le società, valutiamo regolarmente il nostro piano operativo e prendiamo decisioni di finanziamento, come stipulare contratti di prestito a termine o emettere obbligazioni, di conseguenza”, ha detto il portavoce via e-mail. “Dato l’incerto contesto macroeconomico, negli ultimi mesi abbiamo utilizzato diverse opzioni di finanziamento per sostenere le spese in conto capitale, il rimborso del debito, le acquisizioni e il fabbisogno di capitale circolante”.

Il reddito di Amazon è diminuito verso la fine del 2022 quando l’economia ha preso il sopravvento. Il gigante della tecnologia ha speso miliardi per raddoppiare le dimensioni della sua rete di evasione ordini durante la pandemia, un gioco che inizialmente gli è servito bene ma che si è rivelato miope.

Amazon è stata costretta a chiudere o ritardare i piani per oltre una dozzina di strutture poiché le vendite di e-commerce lo scorso anno sono cresciute più lentamente del previsto. Un altro vento contrario, l’aumento dei prezzi dell’energia, ha avuto un impatto notevole sull’attività di Amazon, con la spesa dell’azienda per le spedizioni che è salita del 10% a 19,9 miliardi di dollari nel terzo trimestre del 2022.

Per tagliare i costi, Amazon prevede di ridurre la sua forza lavoro all’inizio del 2023, secondo quanto riferito fino a 10.000 dipendenti. Si dice che i licenziamenti, che sarebbero i più grandi nella storia dell’azienda, siano concentrati nelle risorse umane di Amazon, Alexa e nelle divisioni retail.

In altre misure di risparmio, Amazon ha congelato le assunzioni per ruoli aziendali nella sua attività di vendita al dettaglio, chiuso il suo servizio di telemedicina Amazon Care, chiuso tutti i suoi call center negli Stati Uniti tranne uno e ridimensionato Amazon Scout, il suo progetto di robot di consegna di lunga data . Queste mosse non sono state sufficienti per impedire che la capitalizzazione di mercato dell’azienda scendesse sotto i mille miliardi di dollari per la prima volta dall’aprile 2020.

Amazon aveva circa 35 miliardi di dollari in contanti e mezzi equivalenti e un debito a lungo termine di circa 59 miliardi di dollari alla fine del terzo trimestre conclusosi il 30 settembre, riferisce Reuters . Per i primi nove mesi del 2022, Amazon ha pagato 932 milioni di dollari in contanti di interessi sul debito, rispetto ai 731 milioni di dollari dello stesso periodo dell’anno precedente; lo spread del tasso di interesse sui nuovi $ 8 miliardi inizierà allo 0,75% prima di salire all’1,05% se Amazon decide di estendere la scadenza del prestito.
RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial