I turchi che hanno tentato di acquistare iPhone e altri dispositivi elettronici mercoledì hanno ricevuto messaggi di errore online, anche dal sito Web locale di Apple Inc, dopo che uno storico crollo del 15% della lira il giorno prima ha causato il caos per i prezzi.

La valuta è scivolata verso il suo minimo storico mercoledì, spinta dalle preoccupazioni per le più ampie ricadute per l’economia dopo che il presidente Tayyip Erdogan ha difeso i recenti tagli dei tassi, nonostante le critiche diffuse e le richieste di inversione di tendenza.

La lira ha perso quest’anno il 43% del suo valore e oltre il 22% solo dall’inizio della scorsa settimana.

A loro volta, le merci con prezzi nella valuta locale hanno visto un forte sconto effettivo rispetto ai prezzi altrove, con i rivenditori che lottano per tenere il passo con gli aggiustamenti dei prezzi in mezzo alle turbolenze del mercato.

LEGGI  Apple ha sovrastimato la domanda di iPhone 12 mini, e di molto!

Un portavoce turco di Apple non è stato immediatamente disponibile a commentare.

Il sito Web turco di Apple ha interrotto le vendite della maggior parte dei prodotti, visualizzando un messaggio “Non attualmente disponibile”, come mostrato da una query di Reuters. I prezzi locali di telefoni e computer sono stati inferiori di circa il 10% rispetto a quelli statunitensi a seguito dell’improvviso deprezzamento della lira.

Un rappresentante di vendita in un Apple Store di Istanbul ha affermato che le persone pensavano all’elettronica come a un investimento tanto quanto agli articoli da utilizzare.

“È abbastanza surreale con l’economia e tutto il resto, ma le persone lo vedono come una riserva di valore e si accalcano nei negozi. Sanno che saranno in grado di venderlo un anno dopo per più di quello che hanno pagato”, ha detto la persona, chiedendo l’anonimato.

LEGGI  Come cambiare il browser predefinito su iPhone

Il momento peggiore e migliore per comprare

I clienti si stavano accalcando verso marchi di importazione esclusivi, principalmente prodotti elettronici e cosmetici, ha affermato un funzionario di una società di e-commerce turca.

Il crollo della lira coincide con le vendite del Black Friday e l’inizio degli sconti per il nuovo anno, alimentando i timori che alcuni beni di consumo non sarebbero disponibili o che dovrebbero affrontare forti aumenti dei prezzi.

“La maggior parte dei mercati chiede ai propri grandi venditori di mantenere i prezzi costanti e di astenersi da aumenti, almeno durante la settimana degli sconti. Poiché sia ​​i venditori che il mercato hanno bisogno l’uno dell’altro, i venditori si obbligano”, ha detto a Reuters un funzionario dell’e-commerce con sede a Istanbul .

LEGGI  Come utilizzare la modalità conversazione in iOS 14

Caner, un graphic designer di Istanbul nel mercato per uno scooter elettrico, ha dichiarato: “È il momento peggiore per spendere soldi, ma non ci sarà un momento migliore. I prezzi possono sembrare costosi ora, ma sono più economici di quello che sarà la prossima settimana”.

Nel complesso, i negozianti di Istanbul erano cupi.

“Stiamo aspettando sorprese. Cosa faremo?” ha detto Sami, un pescivendolo. “Viviamo in una casa in affitto, c’è anche il gas, l’elettricità, l’acqua. Non so come gestirla”.

Ercument Tepe, un parrucchiere, ha detto di aver tenuto spente le luci del negozio ma di avere ancora una bolletta elettrica di 800 lire (63 dollari).

“Chiudo il negozio anche di notte senza aver avuto un solo cliente di giorno, ma il conto è di 800 lire. Impossibile non impazzire”, ha detto.