sabato, Aprile 13, 2024

BMW X2 e iX2: il test drive del Suv coupé a benzina ed elettrico

La seconda generazione di BMW X2 – più distintiva, sportiva e orientata al futuro – è pronta a fare il suo debutto a partire da marzo 2024. Oltre al salto evolutivo del Suv coupé, il carattere progressivo del nuovo modello si manifesta anche nella sua prima variante completamente elettrica, la BMW iX2. Il nostro test drive e quanto costa la nuova generazione di BMW X2 e iX2.

Il design della nuova BMW X2

Questo salto evolutivo si traduce in un passo allungato e carreggiate più larghe, contribuendo a migliorare lo spazio interno sia per i cinque occupanti che per il bagagliaio, che ora offre una capacità di carico massima variabile da 560 a 1.470 litri, a seconda della variante del modello. Nel caso della variante completamente elettrica, la BMW iX2, lo spazio del bagagliaio varia da 525 a 1.400 litri.

Il profilo della vettura presenta una linea del tetto che scorre in modo continuo verso la parte posteriore, dove le ruote arcuate e le spalle muscolose emergono in modo prominente. Le linee orizzontali specifiche delle luci posteriori amplificano il carattere sportivo, accompagnate da uno spoiler di tipo Gurney e un accattivante paraurti posteriore. Il design esterno si fa sicuramente notare e può essere divisivo: le linee nette e piatte, soprattutto della parte posteriore, possono non piacere a tutti. Questione di gusti.

La BMW X2 M35i xDrive – che abbiamo provato nel nostro test drive – è caratterizzata da elementi specifici M, tra cui i terminali di scarico integrati nel paraurti posteriore, conferisce un’aura particolarmente dinamica. Un pacchetto M Sport è disponibile anche per le altre varianti di modello, inclusa la BMW iX2, offrendo dettagli esterni aerodinamicamente ottimizzati.

GLI INTERNI DELLA NUOVA GAMMA X2

L’interno della BMW X2 offre un ambiente premium e moderno con dettagli che sottolineano il suo carattere sportivo. Il cruscotto snodato, che ospita il BMW Curved Display, è affiancato da un poggia-braccio “fluttuante” dotato di un pannello di controllo integrato. La parte anteriore della console centrale presenta due portabicchieri e un vano portaoggetti per Smartphone con illuminazione indiretta e ricarica wireless.

Gli innovativi sedili, disponibili anche nella variante perforata Veganza e in pelle Vernasca con trapuntature accattivanti, offrono alternative sofisticate alla tradizionale tappezzeria in tessuto. I clienti possono personalizzare ulteriormente l’esperienza di guida con opzioni come i sedili sportivi, la regolazione elettrica del sedile con funzione di memoria, il supporto lombare e la funzione di massaggio.

Per quanto riguarda gli spazi, la parte posteriore risulta un po’ scomoda, soprattutto nell’elettrica. I sedili posteriori della BMW iX2, infatti, sono più alti di 5 cm a causa della batteria sottostante, il che causa ai passeggeri di viaggiare con le gambe un po’ troppo rialzate e schiacciate.

Tra le caratteristiche di serie troviamo il climatizzatore automatico a due zone, il sistema di navigazione BMW Maps, un volante sportivo in pelle, l’apertura automatica del portellone, quattro porte USB-C e una presa di corrente da 12V sia nella console centrale che nel bagagliaio. Il numero di sistemi di assistenza alla guida e servizi digitali è stato notevolmente incrementato rispetto al modello precedente.

Tecnologia E INFOTAINMENT DI BMW X2 E IX2

Il sistema di infotainment è basato sul BMW Operating System 9, con cui è possibile interagire tramite il BMW Curved Display e il BMW Intelligent Personal Assistant. Si tratta di una piattaforma avanzata che apre a una vasta gamma di servizi digitali personalizzabili. Grazie agli aggiornamenti di BMW ConnectedDrive, i clienti possono sperimentare gratuitamente alcune funzioni selezionate per un mese, con la possibilità di sottoscriverle in seguito per un periodo determinato.

Per quanto riguarda le opzioni avanzate, la funzione Augmented View è offerta come aggiunta per il sistema di navigazione BMW Maps basato su cloud. Altre caratteristiche includono una eSIM personale per la tecnologia mobile 5G, il BMW Digital Key Plus, la funzionalità BMW ID e l’integrazione standard dello smartphone attraverso Apple CarPlay e Android Auto, tutte disponibili nella nuova BMW X2 e iX2.

IL MOTORE: IL TEST DRIVE DI BMW X2 E IX2

Per il nostro test drive sulle strade della costa ovest del Portogallo abbiamo provato entrambe le BMW X2 e iX2, la termica nella motorizzazione M35i, 2.0 turbo benzina quattro cilindri che eroga 300 CV e 400 Nm, per uno 0-100 coperto in 5,4″ e una velocità massima di 250 km/h.

A trazione integrale e con cambio automatico a doppia frizione e sette marce, la BMW X2 M35i è sicuramente la versione più sportiva, che si traduce nell’esperienza di guida, nello sterzo e nelle sospensioni.

La guida sportiva, che si può attutire grazie alla modalità comfort, è perfetta per chi ama divertirsi in strada, anche se la taratura dello sterzo a volte risulta eccessiva, soprattutto nelle curve più strette. Nonostante una guida nel complesso piuttosto fluida, da notare è il pedale del freno, che per i meno esperti richiede un po’ di esercizio e abitudine: molto duro e con corsa breve, se è la soluzione perfetta per la guida sportiva, potrebbe causare qualche problema di adattabilità alla guida quotidiana in città.

Meglio la BMW iX2, che abbiamo provato nella versione xDrive30 a 230 kW, quindi 313 CV, e 494 Nm, trazione integrale 0-100 km/h in 5,6″ e velocità massima di 180 km/h. La batteria da 64,9 kWh promette un’autonomia di circa 450 km, con possibilità di massimizzare l’efficienza tramite il Max Range.

La BMW iX2 è molto agile e solida, e offre un’esperienza di guida molto più stabile e fluida della compagna termica. L’erogazione della potenza è molto dinamica in base alla modalità di guida scelta, così come lo sterzo risulta molto più leggero e maneggevole.

QUANTO COSTA? I PREZZI DI BMW X2 E IX2

Le novità della gamma X2 di BMW arriveranno sul mercato mondiale a partire da marzo 2024 con la versione elettrica iX2 xDrive 30, la termica ad alte prestazioni X2 M35i, una seconda opzione a benzina sDrive20i e un diesel sDrive18d. Nel corso dell’estate 2024, invece, la gamma si arricchirà di una seconda variante elettrica e un altro modello diesel.

Per quanto riguarda i prezzi, il listino parte dai 46.100 euro per la sDrive 20i, benzina mild-hybrid da 156 CV, che tocca quota 50.050 euro per la M Sport, mentre la M35i xDrive che abbiamo provato costa 63.200 euro. Per le elettrice, la iX2 eDrive 20 a singolo motore e con potenza di 150 kW viene 49.100 e 53.050 euro, mentre la iX2 xDrive 30 del nostro test drive costa da 60.000 a 63.950 euro.

Da sottolineare come i prezzi base di gamma sono destinati ad alzarsi, in quanto molte delle funzioni “premium” e di assistenza alla guida sono optional da aggiungere, come i sedili riscaldabili, gli specchietti ripiegabili e il cruise control adattivo. Per la versione elettrica anche il caricatore più potente da 22 kW – rispetto agli 11 kW di quello di serie – è optional.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: