Le stazioni di ricarica per veicoli elettrici (EV) saranno necessarie per tutte le nuove case e attività commerciali nel Regno Unito a partire dal 2022, ha annunciato oggi il governo . La nuova misura mira a promuovere l’adozione di veicoli elettrici nella nazione aggiungendo fino a 145.000 punti di ricarica extra ogni anno. 

 “Ciò significa che le persone possono acquistare nuove proprietà già pronte per un futuro di veicoli elettrici, garantendo al contempo che i punti di ricarica siano prontamente disponibili in nuovi negozi e luoghi di lavoro in tutto il Regno Unito, rendendolo facile come fare rifornimento di carburante a un’auto a benzina o diesel oggi”, il comunicato stampa stati.

Il governo del Regno Unito ha già sostenuto l’installazione di oltre 250.000 punti di ricarica, quindi le nuove regole lo aumenterebbero di oltre il 50 percento solo nel primo anno. Sono inclusi nella legge edifici come supermercati e luoghi di lavoro, insieme a ristrutturazioni su larga scala che avranno oltre 10 posti auto. Tuttavia, i dettagli delle regole, come le specifiche e le potenze degli impianti, devono ancora essere rilasciati. 

Il partito laburista di opposizione britannico ha osservato che Londra e la parte sudorientale del paese hanno più punti di ricarica “rispetto al resto dell’Inghilterra e del Galles messi insieme”, e la nuova legge non aiuta in questo senso. Ha anche affermato che non include alcuna disposizione che renderebbe i veicoli elettrici più convenienti per le famiglie a basso e medio reddito, secondo quanto riportato dalla BBC .

Il governo del Regno Unito mira a vietare completamente la vendita di auto a combustibili fossili entro il 2030, 10 anni prima del previsto. Il governo in precedenza ha affermato di essere pronto a spendere 500 milioni di sterline (circa 660 milioni di dollari) per la costruzione di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici nel paese.

LEGGI  Il colore blu è l'ultima vittima della crisi della catena di approvvigionamento