domenica, Marzo 3, 2024

ChatGPT sfida gli avvocati: la revisione dei contratti

BETTER CALL GPT: LA NUOVA FRONTIERA DELL’Intelligenza Artificiale NEL SETTORE LEGALE

La Tecnologia è sempre stata al centro della trasformazione di molti settori, e non fa eccezione il mondo legale. Un team di ricercatori neozelandesi della società Onit ha condotto uno studio per valutare come gli strumenti di linguaggio di grandi dimensioni (LLM), come ChatGPT, possano superare gli avvocati nell’analisi e nella revisione dei contratti. I risultati della ricerca hanno rivelato che la tecnologia ha un potenziale rivoluzionario nell’ambito legale, ridefinendo la velocità, l’accuratezza e i costi di questo processo.

CHATGPT: IL NUOVO AVVOCATO DIGITALE

Gli LLM testati includono Google Bard (ora Gemini) e quello di Amazon, ma è stato GPT-4 a dimostrare performance paragonabili a quelle degli avvocati nel rilevamento problemi contrattuali. Anche se gli avvocati hanno mostrato un leggero vantaggio nell’individuazione, le differenze sono risultate trascurabili. Ciononostante, gli LLM hanno sorpassato di gran lunga gli avvocati in termini di velocità, completando l’analisi in pochi secondi al contrario delle ore richieste dagli umani. La tecnologia si è dunque dimostrata efficiente e veloce nel rilevare difetti nei contratti, riducendo significativamente i tempi di revisione.

I VANTAGGI DELLA TECNOLOGIA NEL SETTORE LEGALE

Oltre alle prestazioni, la ricerca ha anche valutato i costi dei servizi. L’uso degli LLM, tra cui ChatGPT, si è dimostrato notevolmente più economico, presentando un costo di soli 2 centesimi per contratto, rispetto ai 74 dollari di un avvocato junior. Questa differenza di prezzo potrebbe portare ad un uso sempre più diffuso della tecnologia nella revisione e nell’analisi legale. La prospettiva che la tecnologia possa ridurre i costi e aumentare l’efficienza delle operazioni legali è allettante, e molti studi potrebbero decidere di adottarla in futuro.

IL CONTROLLO UMANO: UNA NECESSITÀ PER IL SETTORE LEGALE

Nonostante l’efficienza e la rapidità dei LLM nella revisione dei contratti, è essenziale sottolineare che il controllo umano resta fondamentale. L’intelligenza artificiale può comunque compiere errori, e quando si tratta di decisioni legali e contrattuali, la supervisione di un professionista può fare la differenza tra il successo e il fallimento. La ricerca non intende sostituire completamente l’intervento umano, ma piuttosto integrare e migliorare il lavoro degli avvocati.

IL FUTURO DELL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE NEL SETTORE LEGALE

La ricerca condotta dal team di Onit ha il merito di aprire le porte a nuove prospettive e considerazioni nel settore legale. Mentre la tecnologia offre numerosi vantaggi, è chiaro che è ancora necessario condurre ulteriori ricerche per convalidare appieno i risultati ottenuti. L’approccio ibrido, che combinata l’efficienza dell’AI con il discernimento umano, potrebbe delineare il futuro del settore legale, consentendo una maggiore efficienza e una migliore gestione dei costi.

In conclusione, Better Call GPT non è un semplice spin-off di Breaking Bad, ma rappresenta un’interessanteindagine condotta da esperti neozelandesi che ha riscontrato il potenziale delle tecnologie di intelligenza artificiale nel settore legale. GPT-4 e gli altri LLM hanno dimostrato di poter rivoluzionare la revisione dei contratti, offrendo una maggiore velocità e precisione, insieme ad un notevole risparmio economico. Tuttavia, è importante sottolineare che l’intervento umano rimane fondamentale, specialmente quando sono in gioco decisioni importanti. Il futuro si preannuncia come un equilibrio tra l’intelligenza artificiale e l’expertise umana, fornendo soluzioni innovative e efficienti per il settore legale.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: