martedì, Gennaio 31, 2023
HomeHardwareChe cos'è VSync e dovresti abilitarlo?

Che cos’è VSync e dovresti abilitarlo?

VSync garantisce che la GPU o l’output video corrisponda alla frequenza di aggiornamento del display. Mentre questo può limitare il tuo FPS e aumentare la latenza di input, VSync elimina anche lo screen tearing e alcune forme di balbuzie.

I videogiochi hanno comunemente un interruttore nelle loro impostazioni grafiche chiamato VSync. Ma cosa fa VSync e dovresti abilitarlo? Esploreremo i pro ei contro della tecnologia VSync per aiutarti a decidere quando è l’opzione migliore.

Che cos’è VSync?

VSync (abbreviazione di  sincronizzazione verticale)  è una tecnologia utilizzata nei display e nelle schede grafiche per sincronizzare la frequenza di aggiornamento del display con la frequenza dei fotogrammi della scheda grafica. Ciò garantisce che ogni fotogramma video venga visualizzato sullo schermo al momento giusto senza strappi o balbuzie.

Quando la frequenza di aggiornamento e la frequenza dei fotogrammi non sono sincronizzate, il display potrebbe mostrare contemporaneamente parte di un fotogramma e parte di un altro fotogramma, producendo un’immagine strappata. Ciò può accadere quando la frequenza dei fotogrammi è superiore alla frequenza di aggiornamento, facendo sì che il display mostri più fotogrammi contemporaneamente, o quando la frequenza di aggiornamento è superiore alla frequenza dei fotogrammi, facendo sì che il display salti i fotogrammi.

Strappo dello schermo in Battlefield 3

Una GPU ha diversi “buffer” di memoria che memorizzano ed elaborano i dati grafici. I buffer anteriore e posteriore sono due di questi buffer utilizzati in una tecnica di “doppio buffering”.

Il front buffer è la parte della memoria della GPU visibile sul display. Contiene i dati dell’immagine attualmente visualizzati sullo schermo. Quando la GPU esegue il rendering di un nuovo frame, memorizza i dati nel back buffer, che non è visibile sullo schermo.

Lo strappo dello schermo si verifica quando il buffer viene “capovolto” durante un ciclo di aggiornamento dello schermo. Con VSync abilitato, la GPU attende l’avvio del successivo aggiornamento dello schermo prima di inviare il contenuto del buffer di ritorno al display.

VSync riduce gli FPS?

Dovresti essere consapevole che VSync abbassa i frame rate e succede in alcuni modi. Il modo principale è il modo in cui la sincronizzazione verticale impedisce alla tua GPU di eseguire il rendering di più fotogrammi rispetto alla frequenza di aggiornamento dello schermo. In altre parole, un monitor a 60Hz non riceverà più di 60 fotogrammi al secondo.

Inoltre, VSync con doppio buffer presenta un grave inconveniente. Se il dispositivo collegato al display non è in grado di produrre fotogrammi a una velocità sufficiente, il fotogramma corrente persisterà per due aggiornamenti, riducendo l’FPS a metà della frequenza di aggiornamento.

Il triplo buffering è una tecnica simile ma con un buffer aggiuntivo. Questo terzo buffer viene utilizzato per memorizzare un fotogramma intermedio di cui viene eseguito il rendering dalla GPU, mentre il buffer anteriore viene visualizzato sullo schermo e il buffer posteriore è in attesa del fotogramma successivo.

Qualunque frame più recente sia pronto per essere capovolto nel front buffer all’inizio dell’aggiornamento del display viene inviato lì. Ciò riduce la durezza della riduzione del frame rate quando la tua GPU non riesce sempre a tenere il passo con la frequenza di aggiornamento del display poiché è quasi sempre disponibile un nuovo frame.

Diagramma Intel Adaptive Sync

Intel

VSync “adattivo” cerca di affrontare gli svantaggi di quei metodi VSync adattando la sincronizzazione tra la frequenza di aggiornamento e la frequenza dei fotogrammi a seconda delle prestazioni della scheda grafica. Quando la frequenza dei fotogrammi è superiore alla frequenza di aggiornamento, Adaptive VSync si comporta come se VSync fosse attivo e sincronizza la frequenza di aggiornamento con la frequenza dei fotogrammi per evitare strappi e balbuzie.

Tuttavia, quando la frequenza dei fotogrammi è inferiore alla frequenza di aggiornamento, Adaptive VSync si comporta come se VSync fosse disattivato e consente alla scheda grafica di eseguire il rendering e visualizzare i fotogrammi il più velocemente possibile, senza alcuna limitazione. Ciò può migliorare la frequenza dei fotogrammi e ridurre la latenza di input senza causare strappi o balbuzie.

Display VSync e frequenza di aggiornamento variabile

Oltre alle tecnologie VSync di cui abbiamo discusso finora, anche le tecnologie a frequenza di aggiornamento variabile (VRR) possono svolgere un ruolo nel migliorare la tua esperienza di gioco. Se disponi di un display VRR che utilizza HDMI VRR , AMD FreeSync o NVIDIA G-Sync , può modificare dinamicamente la frequenza di aggiornamento in modo che corrisponda alla frequenza dei fotogrammi della GPU.

Questo risolve praticamente tutti i problemi che altre forme di VSync hanno in termini di latenza di input o riduzione del frame rate. Tuttavia, se la tua GPU è in grado di produrre più frame rispetto al frame rate massimo del display , potresti comunque voler attivare VSync insieme alla tecnologia VRR.

Se la frequenza dei fotogrammi scende al di sotto della frequenza di aggiornamento minima del display abilitato per VRR, vorrai sempre una funzione LFC (Low Frame Compensation). Non tutti i display VRR includono questa funzione, quindi fai attenzione quando effettui un acquisto.

Quando dovresti attivare VSync?

Quando attivare VSync dipende dalle tue preferenze personali. La sincronizzazione verticale può fornire un’esperienza fluida e coinvolgente, ma può anche presentare alcuni svantaggi. La disattivazione di VSync può migliorare la frequenza dei fotogrammi e la reattività, ma può anche causare artefatti visivi come il tearing. Se puoi convivere con il livello di tearing apparente è una decisione personale ed è abbastanza facile provare ogni gioco con la funzione attivata e disattivata.

Alcuni giocatori potrebbero preferire disattivare VSync quando giocano a giochi che richiedono coordinazione e tempismo precisi, come sparatutto in prima persona, giochi di strategia in tempo reale o giochi di eSport .

Nei giochi per giocatore singolo che non dipendono da bassi livelli di latenza di input, di solito è meglio attivare VSync. Tuttavia, non è consigliabile utilizzare VSync con doppio buffer a meno che non siano disponibili altre opzioni. VSync a triplo buffer è un’opzione migliore, con VSync adattivo che è un’opzione ancora migliore quando possibile. La maggior parte dei giochi moderni ha almeno VSync a triplo buffer, anche se non è etichettato come tale.

Con le nuove tecnologie come VRR, sincronizzazione adattiva e versioni più raffinate di VSync, gli svantaggi del VSync tradizionale sono quasi scomparsi. Quindi, se hai accesso a questi nuovi giocattoli, non esitare a usarli!

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial