HomeNotizieChi lavora a casa ha un terzo picco di produttività in tarda...

Chi lavora a casa ha un terzo picco di produttività in tarda serata

La scorsa settimana, Microsoft ha pubblicato uno studio che offre un riflesso inquietante della mia vita lavorativa. Tradizionalmente, hanno affermato i ricercatori, i colletti bianchi – o “lavoratori della conoscenza”, nel gergo moderno – hanno avuto due picchi di produttività nella loro giornata lavorativa: appena prima di pranzo e subito dopo pranzo. Ma dopo la pandemia, in tarda serata è emersa una terza e più piccola ondata di lavoro. I ricercatori di Microsoft chiamano questo fenomeno il “giorno del triplo picco“.

Un grafico mostra un terzo picco di produttività dei lavoratori alle 22:00
Un nuovo studio mostra che alcuni lavoratori sperimentano un terzo picco di produttività in tarda serata (Microsoft)

Per il nuovo studio, i lavoratori hanno consentito a Microsoft di tenere traccia dei loro “eventi della tastiera”, un divertente eufemismo per inviare e-mail o interagire con applicazioni di produttività su un computer di lavoro. Mentre la maggior parte delle persone non ha mostrato una terza montagna di lavoro la sera, il 30 percento lo ha fatto. Stavano lavorando quasi tanto alle 22:00 quanto alle 8:00

Diversi fenomeni sottostanti stanno spingendo su questa terza montagna di lavoro. Uno è la flessibilità del lavoro a casa. Ad esempio, i genitori di bambini piccoli potrebbero interrompere la loro giornata lavorativa o interromperla presto per il ritiro a scuola, l’ora di cena, l’ora di coricarsi e altri servizi di assistenza all’infanzia. Questo lascia una groppa di lavoro che finiscono più tardi. Altri lavoratori sono nottambuli che ottengono il loro secondo vento, o anche la loro principale sferzata di creatività, appena prima di andare a letto.

Questo è il risvolto positivo dei risultati di Microsoft: il lavoro flessibile e remoto consente alle persone di spostarsi nella giornata e di abbinare la produttività all’ispirazione. Ma il triplo picco non è del tutto positivo.

Microsoft ha anche scoperto che la pandemia ha semplicemente portato a un lavoro più generale. Secondo una ricerca aziendale , la giornata lavorativa media è aumentata del 13%, circa un’ora, da marzo 2020 e il lavoro medio fuori orario è aumentato del doppio. Le persone potrebbero lavorare più ore per diversi motivi. A casa, il lavoro è particolarmente traballante: il tempo libero sfocia nel travaglio (leggere TMZ durante una riunione su Zoom) e il lavoro si insinua nel tempo libero (rispondere alle e-mail a tavola).

Casa e lavoro avevano confini geografici e tecnologici più forti: uscivamo di casa, andavamo in ufficio o in una fabbrica e poi tornavamo a casa, lasciandoci alle spalle gli strumenti di lavoro. Oggi, la maggior parte del lavoro di conoscenza è fondamentalmente solo comunicazione, il che lo rende indistinguibile da molto tempo libero. Chatta con un collega o un amico; chiama un cliente o un fratello: la più grande differenza tra queste attività è la persona all’altro capo del clacson. Man mano che il lavoro diventa più simile alla vita, diventa anche più vita .

Qualcos’altro sta spingendo il lavoro nelle nostre serate: il lavoro dei colletti bianchi è diventato una manna d’oro di incontri. Nei primi mesi della pandemia, Microsoft ha visto le riunioni online aumentare vertiginosamente con la chiusura degli uffici. Entro la fine del 2020 il numero delle riunioni era raddoppiato. Nel 2021 ha continuato a crescere. Quest’anno ha raggiunto il massimo storico.

“Le persone hanno il 250% di riunioni in più ogni giorno rispetto a prima della pandemia”, afferma Mary Czerwinski, responsabile della ricerca del gruppo Human Understanding and Empathy di Microsoft. “Ciò significa che tutto il resto, come la codifica, l’e-mail e la scrittura, verrà inviato in un secondo momento”. Il creep della giornata lavorativa e quello delle riunioni non sono due tendenze separate; sono la stessa tendenza.

A un livello profondo, soddisfare l’inflazione riguarda l’aspettativa obsoleta che tutto il lavoro d’ufficio dovrebbe essere sincrono o che avvenga allo stesso tempo per tutti. Le riunioni richiedono sincronicità: siate tutti presenti ora . Ma la maggior parte del lavoro dei colletti bianchi può essere almeno in qualche modo asincrono. Inviamo email e chat che non richiedono una risposta immediata. Modifichiamo e condividiamo documenti senza aspettarci che i nostri colleghi si occupino del nostro lavoro in pochi millisecondi. I buoni gestori remoti dovrebbero essere dei ninja del tempo, decidendo continuamente quale lavoro deve essere sincrono (riunioni) e quale lavoro può essere asincrono (e-mail o documenti condivisi).

“Il futuro del lavoro richiede che pensiamo a cosa dovrebbe essere il lavoro in tempo reale e cosa dovrebbe essere in qualsiasi momento”, afferma Javier Hernandez, ricercatore presso Microsoft. Una soluzione ovvia è un minor numero di riunioni, o almeno meno giorni per le riunioni. Czerwinski mi ha detto che avere due o anche tre giorni senza riunioni durante la settimana è stato migliore per la produttività del suo team. Un’altra soluzione è la registrazione delle riunioni per la successiva riproduzione per consentire ai colleghi di recuperare il ritardo in un secondo momento, il che è particolarmente utile per i team globali i cui membri non possono essere tutti svegli e online allo stesso tempo. Un altro ancora sta chiedendo ai dipendenti del loro “cronotipo” per avere una migliore comprensione di chi è un nottambulo e chi è un mattiniero.

Abbiamo bisogno di una teoria più profonda del lavoro e del tempo. Quando diciamo “Quell’incontro avrebbe dovuto essere un’e-mail”, non stiamo solo dicendo “Il mio capo non smetteva di parlare”. Stiamo anche dicendo “Penso che le informazioni di quell’evento sincrono sarebbero state condivise in modo più produttivo come comunicazione asincrona, in modo che un’ora di lavoro necessario non fosse spostata più tardi nella giornata lavorativa”. Le nostre mini giornate lavorative notturne non sono solo un’espressione di flessibilità benigna. Sono anche la conseguenza di manager inflessibili che riempiono la giornata di così tanti incontri che dobbiamo aggiungere una “notte di lavoro” per fare il nostro lavoro.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial