HomeCriptovaluteCoinbase: "gli utenti potrebbero perdere le loro cripto se la società fallisce"

Coinbase: “gli utenti potrebbero perdere le loro cripto se la società fallisce”

Coinbase, uno dei più grandi scambi di criptovalute al mondo, ha avvertito che i suoi utenti potrebbero perdere l’accesso alle loro partecipazioni se la società fallisse.

La divulgazione è stata inclusa per la prima volta come fattore di rischio nel rapporto sugli utili del primo trimestre della società, in cui si rilevava anche che Coinbase detiene 256 miliardi di dollari in valute legali e monete virtuali.

“Poiché le criptovalute detenute in custodia possono essere considerate proprietà di una massa fallimentare, in caso di fallimento, le criptovalute che teniamo in custodia per conto dei nostri clienti potrebbero essere soggette a procedura fallimentare e tali clienti potrebbero essere trattati come i nostri creditori chirografari generali”, ha detto la società.

Ciò significa che gli utenti perderebbero l’accesso ai propri saldi poiché diventerebbero proprietà di Coinbase.

È uno scenario diverso dagli investimenti tradizionali. Molti conti bancari, inclusi assegni e risparmi, sono assicurati dalla Federal Deposit Insurance Corporation fino a $ 250.000 per conto se la banca fallisce, mentre la Securities Investor Protection Corporation aiuta se un broker o un dealer fallisce.

Gli appassionati di criptovalute hanno a lungo annunciato il movimento decentralizzato come, in parte, un modo per dare alle persone il controllo completo e la proprietà delle proprie finanze. Questo è solo il caso di coloro che archiviano fisicamente la propria criptovaluta su portafogli personali, al contrario di una piattaforma come Coinbase. (Coinbase offre un portafoglio di auto-custodia chiamato Coinbase Wallet.)

A seguito del rapporto sugli utili, che ha fatto crollare le azioni della società di oltre il 23% , il CEO di Coinbase Brian Armstrong ha affermato che al momento non c’è rischio di bancarotta.

base per monete brian armstrong

Martedì sera è andato su Twitter per rassicurare gli utenti che i loro fondi sono al sicuro e scusarsi per non essere stato più schietto nel comunicare questo rischio quando è stato aggiunto, e ha notato che la società ha incluso la divulgazione a causa delle nuove regole recentemente stabilite dalla Securities and Exchange Commission.

“Questa divulgazione ha senso in quanto queste protezioni legali non sono state testate in tribunale in modo specifico per le criptovalute, ed è possibile, per quanto improbabile, che un tribunale decida di considerare le risorse dei clienti come parte della società in una procedura fallimentare anche se danneggiate consumatori”, ha affermato Armstrong.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial