giovedì, Ottobre 6, 2022
HomeAmazonCome sarà il Black Friday con i dipendenti Amazon di 20 paesi...

Come sarà il Black Friday con i dipendenti Amazon di 20 paesi in sciopero

I dipendenti di Amazon in tutto il mondo si stanno preparando a scioperare durante il Black Friday nel tentativo di migliorare le condizioni di lavoro e chiedere responsabilità ai massimi dirigenti.

Si prevede che lavoratori e attivisti in più di 20 paesi protesteranno nell’ambito di una campagna guidata da “Make Amazon Pay”, una coalizione di 70 sindacati e organizzazioni tra cui Greenpeace, Oxfam e Amazon Workers International.

Secondo la campagna, si prevede che gli individui di tutto il mondo “dalle raffinerie di petrolio, alle fabbriche, ai magazzini, ai data center, agli uffici aziendali” partecipino all’evento del 26 novembre.

“La pandemia ha messo in luce come Amazon anteponga i profitti ai lavoratori, alla società e al nostro pianeta”, ha scritto Make Amazon Pay in un elenco di richieste condivise sul suo sito web . “Amazon prende troppo e restituisce troppo poco. È tempo di fare pagare Amazon.”

Le proteste arrivano in mezzo al crescente dissenso dei dipendenti di Amazon sulle condizioni di lavoro, inclusi orari lunghi, salari bassi e complessi sistemi di revisione delle prestazioni . Le richieste di Amazon Pay includono un aumento degli stipendi, una migliore sicurezza del lavoro e “sospendere il duro regime di produttività e sorveglianza che Amazon ha usato per spremere i lavoratori”.

La coalizione chiede anche un “ripagamento alla società” che includa maggiori sforzi per la sostenibilità, una maggiore trasparenza su dati e privacy e la fine delle partnership con le forze di polizia e le autorità per l’immigrazione che sono “istituzionalmente razziste”.

“Amazon non è solo in queste cattive pratiche, ma si trova al centro di un sistema fallito che guida la disuguaglianza, il crollo climatico e il decadimento democratico che segnano la nostra epoca”, ha scritto Make Amazon Pay nelle sue richieste.

In una dichiarazione, il portavoce di Amazon Kelly Nantel ha dichiarato a Insider che la società sta “inventando e investendo in modo significativo” in molte delle categorie affrontate dalla campagna, inclusi gli sforzi per il clima, come l’impegno a raggiungere le emissioni nette di carbonio entro il 2040 e spinge a migliorare la competitività salari e benefici.

“Questi gruppi rappresentano una varietà di interessi e, sebbene non siamo perfetti in nessuna area, se guardi obiettivamente a ciò che Amazon sta facendo in ciascuna di queste aree vedrai che prendiamo molto sul serio il nostro ruolo e il nostro impatto, “Ha detto Nantel.

L’ascesa di Make Amazon Pay segue anche una forte spinta alla sindacalizzazione in tutta l’azienda, inclusa la più recente in un magazzino Amazon a Staten Island che ha presentato istanza di voto sindacale il mese scorso . Il gigante dell’e-commerce è stato coinvolto in polemiche all’inizio di quest’anno dopo che sono emerse notizie secondo cui avrebbe partecipato a tattiche antisindacali che potrebbero aver ostacolato un voto in un magazzino in Alabama.

Come parte dello sforzo Make Amazon Pay, la campagna ha anche accusato Amazon di eludere le tasse . Secondo un rapporto di ProPublica pubblicato a giugno , il suo fondatore Jeff Bezos non ha pagato alcuna imposta sul reddito tra il 2006 e il 2018. Attualmente è la persona più ricca del mondo con un patrimonio netto di 210,7 miliardi di dollari.

“Durante la pandemia di COVID-19, Amazon è diventata una società da un trilione di dollari, con Bezos che è diventata la prima persona nella storia ad accumulare $ 200 miliardi di ricchezza personale”, ha scritto Make Amazon Pay sul suo sito web. “Nel frattempo, i magazzinieri di Amazon hanno rischiato la vita come lavoratori essenziali e hanno ricevuto solo per breve tempo un aumento di stipendio”.

Make Amazon Pay è stata costituita per la prima volta nel 2020 e da allora ha contribuito a guidare una serie di scioperi e proteste contro le politiche aziendali, in particolare quando i disordini sono aumentati durante la pandemia.

“La ricchezza di Amazon è aumentata così tanto durante la pandemia che i suoi proprietari potrebbero pagare a tutti gli 1,3 milioni di dipendenti un bonus COVID di 690.000 dollari ed essere ancora ricchi come lo erano nel 2020”, afferma un video sul sito web Make Amazon Pay.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial