HomeLinuxCome utilizzare il comando chattr su Linux

Come utilizzare il comando chattr su Linux

Insieme alle solite autorizzazioni di lettura, scrittura ed esecuzione dei file , i file Linux hanno un altro insieme di attributi che controllano altre caratteristiche del file. Ecco come vederli e cambiarli.

Autorizzazioni e attributi

In Linux, chi può accedere a un file e cosa può fare con esso è controllato da un set di  autorizzazioni incentrato sull’utente . Sia che tu possa leggere il contenuto di un file , scrivere nuovi dati nel file o eseguire un file se è uno script o un programma, è tutto governato da quel set di autorizzazioni. Le autorizzazioni vengono applicate al file, ma definiscono le restrizioni e le capacità per diverse categorie di utenti.

Esistono autorizzazioni per il  proprietario  del file, per il  gruppo  del file e per  altri , ovvero utenti che non rientrano nelle prime due categorie. È possibile utilizzare il lscomando con l’ -lopzione (elenco lungo) per visualizzare le autorizzazioni su un file o una directory.

Per modificare i permessi, usa il chmodcomando . Almeno, puoi se hai i permessi di scrittura per il file o se sei l’utente root.

Possiamo vedere che le autorizzazioni dei file sono incentrate sull’utente perché assegnano o rimuovono le autorizzazioni a livello di utente. Al contrario, gli  attributi  di un file sono incentrati sul file system. Come le autorizzazioni, sono impostate sul file o sulla directory. Ma una volta impostati, sono gli stessi per tutti gli utenti.

Gli attributi sono una raccolta separata di impostazioni dalle autorizzazioni. Gli attributi controllano le caratteristiche come l’immutabilità e altri comportamenti a livello di file system. Per vedere gli attributi di un file o di una directory utilizziamo il lsattrcomando. Per impostare gli attributi utilizziamo il chattrcomando.

Le autorizzazioni e gli attributi sono archiviati all’interno  degli inode . Un inode è una  struttura del file system  che contiene informazioni sugli oggetti del file system come file e directory . La posizione di un file sul disco rigido, la sua data di creazione, i suoi permessi e i suoi attributi sono tutti memorizzati all’interno del suo inode.

Poiché diversi file system hanno strutture e capacità sottostanti diverse, gli attributi possono comportarsi in modo diverso, o essere completamente ignorati, da alcuni file system. In questo articolo, stiamo usando ext4 quale è il file system predefinito per molte distribuzioni Linux.

Osservare gli attributi di un file

I comandi chattrlsattrsaranno già presenti sul tuo computer, quindi non è necessario installare nulla.

Per controllare gli attributi sui file nella directory corrente, utilizzare lsattr:

lsattr

Elenco degli attributi di file per tutti i file in una directory

Le linee tratteggiate sono segnaposto per gli attributi non impostati. L’unico attributo impostato è l’ eattributo (extents). Ciò mostra che gli inode del file system stanno utilizzando, o utilizzeranno, se necessario, estensioni per puntare a tutte le parti del file sul disco rigido.

Se il file è contenuto in una sequenza contigua di blocchi del disco rigido, il suo inode deve solo registrare il primo e l’ultimo blocco utilizzati per archiviare il file. Se il file è frammentato , l’inode deve registrare il numero del primo e dell’ultimo blocco di ogni parte del file. Queste coppie di numeri di blocco del disco rigido sono chiamate estensioni.

Questo è l’elenco degli attributi più comunemente usati.

  • a : Aggiungi solo. Un file con questo attributo può essere aggiunto solo a. Può ancora essere scritto, ma solo alla fine del file. Non è possibile sovrascrivere nessuno dei dati esistenti all’interno del file.
  • c : compresso. Il file viene compresso automaticamente sul disco rigido e decompresso quando viene letto. I dati scritti sui file vengono compressi prima di essere scritti sul disco rigido.
  • R : Nessun atime aggiornamento . Il atimeè un valore in un inode che registra l’ultimo accesso a un file.
  • C : Nessuna copia su scrittura. Se due processi richiedono l’accesso a un file, è possibile assegnare loro dei puntatori allo stesso file. Viene data loro una copia univoca del file solo se tentano di scrivere sul file, rendendolo unico per quel processo.
  • d : Nessuna discarica. Il comando Linux dumpviene utilizzato per scrivere copie di interi file system su supporti di backup. Questo attributo fa dumpignorare il file. È escluso dal backup.
  • D : Aggiornamenti sincroni delle directory. Quando questo attributo è attivato per una directory, tutte le modifiche a tale directory vengono scritte in modo sincrono, ovvero immediatamente, sul disco rigido. Le operazioni sui dati possono essere memorizzate nel buffer.
  • e : Formato estensione. L’ eattributo indica che il file system sta utilizzando le estensioni per mappare la posizione del file sul disco rigido. Non puoi cambiarlo con chattr. È una funzione del funzionamento del file system.
  • io : immutabile. Un file immutabile non può essere modificato, inclusa la ridenominazione e l’eliminazione. L’utente root è l’unica persona che può impostare o deselezionare questo attributo.
  • s : cancellazione sicura. Quando un file con questo set di attributi viene eliminato, i blocchi del disco rigido che contenevano i dati del file vengono sovrascritti con byte contenenti zero. Si noti che questo non è rispettato dal ext4file system.
  • S : Aggiornamenti sincroni. Le modifiche a un file con il relativo Sset di attributi vengono scritte nel file in modo sincrono.
  • u : L’eliminazione di un file con il relativo uattributo impostato provoca l’esecuzione di una copia del file. Questo può essere utile per il recupero dei file se il file è stato rimosso per errore.

Modifica degli attributi di un file

Il chattrcomando ci consente di modificare gli attributi di un file o di una directory. Possiamo utilizzare gli operatori +(imposta) e -(non impostato) per applicare o rimuovere un attributo, in modo simile al chmodcomando e alle autorizzazioni.

Il chattrcomando ha anche un  =operatore (solo set). Questo imposta gli attributi di un file o di una directory solo sugli attributi specificati nel comando. Cioè, tutti gli attributi  non  elencati nella riga di comando non sono  impostati .

Impostazione dell’attributo Aggiungi solo

Impostiamo l’attributo append-only su un file di testo e vediamo come influisce su ciò che possiamo fare con il file.

sudo chattr +un file di testo.txt

Impostazione dell'attributo append only su un file di testo

Possiamo verificare che il bit di sola aggiunta sia stato impostato usando lsattr:

lsattr file di testo.txt

Elenco degli attributi per un file di testo

La lettera “ a” indica che l’attributo è stato impostato. Proviamo a sovrascrivere il file. Il reindirizzamento dell’output a un file con una singola parentesi angolata ” >” sostituisce tutto il contenuto del file con l’output reindirizzato.

Abbiamo precaricato il file di testo con del testo segnaposto lorem ipsum .

gatto file di testo.txt

Testo segnaposto in un file di testo

Reindirizzeremo l’output da lsnel file:

ls -l > file di testo.txt
sudo ls -l > file-di testo.txt

Tentativo di sovrascrivere un file di testo di sola aggiunta

L’operazione non è consentita, anche se utilizziamo il sudocomando .

Se utilizziamo due parentesi angolari “ >>” per reindirizzare l’output, viene aggiunto ai dati esistenti nel file. Questo dovrebbe essere accettabile per il nostro file di testo di sola aggiunta.

sudo ls -l >> file-di testo.txt

Reindirizzamento dell'output alla fine di un file di testo

Torniamo al prompt dei comandi senza alcun messaggio di errore. Diamo un’occhiata all’interno del file per vedere cosa è successo.

gatto file di testo.txt

Esame del contenuto di un file di testo

L’output reindirizzato da lsè stato aggiunto alla fine del file.

Nuovi dati aggiunti a un file di testo di solo accodamento

Sebbene possiamo aggiungere dati al file, questa è l’unica modifica che possiamo apportare ad esso. Non possiamo eliminarlo e nemmeno eseguire il root.

rm file di testo.txt
sudo rm file di testo.txt

Impossibile eliminare un file di testo di solo accodamento

Impostazione dell’attributo immutabile

Se vuoi proteggere un file a cui non verranno mai aggiunti nuovi dati, puoi impostare l’attributo immutabile. Ciò impedisce tutte le modifiche al file, inclusa l’aggiunta di dati.

sudo chattr +i secondo-file.txt
lsattr secondo-file.txt

Impostazione dell'attributo immutabile su un file di testo

Possiamo vedere ” i” che indica che l’attributo immutabile è stato impostato. Avendo reso il nostro file immutabile, anche l’utente root non può rinominarlo ( mv), eliminarlo ( rm) o aggiungervi dati.

sudo mv secondo-file.txt nuovo-nome.txt
sudo rm secondo-file.txt
sudo ls -l >> secondo-file.txt

Un file immutabile che resiste al cambiamento

Non fare affidamento sull’eliminazione sicura su ext4

Come abbiamo sottolineato, alcuni sistemi operativi non supportano tutti gli attributi. L’attributo secure delete non è rispettato dalla extfamiglia di file system , incluso ext4. Non fare affidamento su questo per l’eliminazione sicura dei file.

È facile vedere che questo non funziona in ext4. Imposteremo l’ sattributo (eliminazione sicura) su un file di testo.

sudo chattr +s terzo-file.txt

Impostazione dell'attributo di eliminazione sicura su un file di testo

Quello che faremo è scoprire l’inode che contiene i metadati su questo file. L’inode contiene il primo blocco del disco rigido occupato dal file. Il file contiene del testo segnaposto lorem ipsum .

Leggeremo quel blocco direttamente dal disco rigido per verificare che stiamo leggendo la posizione corretta del disco rigido. Elimineremo il file e quindi leggeremo di nuovo lo stesso blocco di immersione difficile. Se l’attributo di eliminazione sicura viene rispettato, dovremmo leggere i byte azzerati.

Possiamo trovare l’inode del file usando il hdparmcomando con l’ --fibmapopzione (file block map).

sudo hdparm --fibmap terzo-file.txt

Trovare l'inode di un file

Il primo blocco del disco rigido è 18100656. Useremo il ddcomando per leggerlo.

Le opzioni sono:

  • if=/dev/sda : legge dal primo disco rigido su questo computer.
  • bs=512 : usa una dimensione del blocco del disco rigido di 512 byte.
  • skip=18100656 : Salta tutti i blocchi prima del blocco 18100656. In altre parole, inizia a leggere dal blocco 18100656.
  • count=1 : legge un blocco di dati.
sudo dd if=/dev/sda bs=512 skip=18100656 count=1

Lettura del primo blocco del disco rigido di un file

Come previsto, vediamo il testo segnaposto lorem ipsum . Stiamo leggendo il blocco corretto sul disco rigido.

Ora cancelleremo il file.

rm terzo-file.txt

Se leggiamo lo stesso blocco del disco rigido, possiamo ancora vedere i dati.

sudo dd if=/dev/sda bs=512 skip=18100656 count=1

Lettura dei dati da un blocco del disco rigido utilizzato da un file eliminato

Ancora una volta, non dipendere da questo per l’eliminazione sicura su ext4.Sono disponibili metodi migliori per eliminare i file in modo che non possano essere recuperati.

Utile, ma da usare con cautela

L’impostazione degli attributi dei file può renderli immuni a disastri accidentali. Se non riesci a eliminare o sovrascrivere un file, è abbastanza sicuro.

Potresti pensare di volerli applicare ai file di sistema e rendere più sicura la tua installazione di Linux . Ma i file di sistema devono essere sostituiti periodicamente quando vengono emessi aggiornamenti o vengono applicati aggiornamenti. Per questo motivo, è più sicuro utilizzare questi attributi solo su file di tua creazione.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial