domenica, Novembre 27, 2022
HomeCriptovaluteCosa fare se il tuo Bitcoin, ether o altra criptovaluta viene rubato

Cosa fare se il tuo Bitcoin, ether o altra criptovaluta viene rubato

Se hai investito in Bitcoin, ether o qualsiasi altra criptovaluta , ecco due verità: i tuoi risparmi sono un obiettivo per i ladri e può essere difficile recuperare i tuoi fondi se accade il peggio.

Gli scambi di criptovalute vengono hackerati sorprendentemente spesso. Uno dei più grandi furti si è verificato ad agosto, quando i criminali informatici hanno rubato $ 610 milioni in varie criptovalute dalla piattaforma cinese Poly Network. Gli hacker alla fine hanno restituito i fondi.

Questo è un caso raro. Mt. Gox, un exchange giapponese, è stato costretto alla  bancarotta  nel 2014 dopo che i truffatori hanno raccolto 450 milioni di dollari in Bitcoin e altre criptovalute. Secondo un rapporto della società di intelligence crittografica CipherTrace, nei primi sette mesi di quest’anno le perdite per hacking, furti, frodi e appropriazione indebita hanno totalizzato $ 681 milioni  . Se le perdite continuano a ritmo, ammonterebbero a 1,17 miliardi di dollari, anche se sarebbe un calo rispetto ai 1,9 miliardi di dollari dell’anno scorso.

Anche se conservi la tua criptovaluta in uno degli scambi consolidati, potresti dover affrontare uno sforzo per recuperare i tuoi fondi. Dopo aver ricevuto migliaia di reclami dei clienti relativi al suo servizio clienti, Coinbase, uno degli scambi più popolari, ha avviato una linea di supporto telefonico dal vivo a settembre, che non sembra aver soddisfatto alcuni dei suoi clienti insoddisfatti .

Coinbase non ha risposto a una richiesta di commento, ma  osserva sul suo sito Web che offre “un’assicurazione contro la criminalità” che protegge una parte delle risorse digitali conservate nei suoi sistemi di archiviazione da perdite dovute a furto, comprese le violazioni dei dati.

Ovviamente, ciò non aiuterà se qualcuno hackera il tuo portafoglio personale, il software e talvolta l’hardware utilizzato per archiviare le criptovalute, piuttosto che lo scambio stesso. Nessuno è responsabile delle criptovalute, che sono decentralizzate. Potresti voler lamentarti, ma buona fortuna a trovare qualcuno che ti ascolti.

Cosa c’è di peggio che avere i tuoi fondi derubati? Guardare il denaro muoversi sulla blockchain, la tecnologia che alimenta le criptovalute creando un registro pubblico delle transazioni.

“I tuoi fondi rubati sono proprio lì in bella vista, ma non c’è modo di recuperarli”, ha affermato Don Pezet, co-fondatore della società di formazione IT online ITProTV. “È come se qualcuno ti avesse rubato la macchina e l’avesse parcheggiata proprio davanti a casa tua”.

L’approccio migliore, ovviamente, è assicurarsi che le tue criptovalute non vengano mai rubate. Ciò significa spostarne il più possibile in portafogli “freddi” che non sono connessi a Internet. Proteggi tutti i fondi che lasci in portafogli “caldi”, che sono ospitati online, il più strettamente possibile.

Se dovesse succedere qualcosa di brutto, non perdere la speranza. Ecco alcuni consigli degli esperti:

Proteggi ciò che resta

Se è rimasto qualcosa nel tuo portafoglio compromesso, trasferiscilo, dice Pezet. Elimina il portafoglio e prendine uno nuovo.

Qualsiasi password relativa al tuo account di scambio dovrebbe essere modificata il prima possibile, afferma Andrew Gunn, analista senior di intelligence sulle minacce presso ZeroFox. Cambia account di posta elettronica. Se ritieni che il dispositivo che hai utilizzato per accedere al tuo account possa essere compromesso, riformattalo o, preferibilmente, non utilizzarlo più.

Chiama il servizio clienti

Se il tuo scambio è più grande e più conosciuto, è più probabile che tu riceva aiuto. Agisci in fretta e il tuo scambio potrebbe essere in grado di congelare i tuoi fondi, a seconda della fase in cui si trova il furto, dice Gunn.

Tieni presente, tuttavia, che molti scambi non sono molto obbligati ad aiutare. Alcuni scambi si trovano in paesi con poche normative che coprono le criptovalute. Alcuni paesi non considerano le criptovalute una risorsa, afferma Pezet, riducendo ulteriormente le probabilità di aiuto da parte delle autorità.

Denuncia il furto

È improbabile che un rapporto formale aiuti a recuperare le criptovalute rubate, ma non fa male avere un numero di pratica o una documentazione. Non sai mai se ci sarà un reclamo assicurativo o una causa di cui potresti essere parte. Avere prove che hai preso sul serio il furto ti aiuterà a stabilire la tua posizione, se necessario.

In alcuni casi, l’FBI e le società di tracciamento delle criptovalute sono state in grado di recuperare la criptovaluta. Ad esempio, nel caso dell’attacco ransomware Colonial Pipeline , l’FBI, con l’aiuto di esperti di tracciamento, è stata in grado di recuperare circa $ 2,3 milioni dei $ 4,4 milioni pagati in Bitcoin come riscatto. Ma non è probabile che le autorità federali arrivino a quel tipo di lunghezze per la persona media.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial