martedì, Maggio 21, 2024

Cosa sapere sul nuovo visore Apple Vision Pro da €4000 euro

In un annuncio rivoluzionario oggi, Apple ha svelato il suo attesissimo visore AR/VR chiamato Vision Pro al WWDC 2023 che segna l’ingresso ufficiale dell’azienda nel mercato della Tecnologia immersiva. Il dispositivo tanto atteso, Vision Pro, promette di rivoluzionare il modo in cui percepiamo e interagiamo con i contenuti digitali.

Eye Sight, una Tecnologia innovativa: Con l’integrazione di occhi, mani e voce, l’interazione con il mondo virtuale diventa un processo continuo e intuitivo. Gesti discreti, come i movimenti degli occhi, consentono agli utenti di navigare tra le schermate, mentre un semplice tocco seleziona gli elementi e un movimento di capovolgimento consente uno scorrimento fluido. L’input vocale assume una nuova dimensione con la possibilità di dettare utilizzando Siri, rendendolo facile come conversare. Inoltre, Magic Notepad e Magic Keyboard possono essere portati senza problemi nel mondo AR, consentendo un ambiente di lavoro familiare e produttivo. FaceTime, un’amata funzionalità Apple, funziona perfettamente su tutti i dispositivi all’interno dell’ecosistema Apple, consentendo videochiamate coinvolgenti e realistiche.

Apple presenta Vision Pro, il suo primo visore AR/VR al WWDC 2023
Credito immagine: Apple WWDC 2023

Foto e Video spaziali: Con l’incorporazione della prima fotocamera 3D di Apple, gli utenti possono ora catturare l’ambiente circostante con straordinari dettagli tridimensionali. L’avanzata tecnologia della fotocamera del visore consente agli utenti di registrare filmati in 3D, preservando non solo l’aspetto visivo ma anche la profondità e le informazioni spaziali della scena. Ciò che rende questa funzionalità davvero notevole è la possibilità di rivisitare questi momenti catturati e rivivere i ricordi con un solo clic.

Intrattenimento dal primo giorno: Apple ha promesso la disponibilità di più di 100 titoli arcade dal primo giorno del rilascio di Vision Pro e allo stesso modo rivoluzionario collaborazione con Disney+ equivarrà alla presenza delle cose più sorprendenti e divertenti che ci aspettiamo di guardare su un dispositivo come questo.

Vision Pro non nasconde i tuoi occhi: Grazie alla tecnologia avanzata, l’auricolare cattura il tuo aspetto naturale, le emozioni e le espressioni facciali, dando vita a un personaggio digitale che rispecchia da vicino la vita reale. Ciò che distingue questa funzione è la straordinaria capacità di creare una visione 3D dei tuoi occhi, anche mentre indossi il visore. Ciò significa che i tuoi occhi, con la loro brillantezza e profondità uniche, diventano visibili agli altri nel mondo virtuale, aggiungendo un livello di realismo e connessione che prima era irraggiungibile. Immagina di esplorare ambienti virtuali, interagire con gli altri ed esprimerti in modo autentico, il tutto mantenendo le sottili sfumature e l’espressività dei tuoi occhi.

Prezzo: Il visore Apple AR/VR, con un prezzo approssimativo $ 3.499 e sarà disponibile entro il prossimo anno, ponendo le basi per un robusto ecosistema di realtà aumentata e virtuale.

Al centro del Vision Pro si trova una serie di tecnologie avanzate, tra cui due chip (un chip M2 e un nuovo chip R1) e ben 12 telecamere, 5 sensori e 6 microfoni, consentendo agli sviluppatori di creare esperienze di nuova generazione che superano le capacità degli attuali visori VR/AR con un avanzato sistema di sensori in tempo reale. Le caratteristiche dell’auricolare due display micro-OLED 8K con 23 milioni di pixel davanti agli occhi dell’utente, completato da Sensori LiDAR per una maggiore consapevolezza spaziale.

Telecamere IR su Vision Pro
Credito immagine: Apple WWDC 2023

Una caratteristica unica di Continuity, accennata in un recente deposito di brevetto, consente agli utenti di farlo trasferire musica o rispondere alle e-mail mentre si indossa l’auricolare. La suite di App iOS di Apple, incluso FaceTime, Mappe e Postaè stato adattato per questa esperienza immersiva, portando le interazioni digitali a nuovi livelli.

Integrazione dell'app su Vision Pro
Credito immagine: Apple WWDC 2023

In termini di prestazioni, le cuffie Apple AR/VR sono dotate di a potente chip M2 e un nuovissimo chip R1, trovando un equilibrio tra potenza ed efficienza energetica. Con Supporto Wi-Fi 6Eè possibile il trasferimento continuo dei dati tra le cuffie e altri dispositivi, eliminando la necessità di cavi fisici.

Chip R1 e M2
Credito immagine: Apple WWDC 2023

L’auricolare può essere fornito con un Caricabatterie per MacBook da 96 W e un batteria esterna, consentendo fino a due ore aggiuntive di utilizzo. Il pacco batteria esterno leggero e portatile garantisce un’esperienza immersiva confortevole ed estesa.

Gli utenti possono scegliere tra una vasta gamma di opzioni di controllo intuitive, tra cui tracciamento delle mani e degli occhi, Integrazione Siri, tastiera e mousee controllo tramite altri dispositivi Apple. L’inserimento di a Corona digitalesimile ad AirPods Max, consente agli utenti di farlo passare dalla modalità di realtà aumentata a quella virtuale senza sforzo. Apple sta inoltre esplorando lo sviluppo di anelli intelligenti o altre tecnologie indossabili per migliorare le capacità di tracciamento delle mani e riconoscimento dei gesti.

Vision OS
Credito immagine: Apple WWDC 2023

In esecuzione su un sistema operativo personalizzato chiamato Vision OSche richiama somiglianze con iOS, l’auricolare Apple AR/VR offre una perfetta integrazione con l’ecosistema Apple e fornisce una piattaforma ottimizzata per esperienze coinvolgenti.

La privacy è in prima linea nella visione di Apple con l’introduzione della tecnologia Vision Pro delle cuffie Apple AR/VR. ID ottico, una funzionalità rivoluzionaria simile a Face ID, garantisce che i dati dell’utente rimangano archiviati in modo sicuro solo nel processore Secure Enclave. Come sempre, la crittografia dei dati fornisce un ulteriore livello di protezione, salvaguardando le informazioni sensibili. Con Optic ID, l’auricolare può distinguere in modo univoco tra le persone, garantendo un’esperienza personalizzata senza compromettere la privacy.

In particolare, l’auricolare rispetta la privacy dell’utente mantenendo il suo sguardo privato da app e siti Web fino a quando non viene cliccato esplicitamente. I dati della fotocamera vengono elaborati a livello di singolo utente, migliorando ulteriormente le misure sulla privacy. L’impegno di Apple per la privacy è evidente dal deposito di 5.000 brevetti durante lo sviluppo di questa tecnologia, sottolineando la loro dedizione alla protezione dei dati degli utenti e alla tutela della privacy individuale nel mondo immersivo di AR/VR.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: