mercoledì, Febbraio 8, 2023
HomeNotizieDal 1° febbraio i creatori di YouTube Shorts potranno monetizzare

Dal 1° febbraio i creatori di YouTube Shorts potranno monetizzare

YouTube ha annunciato che i creatori possono iniziare a realizzare entrate pubblicitarie su Shorts a partire dal 1° febbraio, a seguito della promessa di settembre che l’opzione di monetizzazione era in arrivo. Il cambiamento sta arrivando come parte di un aggiornamento più ampio del Programma partner di YouTube , che richiederà a tutti coloro che ne fanno attualmente parte di firmare nuovi termini di accordo, indipendentemente dal fatto che stiano cercando di guadagnare da YouTube Short.

I creatori sono stati in grado di guadagnare un po’ di soldi dal formato lanciato nel 2021 per un po’ tramite cose come Superchat e integrazioni per gli acquisti, oltre a un fondo per i creatori che la società aveva creato, ma quel modello non era poi così tanto meglio dello schema di monetizzazione di TikTok. Ciò che TikTok non fa, tuttavia, è condividere direttamente le entrate pubblicitarie con i creatori, qualcosa che YouTube ha fatto per anni per i video tradizionali e che ora sta portando a Shorts.

I creatori non dovranno necessariamente optare per la monetizzazione dei cortometraggi se non lo desiderano. YouTube afferma che sta introducendo un sistema modulare per i termini del programma partner: tutti i membri del programma dovranno firmare un accordo di base che determina cose come ciò che puoi pubblicare sul sito e come funziona il pagamento. Questo vale per i creator che sono già partner di YouTube; la società afferma che avranno tempo fino al 10 luglio 2023 per accettare i nuovi termini, altrimenti la loro capacità di monetizzare con la piattaforma verrà disattivata e dovranno presentare nuovamente domanda al programma.

Poi ci sono accordi aggiuntivi per la monetizzazione della “Pagina di visualizzazione” e degli Short, che puoi concordare separatamente. L’accordo Shorts, che sarà disponibile il 1° febbraio, è fondamentalmente quello che dice sulla scatola, dandoti una riduzione delle entrate da “annunci visualizzati tra i video nel feed Shorts”. L’accordo sulla pagina di visualizzazione copre essenzialmente le altre cose; live streaming e video tradizionali “di lunga durata” su YouTube, YouTube Music o YouTube Kids.

Fondamentalmente, i contenuti che guardi su una pagina simile a questa:

Screenshot di una pagina video di YouTube.
L’accordo sulla pagina di visualizzazione copre, come suggerisce il nome, i video che utilizzano la pagina di visualizzazione.

C’è anche un addendum per “prodotti commerciali” come abbonamenti , messaggi Super Chat, Super Sticker e Super Grazie, anche se la società afferma che non dovrai accettare nuovamente questi termini se hai già attivato le funzionalità per il tuo canale.

YouTube afferma che questo approccio modulare consentirà di “aggiungere nuove opportunità di monetizzazione in futuro senza dover aggiornare o modificare l’intero accordo di monetizzazione”. La società afferma inoltre che puoi disattivare alcuni moduli di monetizzazione dopo esserti registrato, anche se sto lottando per trovare motivi per cui qualcuno lo farebbe: sembra che farlo limiterebbe arbitrariamente le tue opzioni di monetizzazione.

L’annuncio arriva mentre YouTube sta rivedendo i requisiti per aderire al Programma partner di YouTube. Uno dei requisiti era che dovevi ottenere 4.000 ore di visualizzazione pubblica sui tuoi contenuti negli ultimi 12 mesi. A partire da ottobre 2022, Shorts è stato conteggiato per quel numero. A partire da gennaio 2023, tuttavia, non è più così, secondo la panoramica del Programma partner di YouTube e la pagina di supporto per l’idoneità. Invece, quella parte del requisito di ammissibilità è stata modificata; ora devi ottenere le 4.000 ore su contenuti diversi dai cortometraggi o ottenere 10 milioni di visualizzazioni sui tuoi cortometraggi pubblici negli ultimi 90 giorni. (In ogni caso, devi anche avere almeno 1.000 abbonati per essere idoneo.)

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial