mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeNotizieDonald Trump è tornato su Twitter

Donald Trump è tornato su Twitter

Con una mossa sorprendente, Twitter ha revocato la “sospensione permanente” dell’account dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

La mossa segue un sondaggio su Twitter condotto da Elon Musk che chiedeva agli utenti se ripristinare l’account di Trump: la maggior parte dei 15 milioni di intervistati ha risposto affermativamente.

Libertà di parola o briglia sciolta di re Elon

Molti sono scioccati nel vedere l’  account @realDonaldTrump di nuovo su Twitter mentre altri esultano ” bentornato “, mentre Twitter ripristina l’account di Donald Trump insieme ai suoi dati e ai suoi follower prima della “sospensione permanente”.

La svolta di 180 gradi di Twitter arriva dopo che circa il 52% di tutti gli intervistati ha votato per riportare la presenza di Trump su Twitterverse, in un sondaggio avviato dal CEO della piattaforma Elon Musk:

Sondaggio su Twitter di Trump

15.000.000 di voti sono arrivati ​​al ritmo di circa 1 milione di voti ogni ora .

“La gente ha parlato. Trump sarà reintegrato. Vox Populi, Vox Dei “,  ha twittato oggi Musk.

Come le stesse elezioni presidenziali statunitensi del 2016, la controversa decisione ha lasciato Twitter polarizzato.

E quelli scontenti dello sviluppo e citando problemi di sicurezza sono molti:

Sospensione “permanente” non così permanente

Nel gennaio 2021, Twitter aveva sospeso definitivamente l’account di Trump  citando la preoccupazione che i suoi tweet potessero causare ulteriori violenze negli Stati Uniti durante le rivolte del Campidoglio.

Twitter sospende Trump
L’account Twitter di Trump sospeso nel 2021

All’epoca, Twitter aveva fornito diverse ragioni prima di eliminare definitivamente Trump dalla piattaforma. Questi motivi includevano:

  • La dichiarazione del presidente Trump secondo cui non parteciperà all’inaugurazione è stata accolta da un certo numero di suoi sostenitori come un’ulteriore conferma che l’elezione non era legittima ed è visto come lui che rinnegava la sua precedente affermazione fatta tramite due Tweet ( 1 ,  2 ) dal suo vice Capo di Stato Maggiore, Dan Scavino, che ci sarebbe stata una “transizione ordinata” il 20 gennaio.
  • Il secondo Tweet può anche servire da incoraggiamento a coloro che potenzialmente considerano atti violenti che l’inaugurazione sarebbe un obiettivo “sicuro”, poiché non parteciperà.
  • L’uso delle parole “American Patriots” per descrivere alcuni dei suoi sostenitori viene anche interpretato come sostegno a coloro che commettono atti violenti al Campidoglio degli Stati Uniti.
  • La menzione dei suoi sostenitori che hanno una “VOCE GIGANTE a lungo nel futuro” e che “non saranno mancati di rispetto o trattati ingiustamente in alcun modo, forma o forma !!!” viene interpretato come un’ulteriore indicazione del fatto che il presidente Trump non intende facilitare una “transizione ordinata” e invece intende continuare a sostenere, responsabilizzare e proteggere coloro che credono di aver vinto le elezioni.
  • I piani per future proteste armate hanno già iniziato a proliferare dentro e fuori Twitter, incluso un proposto attacco secondario al Campidoglio degli Stati Uniti e agli edifici del Campidoglio il 17 gennaio 2021.

Trump indifferente

Quanto al fatto che Trump utilizzerà effettivamente Twitter per interagire con i suoi follower, non sembra così.

Alla riunione annuale della leadership della Republican Jewish Coalition tenutasi questo fine settimana, Trump  ha risposto a un relatore  con:

“[Elon] ha fatto un sondaggio e ho sentito che è molto travolgente, molto forte”, ma che preferisce attenersi alla piattaforma “Truth Social” di proprietà di Trump che sta andando “fenomenalmente bene” in termini di coinvolgimento, sollecita il ex presidente.

“Non vedo alcun motivo per questo”, ha risposto Trump sui suoi piani per tornare su Twitter, citando principalmente “molti problemi che vedi su Twitter”, inclusi impegni “negativi” e presenza di molti robot.

Allo stesso tempo, Mastodon ha visto una crescita esplosiva  con milioni di persone che si sono riversate sull’alternativa dei social media tra le continue tensioni su Twitter.

La decisione di oggi è l’ultima di una serie di scosse di Twitter dopo l’acquisizione di Musk, tra cui improvvisi  cambi di leadership ,  dimissioni di massa , sistema di verifica a pagamento di Twitter Blue che ha portato ad abusi da parte di truffatori di criptovalute  e attori di phishing .

Non sorprende che nel mondo di King Elon quasi nulla sembri permanente.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial