giovedì, Febbraio 29, 2024

Dubai svela l’ambizioso progetto MOON da 4 miliardi di dollari

Dubai ha recentemente rivelato il suo ambizioso piano per costruire una replica della luna al costo sbalorditivo di 4 miliardi di dollari. L’obiettivo primario di questo progetto è quello di avere un impatto significativo sull’economia degli Emirati Arabi Uniti (UAE).

Il visionario dietro il cosiddetto progetto “MOON” è l’imprenditore canadese Michael Henderson. Al centro dell’impresa ci sarà una maestosa replica della luna, che si erge a un’altezza di 274 metri, arroccata su un edificio di 30 metri a Dubai.

L’interno della replica della luna sarà trasformato in un enorme complesso turisticoche vanta un notevole hotel da 4.000 camere, un’impressionante arena da 10.000 posti, una vivace discoteca e un centro benessere all’avanguardia – aggiungendo al fascino, i visitatori potranno vivere un’esperienza straordinaria che simula la camminata sul luna attraverso una “colonia lunare” meticolosamente progettata.

Capitalizzazione su più settori

Henderson, co-fondatore di Moon World Resorts Inc e forza trainante di questo progetto visionario, trasuda fiducia nel marchio lunare. Nonostante sia nelle sue fasi iniziali, afferma che il loro marchio ha già ottenuto riconoscimenti in tutto il mondo.

Con un prezzo stimato di 4,28 miliardi di dollari, il progetto MOON Dubai mira ad attrarre l’incredibile cifra di 2,5 milioni di ospiti all’anno. Henderson, insieme alla co-fondatrice Sandra G Matthews, crede fermamente che questo afflusso di visitatori avrà effetti di vasta portata su vari settori dell’economia degli Emirati Arabi Uniti, in particolare nel regno del turismo.

In una dichiarazione congiunta, hanno espresso le loro intenzioni di capitalizzare su più settori, tra cui trasporti, immobili commerciali e residenziali, infrastrutture, servizi finanziari, aviazione e spazio, energia, MICE (Meetings, Incentives, Conferences and Exhibitions), agricoltura, Tecnologia , e l’istruzione.

Sottolineando il suo significato, affermano che il progetto sarà l’impresa turistica più grande e di maggior successo nella regione del Medio Oriente e del Nord Africa (MENA), raddoppiando di fatto il numero annuale di turisti che visitano Dubai: l’appeal globale, il riconoscimento del marchio e l’unicità integrata le offerte sono pronte a posizionare il progetto MOON come un’attrazione senza rivali.

I rapporti suggeriscono che la struttura potrebbe persino ospitare un potenziale casinò; sebbene il gioco d’azzardo rimanga proibito negli Emirati Arabi Uniti, strutture importanti come il Caesar’s Palace hanno già stabilito la loro presenza o stanno sviluppando progetti a Dubai. Inoltre, Wynn Resorts ha puntato sulla costruzione di un resort da 3,9 miliardi di dollari a Ras al-Khaimah, a nord di Dubai, con l’intenzione di introdurre il gioco d’azzardo entro il 2027. Questi sviluppi indicano che un cambiamento nelle leggi sul gioco d’azzardo degli Emirati Arabi Uniti potrebbe essere all’orizzonte.

L’esperto di Medio Oriente Christopher Davidson, rinomato autore di “Dagli sceicchi al sultanismo”, suggerisce che il progetto MOON si allinea perfettamente con la formula di legittimità abbracciata dall’élite dominante di Dubai. Pur essendo un’élite non democratica, la loro fede incrollabile nella Scienza e nel progresso funge da potente forza legittimante. Davidson ritiene che un’impresa monumentale come il progetto MOON soddisfi tutti i criteri e sarà probabilmente accolta con grande successo.

L’ambizioso progetto MOON da 4 miliardi di dollari di Dubai può davvero avere un impatto sostanziale sull’economia degli Emirati Arabi Uniti. Con le sue caratteristiche stravaganti, l’innovativa colonia lunare e una vasta gamma di offerte, il progetto può attrarre milioni di visitatori curiosi ogni anno, a simboleggiare l’incrollabile impegno di Dubai per il progresso e lo sviluppo.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: