HomeElon MuskElon Musk su Twitter: "col 25% di utenti bot dovrei pagare il...

Elon Musk su Twitter: “col 25% di utenti bot dovrei pagare il 25% in meno”

Elon Musk ha aumentato l’incertezza sulla sua offerta da 44 miliardi di dollari per Twitter dicendo che il prezzo dovrebbe essere ridotto della proporzione di account falsi sulla piattaforma e definendo “molto sospetta” la mancanza di spiegazioni di Twitter sulle sue stime.

Musk ha concordato sabato con il commentatore conservatore Ian Miles Cheong che ha twittato: “Se il 25% degli utenti sono bot, l’accordo di acquisizione di Twitter dovrebbe costare il 25% in meno”.

“Assolutamente,” rispose Musk.

Musk ha messo in attesa il suo accordo per l’acquisto di Twitter per $ 54,20 per azione fino a quando la piattaforma non potrebbe dimostrare che solo il 5% degli utenti sono bot.

Parlando al podcast “All-In” lunedì , ha affermato che la cifra sarebbe probabilmente “quattro o cinque volte” superiore.

Una riduzione del 25% ridurrebbe il valore dell’offerta a 33 miliardi di dollari. Quella somma è molto più vicina al valore di mercato di Twitter di poco meno di $ 30 miliardi. Le azioni hanno chiuso venerdì a New York a $ 38,29.

Musk in precedenza ha messo in dubbio la mancanza di spiegazioni di Twitter rispetto alla stima del 5%, dicendo che non aveva alcun incentivo a contrastare gli account falsi.

“Sono preoccupato che Twitter abbia un disincentivo a ridurre lo spam, poiché riduce gli utenti giornalieri percepiti”, ha affermato Musk.

Rispondendo a un utente che ha chiesto se Twitter fosse stato in contatto, Musk ha risposto : “No, si rifiutano ancora di spiegare come calcolano che il 5% degli utenti giornalieri sia falso/spam! Molto sospetto”.

Segna l’ultima escalation della retorica in un turbolento processo di acquisizione e ha spinto Musk a ricordare agli investitori le sue priorità nei confronti delle sue altre società Tesla e SpaceX.

Musk aveva precedentemente suggerito di prelevare un campione di 100 utenti per determinare il numero di bot sulla piattaforma, presumibilmente violando un NDA con Twitter . Ha risposto alla spiegazione del CEO di Twitter Parag Agrawal sul motivo per cui ciò non era possibile con un’emoji di cacca.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial