HomeVideogiochiFortniteEpic: "in arrivo l'Unreal Editor per Fortnite"

Epic: “in arrivo l’Unreal Editor per Fortnite”

Il CEO di Epic Games, Tim Sweeney, ha rivelato che Epic, entro la fine dell’anno, rilascerà l’Unreal Editor per Fortnite. “Le funzionalità complete che hai visto [in Unreal Engine] si sono aperte in modo che chiunque possa creare contenuti di gioco e codice di altissima qualità e distribuirli in Fortnite senza dover fare un accordo con noi”, afferma Sweeney in una nuova intervista con Fast Company . “E’ aperto a tutti”.

Ciò che significa esattamente questo può probabilmente essere riassunto al meglio come Roblox che trasforma l’ecosistema dei creatori di Fortnite. Sweeney è un grande fan di come opera Roblox e, nonostante abbia un profilo mediatico inferiore rispetto a Fortnite, è uno degli unici veri contendenti del “metaverso” là fuori e il suo fascino risiede quasi interamente nei contenuti creati dagli utenti.

“Il nostro obiettivo è renderlo un punto vendita di prima classe per raggiungere i consumatori, proprio come potresti considerare gli app store e le console mobili e Steam come modi per raggiungere gli utenti. Ora le persone guardano anche a Fortnite e a Roblox, come modi per raggiungere gli utenti. Insieme a questo, stiamo costruendo un’economia e supporteremo i creatori nella creazione di attività commerciali attorno al loro lavoro e nell’ottenere profitti crescenti dal commercio che deriva dalle persone che riproducono i loro contenuti”.

La parte interessante è se Fortnite adotterà un approccio diverso per renumerare i creatori. Sweeney è assolutamente esplicito riguardo ai guardiani che scremano commissioni elevate e ha sicuramente messo i suoi soldi dove sono (Epic è impegnata in varie azioni contro i giganti della tecnologia, tutte riguardanti questioni antitrust sui canali di distribuzione). La grande critica a Roblox che rimane davvero attaccata è che sfrutta finanziariamente i creatori trattenendo un’enorme fetta dei profitti dal loro lavoro. Quindi una commissione bassa, o addirittura nessuna commissione, sembra un obiettivo aperto per Fortnite.

Sweeney crede davvero nel metaverso e non credermi sulla parola. L’anno scorso un tribunale ha stabilito che intendesse davvero tutte le cose che ha detto al riguardo nel caso antitrust Epic contro Apple: “La Corte generalmente ritiene che le convinzioni personali del signor Sweeney sul futuro del metaverso siano sinceramente sostenute”. Quando Sweeney parla di te che ordini un top Gucci dopo averlo esaminato in AR, lo fa sul serio.

“È un peccato che il metaverso sia così pubblicizzato in questo momento”, afferma Sweeney. “C’è tutto questo gas, blockchain e questo, ma sommi gli utenti e abbiamo scoperto che [ci sono] circa 600 milioni di persone che giocano socialmente a tipi di esperienze metaverse con i loro amici”.

Il tono di Sweeney è, essenzialmente, che le persone fraintendono il metaverso. Ne parla nei termini di un progetto lungo e in corso, formato da più filoni diversi e aperto a tutte le aziende, senza guardiani, ma ha gli occhi chiari sul fatto che sarà una battaglia per realizzarlo.

“Questo è il grande obiettivo degli sforzi antitrust mondiali: garantire che ogni partecipante al mercato possa competere in modo equo nel proprio mercato senza vincoli di monopolio”, afferma Sweeney. “Questo aprirà la strada al metaverso aperto. Senza quello, anche se tu avessi costruito il metaverso aperto, Apple e Google finirebbero comunque per dettare tutti i termini a tutti.

“Penso che non sia solo la principale questione economica e l’economia mondiale ora, penso anche che non puoi avere un mondo libero se non hai libertà online e libertà sulle piattaforme. Se hai due società che controllano tutto il discorso mondiale e inchinandosi ai governi, in particolare ai governi oppressivi, per agire come agenti per loro conto e spiare utenti e fonti di opinione e dissenso, allora penso che il mondo in cui finisci non sia quello in cui vorremmo vivere. sarebbe un posto piuttosto orribile. Quindi, penso che sia una questione sociale di prim’ordine il fatto che non permettiamo a nessuna di queste gigantesche mega-corporazioni di controllare il commercio online, il discorso e il metaverso. Davvero. ”

Vale la pena leggere l’intervista completa : puoi dire quello che ti piace di Sweeney, ma è più schietto della maggior parte dei grandi CEO della tecnologia e crede chiaramente a quello che sta dicendo. È anche onesto sul fatto che certe idee, come la proprietà universale degli avatar, potrebbero essere fantastiche ma rimangono dei sogni irrealizzabili.

“Purtroppo in questo momento [la crittografia è] impacchettata con molte speculazioni e molte vere e proprie truffe”, afferma Sweeney. “E molti sforzi sono falsi per costruzione in quanto la cosa che stanno perseguendo non raggiunge una versione plausibile degli obiettivi dichiarati. Sai, come le economie degli avatar blockchain, ad esempio, ci sono un sacco di aziende che aspirano a fare avatar che possiedi universalmente, ma nessuno di loro che ho trovato, nemmeno uno, ha effettivamente fatto alcuno sforzo per promuovere l’effettiva adozione di questi avatar da parte di giochi o ecosistemi reali. Vogliono solo costruire questa cosa e vendere avatar alle persone , ma in pratica sono completamente inutili.

“Credo fermamente che in futuro ci sarà un’economia multimiliardaria intorno ai beni digitali. Ma penso che gran parte dello sforzo di criptovaluta, in particolare per quanto riguarda lo spazio di gioco, non affronti quel problema di utilità. Sono mostrandoti beni digitali con cui non puoi fare nulla se non dire che lo possiedi. Puoi provare crittograficamente che lo possiedi, ma chi se ne frega?”

È un buon punto, perché nessuna società di giochi ha ancora trovato una buona risposta a questa domanda. Nonostante ciò, Sweeney pensa che la tecnologia sarà una sorta di “spina dorsale” in futuro, anche se non realizzata come lo è oggi, motivo per cui l’Epic Games St

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial