HomeMotoriF1, le nuove regole per impedire l'oscillazione delle auto

F1, le nuove regole per impedire l’oscillazione delle auto

Lo sport delle corse di Formula 1 ha subito un enorme cambiamento all’inizio di questa stagione quando ha introdotto nuove auto che sfruttano gli effetti aerodinamici del suolo per spingerle in pista. L’approccio aerodinamico è stato utilizzato l’ultima volta in F1 alla fine degli anni ’70 e all’inizio degli anni ’80 prima di essere bandito per motivi di sicurezza.

Un problema, quindi, che forse questa volta avrebbe dovuto essere previsto era una condizione chiamata porpoising, in cui le auto oscillano verticalmente a una frequenza piuttosto elevata mentre viaggiano ad alta velocità, scuotendo violentemente il conducente nel processo. Con il progredire di questa stagione, la Grand Prix Drivers’ Association è diventata sempre più esplicita sul potenziale rischio per la salute che ciò comporta per questi atleti. E giovedì, la Federation Internationale de l’Automobile (o FIA, l’organo di governo dello sport) ha annunciato di avere un piano per fare qualcosa al riguardo.

Cos’è la focena?

Mentre l’aria viaggia sotto la carrozzeria di un’auto di F1, si espande quando raggiunge il venturi nella parte posteriore dell’auto. Più veloce va l’auto, più carico aerodinamico genera attraverso questa espansione, fino a quando a un certo punto il flusso d’aria si stacca dal pavimento e va in stallo. Questo spazza via immediatamente tutto il carico aerodinamico e, senza quell’effetto che risucchia a terra l’auto, si solleva sulla sospensione.

Il problema è che questo riporta quindi l’auto in uno stato in cui il flusso d’aria si ricollega, e quindi viene risucchiato a terra, le velocità aumentano e quindi il flusso d’aria si ferma e l’auto si solleva di nuovo. Schiuma, risciacqua e ripeti più volte al secondo. Quando succede, l’autista viene rimbalzato su e giù al punto che alcuni segnalano problemi alla schiena.

Far scorrere le auto più in basso rispetto al suolo sigilla il pavimento in modo più efficace e aumenta il carico aerodinamico, ma aumenta anche il porpoising. L’aumento dell’altezza da terra riduce il carico aerodinamico e quindi diminuisce la velocità in curva e aumenta i tempi sul giro.

TD039

La FIA ha emanato una direttiva tecnica, TD039, che dà alle squadre un’idea di come l’organizzazione intende affrontare il problema. Un modo per ridurre l’effetto sarà prestare maggiore attenzione alla “tavola della legalità”, una lastra di legno composito chiamata Jabroc che deve avere un certo spessore alla fine della gara per evitare che le auto corrano troppo in basso rispetto al suolo. La FIA elaborerà anche una metrica, basata sull’accelerazione verticale, per la quantità accettabile di porpoising.

“L’esatta formula matematica per questa metrica è ancora in fase di analisi da parte della FIA e i team di Formula 1 sono stati invitati a contribuire a questo processo”, afferma la FIA .

La pubblicazione tedesca Auto Motor und Sport ha apparentemente ottenuto una copia completa della direttiva tecnica  e fornisce maggiori dettagli . Dice che il limite di oscillazione sarà determinato dopo le tre sessioni di prove libere di un weekend di Gran Premio. Le squadre dovranno eseguire tre giri consecutivi senza utilizzare il sistema di riduzione della resistenza per generare una linea di base per il porpoising, e la FIA controllerà le squadre per garantire che nessuno corri a un ritmo lento non competitivo per evitare il fenomeno.

La FIA determinerà quindi una configurazione sicura per l’altezza da terra di ciascuna vettura, le velocità della molla, le impostazioni degli ammortizzatori e il profilo aerodinamico. Questi non possono essere modificati, tranne per aumentare l’altezza da terra ancora più in alto o apportare modifiche alla pressione dei pneumatici, alle impostazioni dell’ala anteriore o altre modifiche necessarie per far fronte alle condizioni meteorologiche o al raffreddamento. E se una squadra non riesce a raggiungere il limite della FIA, la FIA può ordinare loro di aumentare l’altezza da terra di 10 mm non trascurabili.

La direttiva tecnica si applica dal Gran Premio del Canada di questo fine settimana.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial