facebok danni economici

Facebook sta vedendo un picco estremo nell’utilizzo in tutto il mondo a causa della pandemia di coronavirus in corso, la società lo ha sottolineato martedì in un post sul blog. Ma la maggior parte dell’utilizzo si concentra tra messaggistica privata e videochiamate, prodotti che l’azienda non monetizza

Di conseguenza, il colosso dei social media afferma che il suo business sta soffrendo mentre lotta per mantenere i suoi strumenti di comunicazione online e stabili.

Il post sul blog, scritto dal capo dell’analisi Alex Schultz e dal capo dell’ingegneria Jay Parikh, afferma che la messaggistica totale su Facebook, Instagram e WhatsApp nelle aree più colpite del globo, come l’Italia, è aumentata di oltre il 50 percento. Le videochiamate su Messenger e WhatsApp in quelle stesse aree sono più che raddoppiate, afferma il post.

“La crescita dell’utilizzo di COVID-19 non ha precedenti in tutto il settore e stiamo riscontrando nuovi record di utilizzo quasi ogni giorno”, scrive il duo. “Mantenere la stabilità durante questi picchi di utilizzo è più impegnativo del solito ora che la maggior parte dei nostri dipendenti lavora da casa”.

Allo stesso tempo la spesa pubblicitaria digitale sta diminuendo su tutta la linea nei paesi attualmente in blocco per arginare la diffusione di COVID-19. Quindi Facebook viene “influenzato negativamente” come molte altre aziende.

“Gran parte dell’aumento del traffico si sta verificando sui nostri servizi di messaggistica, ma abbiamo anche visto più persone che utilizzano i nostri prodotti di feed e storie per ottenere aggiornamenti da familiari e amici”, spiega il post. “Allo stesso tempo, la nostra attività viene influenzata negativamente come tante altre in tutto il mondo. Non monetizziamo molti dei servizi in cui stiamo assistendo a un maggiore coinvolgimento e abbiamo assistito a un indebolimento della nostra attività di pubblicità in paesi che intraprendono azioni aggressive per ridurre la diffusione di COVID-19 “.