HomeFacebookFacebook lancia il cloud gaming free-to-play, ma non su iOS

Facebook lancia il cloud gaming free-to-play, ma non su iOS

Facebook è l’ultimo gigante della tecnologia ad entrare nel mondo del cloud gaming, ma l’offerta dell’azienda è leggermente diversa dalla concorrenza. A differenza di Amazon o Google, che offrono entrambi servizi di cloud gaming indipendenti a pagamento, Facebook sta introducendo giochi cloud nella sua app esistente, molti dei quali sono giocabili in questo momento.

“Stiamo realizzando giochi free-to-play, stiamo realizzando giochi che tollerano la latenza, almeno all’inizio”, afferma Jason Rubin, vice president of play di Facebook. “Non promettiamo 4K, 60 fps, quindi ci paghi $ 6,99 al mese. Non stiamo cercando di convincerti ad acquistare un componente hardware, come un controller. “

Secondo Rubin, il motivo per cui Facebook sta esplorando il cloud è perché apre i tipi di giochi che può offrire. L’azienda ha iniziato con i giochi più di dieci anni fa con successi basati su Flash come FarmVille prima di passare a HTML5 per la sua piattaforma Instant Games, ma entrambe queste tecnologie sono relativamente limitate a esperienze più piccole e più semplici.

Rubin afferma che l’espansione al cloud significa giochi più complessi che l’azienda può ancora offrire in modo veloce e senza interruzioni. Quei giochi HTML5 non scompariranno, ma si affiancheranno invece alle nuove offerte cloud all’interno dell’app Facebook. (Va notato che Facebook ha acquisito il servizio di cloud gaming spagnolo PlayGiga l’anno scorso , aprendo la strada a questo lancio.)

“La piattaforma consentirà ai 300 milioni di giocatori che abbiamo di continuare a giocare ai giochi che preferiscono, ma pensiamo che si estenderanno e giocheranno anche a giochi più complessi”, dice Rubin. I giochi cloud free-to-play vengono lanciati su Facebook in versione beta a partire da oggi e la raccolta iniziale di titoli include principalmente porte Android, come il pilota 3D Asphalt 9 e il gioco di ruolo inattivo Mobile Legends: Adventure.

nuovi videogames su facebook

Stanno uscendo negli Stati Uniti per iniziare: Facebook afferma che includerà California, Texas e stati nel nord-est e nel medio atlantico. E saranno disponibili sia tramite il web che tramite l’app Facebook su Android. “Al momento non siamo su iOS, il che è un grosso problema per noi”, afferma Rubin. “Ci è impedito che Facebook avvii il browser e giochi.” ( È anche una specie di tema per il cloud gaming su iOS. )

A parte i tipi di giochi disponibili, l’esperienza principale non sarà molto diversa per gli utenti di Facebook. Vai su Facebook, vedi un gioco che ti piace, fai clic su di esso e inizia a giocare subito. Ma il lancio di oggi include anche alcune funzioni utili, tra cui un nuovo sistema di progressione incrociata legato al tuo accesso a Facebook. Se inizi a giocare ad Asphalt 9 tramite Facebook, ad esempio, e poi decidi di scaricare l’app mobile, tutti i tuoi progressi verranno trasferiti poiché sono legati al tuo accesso.

L’approccio di Facebook al cloud gaming è filosoficamente molto diverso da concorrenti come Google Stadia o Amazon’s Luna. La società non sta potenziando la sua tecnologia o cercando di garantire grandi giochi esclusivi. Invece, sembra più un’estensione di ciò che Facebook già offre: titoli veloci e facili da raccogliere che possono riempire alcuni momenti di inattività della tua giornata.

Detto questo, Rubin sembra ottimista sul fatto che il servizio crescerà al punto che potrebbe cambiare. Quando si tratta di esclusive, ad esempio, dice:

Non stiamo cercando di bloccare le persone. Non ne abbiamo bisogno perché non stiamo addebitando una commissione per provare questi giochi e sei già su Facebook. Un’esclusiva nel senso classico – cioè puoi giocare a questo gioco solo sulla piattaforma – probabilmente non ha senso per noi.

Quello che penso accadrà, è che una volta che la piattaforma avrà una vasta base di utenti, alcuni di questi sviluppatori diranno “Penso che dovremmo aggiungere alcune funzionalità che sfruttano queste capacità che non abbiamo mai avuto prima”. Vedremo quei giochi fare davvero bene sulla piattaforma e altri sviluppatori diranno “Quella era un’idea, dovremmo seguirla”. E poi da qualche parte lungo la linea, qualche società di giochi dirà “Dovremmo costruire un gioco che non può esistere da nessun’altra parte”.

Penso che quel gioco alla fine esisterà. Penso che ci saranno esclusive, ma non è qualcosa di cui abbiamo bisogno.

Allo stesso modo, anche se in questo momento l’attenzione si concentra sui giochi free-to-play, dice, “potrebbe arrivare un giorno in cui ha senso per noi offrire un gioco premium”. Ma la società voleva iniziare rendendo il più semplice possibile giocare a questi giochi. Gratuito di solito è abbastanza facile.

E anche se al momento è ancora teorico, alla fine potrebbe esserci un’integrazione con Facebook Gaming, il servizio di streaming in stile Twitch dell’azienda. “E se uno streamer stesse giocando a un gioco riproducibile su Facebook e lo streamer dicesse” Voglio giocare con uno di voi che vuole giocare “. Sceglie una di quelle persone, invia loro un URL e c’è Jill che suona con lui in streaming “, dice Rubin. “Questo è fantastico. Non c’è davvero alcun motivo per cui le cose non possano accadere “.

Sono molti se e in questo momento l’offerta cloud di Facebook non è esattamente il servizio più eccitante. Ma non deve nemmeno esserlo. Una delle grandi differenze tra questo e i concorrenti è che Facebook non sta cercando di venderti giochi. Il modello di business è molto diverso. Sul web, Facebook prende una riduzione standard del 30% degli acquisti in-app, mentre su Android non ci vuole nulla. Ci vuole anche un taglio di denaro guadagnato attraverso la pubblicità. L’obiettivo di questi giochi cloud non è venderti un abbonamento: è mantenerti su Facebook.

“Diamo via un sacco di cose gratuitamente, perché questo è un business per noi”, dice Rubin. “Non sottovalutare solo il coinvolgimento delle persone con le comunità su Facebook. Questo è quello che facciamo.”

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial