lunedì, Novembre 28, 2022
HomeFacebookFacebook sa che Instagram fa male alla salute mentale degli adolescenti

Facebook sa che Instagram fa male alla salute mentale degli adolescenti

La ricerca interna di Facebook mostra che la salute mentale degli utenti adolescenti è influenzata negativamente dall’utilizzo dell’app di condivisione di foto e video dell’azienda, Instagram, secondo un nuovo rapporto.

“Il 32% delle ragazze adolescenti ha affermato che quando si sentivano male per il proprio corpo, Instagram le faceva sentire peggio”, afferma un documento interno di Facebook recensito dal Wall Street Journal . “I confronti su Instagram possono cambiare il modo in cui le giovani donne si vedono e si descrivono”.

Questi risultati sono stati coerenti negli ultimi anni di ricerca interna, secondo il rapporto.

Nel 2019, una presentazione interna di Facebook, vista dal WSJ, diceva di Instagram: “Noi peggioriamo i problemi di immagine corporea per una ragazza adolescente su tre”.

Un’altra presentazione ha evidenziato una scoperta ancora più preoccupante: una piccola percentuale di utenti di Instagram adolescenti britannici e americani ha affermato di aver iniziato a pensare pensieri suicidi a causa del servizio.

Instagram è molto più popolare tra gli adolescenti rispetto al principale social network di Facebook e l’enorme base di utenti del servizio distorce i giovani: oltre il 40% degli utenti di Instagram ha meno di 22 anni, secondo i documenti esaminati dal Wall Street Journal.

I giovani utenti sono così fondamentali per il successo di Instagram che Facebook sta attualmente lavorando a una versione del servizio per bambini .

“Abbiamo identificato il lavoro giovanile come una priorità per Instagram e lo abbiamo aggiunto alla nostra lista di priorità H1, ha dichiarato il vicepresidente del prodotto di Instagram Vishal Shah in una nota interna visualizzata da BuzzFeed News . “Costruiremo un nuovo pilastro per i giovani all’interno della community Product Group per concentrarsi su due cose: (a) accelerare il nostro lavoro di integrità e privacy per garantire l’esperienza più sicura possibile per gli adolescenti e (b) creare una versione di Instagram che consenta alle persone di età inferiore ai 13 anni di utilizzare Instagram in sicurezza per la prima volta ,” Egli ha detto.

Quando sono stati contattati per un commento, i rappresentanti di Facebook hanno indicato un post sul blog che sembrava confermare la veridicità del rapporto del Wall Street Journal.

“Mentre la storia si concentra su una serie limitata di risultati e li mette in una luce negativa, sosteniamo questa ricerca”, afferma il post. “Dimostra il nostro impegno a comprendere problemi complessi e difficili con cui i giovani possono lottare e informa tutto il lavoro che facciamo per aiutare coloro che stanno vivendo questi problemi”.

Inoltre, il post sul blog ha affermato che la sua ricerca ha scoperto che i servizi di social media come Facebook e Instagram non sono “intrinsecamente buoni o cattivi per le persone” e “ciò che sembra più importante è il modo in cui le persone usano i social media e il loro stato d’animo. quando lo usano.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial