HomeAmazon Prime Video"Gli Anelli del Potere" di Amazon sta perdendo contro "House of the...

“Gli Anelli del Potere” di Amazon sta perdendo contro “House of the Dragon” di HBO

La scommessa da 1 miliardo di dollari di Amazon sulla sua nuova serie TV in streaming “Il Signore degli Anelli” sta diminuendo con il pubblico iniziale, ponendo rischi per Amazon Studios e il programma di abbonamento Prime dell’azienda.

Anche se i critici hanno elogiato la portata e l’ambizione della serie, ” The Rings of Power ” ha suscitato scalpore con il pubblico, che ha assegnato allo spettacolo una valutazione del 39% su Rotten Tomatoes. (Al contrario, la trilogia de Il Signore degli Anelli di Peter Jackson dei primi anni 2000 ha ottenuto punteggi del pubblico compresi tra l’86 e il 95% su Rotten Tomatoes.) Anche su IMDb di proprietà di Amazon, il pubblico ha valutato “The Rings of Power” un anemico 6,8/10.

“House of the Dragon” della HBO (in onda su Sky), partito il mese scorso, sta andando molto meglio. Ha un punteggio di 8,8/10 in IMDb e un punteggio del pubblico dell’84% su Rotten Tomatoes. Per i tre giorni successivi al debutto di ogni serie, “House of the Dragon” ha attirato il 51% di spettatori in più rispetto a “Rings of Power”, secondo i dati di Whip Media riportati da TheWrap . La pubblicazione ha anche esaminato i dati di Samba TV, che tiene traccia degli spettatori attraverso le TV connesse negli Stati Uniti. Questo ha raccontato una storia simile: 3,1 milioni di famiglie hanno guardato i primi due episodi di “Rings of Fire” nei primi tre giorni, mentre 4,8 milioni hanno guardato la prima della HBO nella stessa finestra.

Controintuitivamente, la rabbiosa base di fan de Il Signore degli Anelli, compresi quelli ossessionati dai libri originali di JRR Tolkien, potrebbe essere la causa delle sfide di Amazon.

“Sarà impossibile per Amazon accontentare i milioni di fan di Tolkien, nonostante l’enorme budget per la serie”, ha scritto Tom Forte, analista della società di investimento DA Davidson in una recente nota intitolata “Jar Jar Binks Ruined My Adulthood” che ha richiamato confronti tra l’indignazione dei fan di “The Rings of Power” e “Star Wars” per il film del 1999 “The Phantom Menace”.

“Ci sarà sicuramente un personaggio, una trama, una sottotrama, una battuta ecc. Nella serie che sconvolgerà/deluderà molti fan appassionati e c’è anche il rischio che la serie stessa si riveli deludente”, ha continuato Forte.

Amazon Prime Video ha disabilitato la capacità degli spettatori di rivedere il programma TV

Le basse valutazioni degli spettatori segnalano un rischio “maggiore di zero” che alcuni membri di Prime possano annullare i loro abbonamenti, ha affermato Forte in un’intervista martedì. Parte della strategia di Amazon con contenuti video in streaming ad alto budget è invogliare più persone ad abbonarsi a Prime perché spesso finiscono per acquistare molti altri prodotti e servizi dall’azienda.

Sulla propria piattaforma Prime Video, Amazon ha disabilitato la capacità degli spettatori di recensire “The Rings of Power”, per proteggere la serie da un assalto di recensioni incendiarie, inclusa la decisione critica di Amazon di scegliere attori di colore nella serie fantasy.

“Anche se era ben intenzionato, disattivare le recensioni è stato un brutto aspetto”, ha detto Forte. “Questo non farà che peggiorare le cose.”

Entro il 9 settembre, Amazon ha finalmente consentito le recensioni, presumibilmente dopo aver eliminato troll e robot razzisti . Le valutazioni erano in media di 3,5 stelle su 5, con più di 1.000 recensioni a partire da venerdì sera.

Su altri siti di recensioni, le persone che hanno lasciato recensioni negative hanno affermato che “The Rings of Power” era una pausa dallo spirito del lavoro di Tolkien.

“Copriti gli occhi, affinché questa sporcizia morgul di uno spettacolo non contamini il tuo amore per Tolkien”, ha scritto un recensore di Rotten Tomatoes, che ha dato alla serie una mezza stella. “La storia NON è TOLKIEN – Se sei un fan di Tolkien – questo non ti piacerà”, ha scritto un altro recensore a mezza stella.

Un fan accanito di Tolkien ha fatto eco a quei commenti su Twitter: “Tolkien si sta trasformando nella tomba”, ha scritto il CEO di Tesla Elon Musk.

Tuttavia, altri analisti hanno affermato che era altamente improbabile che i membri di Prime si cancellassero per la delusione con un singolo programma televisivo. Gli abbonati Prime raramente cancellano, ha osservato l’analista di AB Bernstein Mark Shmulik.

“È troppo presto per giudicare se questo sarà un successo o un fallimento”, ha detto Shmulik. Più importante delle recensioni dei primi due episodi è il modo in cui il pubblico risponde agli episodi successivi, ha detto. “Qual è la capacità di mantenere alto l’entusiasmo? Qual è il tasso di calo degli spettatori per i prossimi episodi? Queste sono metriche importanti da misurare”.

In effetti, è probabile che i punteggi del pubblico per la serie miglioreranno nelle prossime settimane poiché le persone che sono meno investite nell’epopea di Tolkien guarderanno la serie, ha previsto Forte.

“Deve avere successo. Non c’è opzione.”

Amazon ha affermato che l’uscita di “The Rings of Power” la scorsa settimana è stata la “più grande premiere di sempre della società”. Più di 25 milioni di persone hanno guardato la serie il giorno in cui è uscita, ha detto Amazon in un comunicato stampa la scorsa settimana, rispetto ai 10,2 milioni di persone che hanno visto lo spin-off di “Il Trono di Spade” della HBO, “La casa del drago”.

Tuttavia, il pubblico della serie sembra inferiore rispetto ai 200 milioni di membri Prime che trasmettono video e programmi TV in streaming. Ciò solleva dubbi su quanto sia utile la serie per quasi l’88% dei membri di Amazon Prime che non hanno visto la premiere, ma che stanno pagando $ 20 in più all’anno in parte per recuperare l’enorme costo di realizzazione della serie, oltre a un prezzo annuale di 1 miliardo di dollari per i diritti di streaming di Thursday Night Football.

Gli addetti ai lavori di Amazon, nel frattempo, hanno affermato che il futuro di Amazon Studios dipende dal successo di “The Rings of Power”.

“Se non avrà successo, ci sarà una grande domanda da parte di Andy Jassy e del consiglio”, ha detto in precedenza a Insider un ex dirigente senior di Amazon Studios . “Se non possiamo prendere questo pezzo di IP e renderlo di successo, perché Amazon Studios è anche qui?”

“Deve avere successo”, ha aggiunto questa persona. “Non ci sono opzioni.”

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial