HomeInstagramGli utenti di Instagram Reels "non hanno alcun coinvolgimento", afferma un rapporto...

Gli utenti di Instagram Reels “non hanno alcun coinvolgimento”, afferma un rapporto interno

Instagram ha cercato per mesi di portare al successo i Reels.

Ma secondo un rapporto interno recensito dal Wall Street Journal, la funzione video in formato abbreviato sta diminuendo e Instagram ha molta strada da fare prima che possa intaccare la quota di mercato del rivale TikTok.

Il documento, intitolato “Creators x Reels State of the Union 2022”, mostra che degli 11 milioni di creatori sulla piattaforma, solo il 20,7% circa pubblica post su Reels ogni mese e “la maggior parte degli utenti di Reels non ha alcun coinvolgimento”.

Nel frattempo, mentre gli utenti di TikTok trascorrono complessivamente 197,8 milioni di ore al giorno a guardare video sulla piattaforma, gli utenti di Instagram ne trascorrono meno di un decimo – 17,6 milioni di ore al giorno – a guardare Reels, secondo il rapporto.

“Questa storia utilizza dati obsoleti e, in alcuni casi, errati per dipingere un quadro falso dei nostri progressi su Reels”, ha detto a Insider il portavoce di Meta Devi Narasimhan. “Abbiamo ancora del lavoro da fare, ma i creatori e le aziende stanno vedendo risultati promettenti e la nostra crescita della monetizzazione è più veloce di quanto ci aspettassimo poiché più persone guardano, creano e si connettono tramite Reels che mai”.

Parte del problema, secondo il rapporto, è che Reels fatica a portare contenuti originali; quasi un terzo di tutti i video viene creato altrove e poi caricato su Instagram. I video riciclati (che spesso possono essere identificati dalla filigrana) sono diventati così gravosi che l’azienda ha affermato di declassare questi video quando vengono visualizzati nei feed degli utenti.

“Siamo stati chiari sul fatto che le bobine che sono visibilmente riciclate da altre app non saranno consigliate così spesso”, ha affermato Narasimhan. “La nostra community ci ha detto che preferiscono vedere Reels realizzati esclusivamente per Instagram: questo è ciò che trovano più divertente e stimolante”.

Il rapporto interno arriva poco dopo che una delle richieste di Instagram per più contenuti video si è arrestata in modo anomalo e masterizzato.

A luglio, quando la società di social media ha affermato che avrebbe testato una versione a schermo intero dell’app e che Facebook sarebbe passata a un algoritmo simile a quello di TikTok, che avrebbe fornito agli utenti più video di estranei che di amici, i principali arbitri della cultura di Internet ha rapidamente applaudito .

Kim Kardashian e Kylie Jenner hanno preso le loro storie per dire a Instagram di “smetterla di provare a essere TikTok”, provocando altri utenti e influencer a fare lo stesso.

Poco dopo, Instagram ha staccato la spina ai piani, con il capo di Instagram Adam Mosseri che ha detto al platform di Casey Newton che “devono fare un grande passo indietro e riorganizzarsi”.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial