venerdì, Dicembre 8, 2023
HomePosta ElettronicaGmailGmail e Google Docs ottengono le prime funzionalità AI generative simili a...

Gmail e Google Docs ottengono le prime funzionalità AI generative simili a ChatGPT

Google Workspace annuncia la sua prima ondata di prodotti e funzionalità di IA, inclusa l’IA generativa simile a ChatGPT integrata direttamente in Google Documenti.

Google ha presentato la prima grande ondata di funzionalità AI per la sua suite di prodotti Workspace.

Per quanto riguarda il consumatore, l’annuncio più interessante è per Google Docs e Gmail, che stanno raccogliendo l’IA generativa simile a ChatGPT. In Google Docs, questo assume la forma della creazione di strutture per nuovi documenti per aiutare un utente a iniziare a scrivere. Google presenta questo come l’utilizzo dell’intelligenza artificiale per creare “la prima bozza” e mostra l’esempio (sotto) di Documenti che creano uno schema per una descrizione del lavoro basata su un suggerimento molto breve, proprio come ChatGPT è stato in grado di fare, sebbene la versione di Google ovviamente vive direttamente all’interno del word processor.

Google anticipa inoltre che le future aggiunte di intelligenza artificiale a Docs includeranno la possibilità di “fare brainstorming, correggere bozze, scrivere e riscrivere” con l’aiuto dell’intelligenza artificiale nei documenti.

Oltre a Docs, Google annuncia anche più funzionalità AI all’interno di Gmail. Andando oltre le funzioni Smart Reply e Smart Compose esistenti, Gmail sarà in grado di prendere una breve e-mail ed espanderla, oltre a cambiare il tono dell’e-mail per avere un tono più formale. L’intelligenza artificiale può anche prendere passaggi più lunghi e accorciarli, suddividere il contenuto in elenchi puntati o creare una bozza più lunga basata su un breve prompt.

In un altro post, spiega Google come gli sviluppatori possono utilizzare questa IA, con il L’API “PaLM” sarà presto disponibile. Google sta anche portando PaLM su Cloud, con l’IA generativa in Vertex AI e App Builder.

Uno dei messaggi chiari di Google durante questo annuncio è che l’intelligenza artificiale non sostituisce la scrittura umana, affermando che “l’intelligenza artificiale non sostituisce l’ingegnosità, la creatività e l’intelligenza delle persone reali”. Google aggiunge anche che sta costruendo questi strumenti per “mantenere il controllo dell’utente”.

Gli strumenti di intelligenza artificiale in Google Docs e Gmail verranno lanciati ai Trusted Tester questo mese prima di espandersi al pubblico in un secondo momento.

Nel video qui sotto, Google prende in giro come può essere utilizzata l’intelligenza artificiale e altri prodotti in cui verrà visualizzata. Le diapositive sono utilizzate come esempio e includono il supporto per l’intelligenza artificiale generativa per le immagini, con un altro esempio in Google Meet che crea note da un video chiamata.

RELATED ARTICLES