martedì, Gennaio 31, 2023
HomeChatGPTGoogle è innamorato di ChatGPT

Google è innamorato di ChatGPT

Il recente lancio del chatbot AI di OpenAI ChatGPT ha sollevato allarmi all’interno di Google, secondo quanto riportato dal New York Times . Ora, il Times afferma che Google ha in programma di “dimostrare una versione del suo motore di ricerca con funzionalità di chatbot quest’anno” e svelare più di 20 progetti basati sull’intelligenza artificiale.

Di recente, a dicembre, avevamo sentito che i dirigenti di Google erano preoccupati che, nonostante gli ingenti investimenti nella tecnologia AI, muoversi troppo velocemente per implementarla potesse danneggiare la reputazione dell’azienda. Ma le cose stanno cambiando rapidamente. All’inizio di questa mattina, Google ha annunciato che sta licenziando più di 12.000 dipendenti e si sta concentrando sull’intelligenza artificiale come dominio di primaria importanza.

Non è stato menzionato un periodo di tempo specifico per il lancio della demo di ricerca AI di Google, ma apparentemente altri progetti della presentazione di diapositive vista dal Times dovrebbero debuttare durante il suo evento I/O annuale a maggio, che ha già lanciato funzionalità come Duplex e Google Glass .

La situazione è abbastanza grave che il Times riporta anche che i fondatori di Google Larry Page e Sergey Brin – che rimangono gli azionisti di controllo della società madre di Google, Alphabet – hanno “offerto consigli” ai leader dell’azienda, approvato piani e lanciato idee durante l’incontro con i dirigenti per parlare di ChatGPT il mese scorso. Rileva che questo livello di coinvolgimento, un cambiamento dopo che hanno lasciato i loro ruoli quotidiani nel 2019, è arrivato su invito del CEO di Google/Alphabet Sundar Pichai.

I lanci di nuovi prodotti menzionati nel rapporto, presentati da un gruppo di dirigenti tra cui Jeff Dean, che gestisce il dipartimento di ricerca e intelligenza artificiale, includono uno studio di generazione di immagini che “crea e modifica immagini”, un’app per testare i prototipi di prodotto e una serie di strumenti che altre aziende possono utilizzare per creare prototipi AI da una finestra del browser chiamata MakerSuite. La società sta anche lavorando a uno strumento di generazione di codice chiamato PaLM-Coder 2 simile al software GitHub Copilot di Microsoft e a un altro che aiuta a creare app per smartphone chiamate Colab + Android Studio.

Negli ultimi anni, Google ha calpestato con cautela quando si tratta del rilascio di nuovi prodotti AI. L’azienda si è trovata al centro di un dibattito sull’etica dell’intelligenza artificiale dopo aver licenziato due eminenti ricercatori del settore , Timnit Gebru e Margaret Mitchell. La coppia ha espresso critiche ai modelli di linguaggio AI , rilevando sfide come la loro propensione ad amplificare i pregiudizi nei loro dati di addestramento e presentare false informazioni come fatti.

Sebbene si ritenga che la ricerca sull’intelligenza artificiale di Google sia avanzata quanto quella di altre importanti società tecnologiche, si tratta solo di software testato con guardrail particolarmente restrittivi. L’app AI Test Kitchen dell’azienda, ad esempio, offre accesso a strumenti di generazione di immagini e testo simili a DALL-E e ChatGPT di OpenAI. Tuttavia, Google limita fortemente le richieste che gli utenti possono fare a questi sistemi. La società ha già mostrato alcuni dei suoi prodotti di intelligenza artificiale per chat, inclusa una demo non pubblica nel 2021 di un sistema simile a ChatGPT .

Con il lancio di ChatGPT di OpenAI, tuttavia, e gli avvertimenti allarmistici sull’imminente fine di Google, sembra che la società stia rivedendo le sue tattiche. In passato, Google ha affermato di aver evitato di lanciare determinati prodotti AI a causa del potenziale “danno reputazionale”. Ora, sembra che la reputazione che vuole evitare sia quella di essere al passo con i tempi.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial