domenica, Giugno 16, 2024

Google Meet porta gli sfondi generati dall’intelligenza artificiale alle tue riunioni

Google sta ora testando la possibilità per gli utenti di Meet di personalizzare gli sfondi delle proprie riunioni utilizzando la funzionalità AI generativa dell’azienda, come promesso all’inizio di quest’anno.

IL ultimo esperimento fa parte del programma workspace Labs di Google, il che significa che non è ancora disponibile per tutti. Quando si tratta di impostare uno sfondo per le chiamate di Google Meet, il limite è il cielo per coloro che si sono precedentemente iscritti al programma, che ha lo scopo di testare le funzionalità prima che vengano rilasciate su larga scala.

Quando apri Google Meet sul Web o su un dispositivo mobile, noterai immediatamente un’icona a forma di stella in basso a destra nella visualizzazione personale, che ti consente di applicare effetti visivi prima di partecipare a una riunione. Nella schermata successiva, fai clic su “Genera uno sfondo” nella sezione degli sfondi. Sembra simile al pulsante AI generativo che si trova in Gmail o Google Docs quando desideri che queste App scrivano un’e-mail o una bozza per te.

Successivamente, ti verrà chiesto di inserire un prompt di testo e scegliere uno stile dal menu a discesa, che include fantascienza, animazione 3D, fantasia, fotografia e illustrazione, tra gli altri. L’esempio fornito nell’immagine qui sotto è “Una magica radura della foresta soleggiata”, anche se puoi essere tanto inventivo quanto la tua immaginazione lo consente.

Per un risultato più personalizzato, Google suggerisce di menzionare uno stato d’animo, un’impostazione e oggetti specifici che desideri vengano visualizzati nell’immagine AI risultante. Una volta che un’immagine è stata generata, ti verranno mostrati più campioni tra cui scegliere.

La funzione AI è stata individuata da Artem Russakovskii su Twitter, anche se al momento non sembra essere disponibile per tutti i partecipanti di Workspace Labs, incluso chi scrive.

Tuttavia, è un modo ingegnoso per selezionare un numero illimitato di sfondi per occasioni specifiche invece di limitarsi a un elenco finito di sfondi esistenti.

Tuttavia, le immagini generate dall’intelligenza artificiale sono state ampiamente criticate, principalmente a causa di preoccupazioni sulla violazione del copyright, quindi sarebbe saggio utilizzare sfondi basati sull’intelligenza artificiale solo all’interno di Meet

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: