app pericolose google android

La frode pubblicitaria mobile è una sfida a livello di settore che può apparire in molti modi diversi con una varietà di metodi e che può potenzialmente danneggiare utenti, inserzionisti ed editori.

Attraverso un post sul suo blog ufficiale, Google ha annunciato che “come parte dei nostri continui sforzi” , ha rimosso quasi 600 applicazioni dal Google Play Store, lo store di sistema Android ufficiale. E a queste app sono stati anche ” vietati gli accessi sulle nostre piattaforme di monetizzazione degli annunci, Google AdMob e Google Ad Manager, per aver violato le nostre norme sugli annunci dannosi e le nostre norme interstiziali non consentite”.

Google rimuove 600 app dal suo Google Play Store

“Definiamo annunci dannosi come quelli che appaiono inaspettatamente agli utenti, incluso il deterioramento o l’interferenza delle funzioni del dispositivo. Mentre possono verificarsi all’interno di un’applicazione, una forma di pubblicità dannosa che abbiamo visto in aumento è quella che chiamiamo pubblicità fuori contesto, ovvero quando gli sviluppatori malintenzionati fanno sì che gli annunci vengano pubblicati su un dispositivo mobile quando l’utente non è realmente attivo la sua applicazione”.

Le app di Cheetah Mobile

Create appositamente in Cina, Singapore, India e Hong Kong, destinate all’Occidente e scaricate 4,5 miliardi di volte in totale, queste applicazioni non fanno più parte dell’Android Store, ma il problema è che non sappiamo cosa siano, e quindi potremmo ancora averle sul cellulare.

Il sito web dell’Autorità Android ha fatto eco a un rapporto apparso su Buzzfeed News in cui parla di una società che ha creato ben 45 di quelle 600 app ritirate: l’azienda di app cinese Cheetah Mobile, a cui già nel 2019 Google aveva ritirato app come Clean Master Lite, QuickPic o Speed ​​Booster, applicazioni che avevano raggiunto anche 100 milioni di download.

Con quest’ultima ondata di eliminazioni, Google ha rimosso tutte le app che Cheetah Mobile aveva su Google Play – ed ora il suo profilo appare vuoto. E nel caso in cui tu avessi alcune di quelle app sul tuo telefonino, un buon metodo per capire se è il caso di eliminarle è quello di aprire Google Play Store e verificare se l’app che hai appare ancora nel negozio Android, in caso contrario faceva parte del 600, meglio eliminarle.