sabato, Luglio 13, 2024

Gruppi WhatsApp da sconosciuti: come evitarli totalmente

GRUPPI WhatsApp CREATI DA SCONOSCIUTI: COME EVITARLI DEL TUTTO

Nel corso delle ultime settimane, sembra che la creazione di gruppi WhatsApp da parte di sconosciuti sia diventata una pratica ancora più diffusa rispetto al passato. Cosa succede? Mentre state lavorando o siete dediti a qualunque attività, sul vostro Smartphone arriva una notifica WhatsApp. Leggendo il contenuto senza neppure aprire il messaggio, vi accorgete che il contenuto invita a compiere delle azioni, ad esempio a visitare una pagina Web, a copiare ed eseguire codice, a registrarvi da qualche parte.

Ecco, quando si presentano queste situazioni, è bene non prendere la cosa sotto gamba e attivarsi subito. Chiunque disponga di un numero di telefono può aggiungervi a un gruppo senza alcun esplicito consenso. A meno che l’utente non abbia modificato le impostazioni sulla privacy per impedirlo (e non è l’impostazione predefinita).

PERCHÉ SCONOSCIUTI CREANO GRUPPI WHATSAPP E VI AGGIUNGONO SENZA PERMESSO

Il fatto che nell’ultimo periodo il numero di utenti WhatsApp che lamentano l’inserimento in gruppi WhatsApp sconosciuti sia cresciuto vertiginosamente è la cartina tornasole di qualcosa che sta succedendo “dietro le quinte”.

Abbiamo ricevuto segnalazioni e ottenuto conferme da utenti che riferiscono di aver ricevuto messaggi indesiderati WhatsApp contenenti testi in linea con l’attività svolta, con i propri interessi o le proprie passioni. Com’è possibile? Gli spammer devono aver attinto a qualche database (spesso sono in formato testuale quindi semplici elenchi) frutto di data breach. Oppure, verosimilmente, qualche sito Web o servizio con il quale ci si è iscritti usando il proprio numero telefonico, ha trasmesso tali informazioni a soggetti terzi.

Questo spiegherebbe il contenuto di messaggi WhatsApp in linea con gli interessi degli utenti.

COSA FARE DOPO L’AGGIUNTA A UN GRUPPO WHATSAPP INDESIDERATO

Di solito, i gruppi WhatsApp creati da sconosciuti non stanno silenti per troppo tempo. Dopo un primo messaggio di presentazione ne seguono altri. Qualche volta, se gli spammer non avessero bloccato l’invio di messaggi da parte degli iscritti a loro insaputa, le lamentele degli utenti ritrovatisi vittime del raggiro cominceranno a susseguirsi l’una dopo l’altra.

Ricordiamo infatti che toccando i tre puntini in alto a destra, Info gruppo, Autorizzazioni gruppo, gli amministratori di un gruppo WhatsApp possono decidere se consentire agli iscritti di inviare messaggi e aggiungere altri membri.

Alcune volte gli spammer si dimenticano di disattivare queste funzionalità, con gli utenti aggiunti inconsapevolmente al gruppo che iniziano a chiedere maggiori informazioni (chi abbocca al messaggio) o invitano ad abbandonarlo.

COSA NON BISOGNA FARE

Quando dovessero arrivare messaggi da gruppi WhatsApp sconosciuti è bene non aprire neppure il contenuto del gruppo (quanto visualizzato tramite notifica basta e avanza…) né, tanto meno, scrivere qualsiasi cosa all’interno del gruppo stesso.

Interagendo in qualche modo con gli spammer o i truffatori (scammer), si conferma la propria numerazione telefonica e, in alcuni casi, si può esporre l’indirizzo IP pubblico realmente utilizzato. Per default, infatti, WhatsApp mostra le anteprime dei link: se il gruppo contenesse messaggi facenti riferimento a URL remoti, può accadere che i malintenzionati siano in grado di acquisire l’indirizzo IP di un utente. L’anteprima è però prodotta una sola volta lato server WhatsApp; quindi se lo spammer riuscisse a non generare alcuna anteprima dal suo lato, il primo destinatario che riceve il link potrebbe inconsapevolmente condividere il suo IP.

In ogni caso, se l’utente copiasse e incollasse un link in una qualunque chat di WhatsApp, il suo IP pubblico sarà comunque condiviso (a meno che i server WhatsApp non siano a conoscenza dell’anteprima generata in precedenza…).

SEGNAZIONE DEL GRUPPO WHATSAPP E ABBANDONO

La prima cosa da fare quando si realizza di essere stati aggiunti a un gruppo predisposto su WhatsApp da amministratori sconosciuti, consiste nel tenere premuto da smartphone sul nome del gruppo quindi scegliere Info gruppo.

Scorrendo la schermata fino in fondo, si trova il riferimento in rosso Segnala gruppo. Se si ritiene che il gruppo WhatsApp sia stato creato per l’invio di spam e/o per scopi truffaldini (phishing), è bene inviare una segnalazione. Grazie all’invio delle segnalazioni, WhatsApp potrà identificare i gruppi creati per trarre in inganno gli utenti e prendere provvedimenti contro quelli che violano i termini di servizio.

COME PROTEGGERSI DAI GRUPPI WHATSAPP INDESIDERATI

Per evitare di essere aggiunti a nuovi gruppi, è bene passare adesso a modificare le impostazioni privacy di WhatsApp.

Dalla schermata principale dell’App di Messaggistica, si devono toccare i tre puntini in colonna, in alto a destra. A questo punto, si deve scegliere la voce Impostazioni, selezionare Privacy quindi Gruppi.

Per impostazione predefinita, al di sotto di Chi può aggiungermi ai gruppi, WhatsApp propone Tutti: questo significa che anche utenti sconosciuti venuti in possesso del vostro numero di telefono (o che lo hanno “indovinato”) possono aggiungervi ai gruppi, in maniera del tutto automatica.

L’impostazione va invece modificata selezionando I miei contatti quindi toccando la freccia in alto a sinistra che permette di tornare alla precedente schermata.

Così facendo, ogni volta che qualcuno non presente nella lista dei contatti dovesse provare ad aggiungervi, non potrà più farlo automaticamente. Servirà una vostra esplicita autorizzazione per partecipare a qualunque gruppo WhatsApp, creato da chicchessia, persona conosciuta o sconosciuta.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: