venerdì, Luglio 12, 2024

Guarda Bill Gates provare per la prima volta un’auto a guida autonoma

Elon Musk e Bill Gates si sono scontrati su questioni che vanno dal cambiamento climatico all’intelligenza artificiale (se siamo onesti, è il Chief Twit che ha fatto la maggior parte degli scontri) – ma i due miliardari della tecnologia potrebbero essere d’accordo su una cosa: il potenziale di trasformazione delle auto a guida autonoma.

Il cofondatore di Microsoft si è dedicato di più recente post sul blog al nascente mondo dei veicoli autonomi, prevedendo che la tecnologia raggiungerà “un punto critico” entro il prossimo decennio. Una volta che le auto diventeranno veramente a guida autonoma, ha detto, saranno rivoluzionarie come il personal computer.

“Quando accadrà, gli AV cambieranno i trasporti tanto radicalmente quanto il PC ha cambiato il lavoro d’ufficio”, ha scritto Gates.

Di recente ha fatto un giro su un veicolo autonomo sviluppato da Wayve, una startup del Regno Unito, ed è apparso impressionato.  Ha definito l’esperienza “fantastica”, anche se ha notato nel suo post sul blog che l’autista della sicurezza umana accanto a lui ha preso il controllo dell’auto diverse volte.

“L’auto ci ha portato in giro per il centro di Londra, che è uno degli ambienti di guida più impegnativi che si possano immaginare, ed è stato un po’ surreale essere in macchina mentre schivava tutto il traffico”, ha scritto Gates.

Oggi nessun veicolo personale può guidare da solo, anche se alcune compagnie hanno iniziato a offrire corse di taxi autonome in alcune città. Tali servizi, come Cruise di GM e Waymo di Alphabet, utilizzano mappe e programmi dettagliati per operare solo in alcune sezioni delle città. Al contrario, Wayve (molto simile a Tesla) vuole sviluppare un veicolo abilitato all’intelligenza artificiale che possa imparare a guidare ovunque, anche in luoghi in cui non è mai stato prima.

Gates ritiene che i veicoli personali acquisiranno capacità di guida autonoma solo dopo che la tecnologia arriverà a trasporti a lungo raggio, consegne, taxi e auto a noleggio. Prevede che i veicoli autonomi alla fine saranno più economici di quelli normali.

E si aspetta che i veicoli autonomi facciano risparmiare tempo alle persone (che altrimenti dovrebbero guidare) e aiutino gli anziani e le persone con disabilità a spostarsi. Tuttavia, pensa che la popolarità diffusa sia probabilmente “a distanza di decenni”.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: