La polizia malese ha usato un rullo compressore per schiacciare 1.069 computer minerari bitcoin sequestrati in una serie di raid, secondo i media locali venerdì.

Un video pubblicato dal quotidiano del Borneo Dayak Daily mostra il rullo compressore che fa a pezzi le piattaforme in un parcheggio del quartier generale della polizia nella città di Miri.

La polizia ha sequestrato le piattaforme ai minatori in sei raid separati tra febbraio e aprile, hanno detto lunedì le autorità malesi alla CNBC.

I minatori avrebbero rubato 2 milioni di dollari di elettricità dalla Sarawak Energy, una società di servizi pubblici locale, per alimentare gli impianti, ha detto alla CNBC il vice commissario di polizia Hakemal Hawari.

LEGGI  I laptop e altri gadget stanno diventando più costosi a causa della carenza globale di chip

L’attrezzatura distrutta valeva circa $ 1,26 milioni, ha detto la polizia.

Sei persone sono state arrestate con l’accusa di aver rubato elettricità alla Sarawak Energy, ha detto il capo della polizia ACP Hakemal Hawari al quotidiano malese The Star, aggiungendo che sono state multate di quasi $ 2.000 e incarcerate fino a otto mesi.

I furti di elettricità da parte di operatori di mining bitcoin illegali sono all’ordine del giorno in tutto il mondo. La polizia ucraina ha recentemente sequestrato circa 9.000 console di gioco e computer in una miniera illegale di criptovalute che secondo la polizia rubava fino a $ 259.300 in elettricità ogni mese.

LEGGI  Ufficiale: Microsoft rilascerà Windows 11 il 5 ottobre 2021

La polizia ha affermato che tre case sono state incendiate di recente a causa di collegamenti elettrici illegali legati alle operazioni minerarie. Hanno detto che i minatori avevano rubato $ 21,3 milioni di elettricità nel paese nell’ultimo anno.