domenica, Marzo 3, 2024

I segreti della prima PlayStation: la porta nascosta e il suo potenziale inutilizzato

I SEGRETI DELLA PRIMA PlayStation: LA PORTA PARALLEL I/O

Sono così tanti i segreti della prima PlayStation che c’è sempre qualche nuovo dettaglio da riscoprire. Ad esempio, la console Sony aveva una piccola porta sul retro che forse molti di voi nemmeno si ricordano della sua esistenza.

IL MISTERIOSO SPORTELLINO REMOVIBILE

Sul lato posteriore sinistro dei primi modelli di PS1 c’era infatti uno sportellino removibile che dava accesso a un’ulteriore presa della console Sony, denominato Parallel I/O. In tanti non conoscono la sua effettiva funzione semplicemente perché il colosso nipponico per primo non l’ha mai sfruttata. Sostanzialmente si trattava di un ingresso aggiuntivo attraverso il quale si sarebbero potuti inserire dispositivi esterni.

IL MANCATO UTILIZZO DA PARTE DI SONY

Sony tuttavia non ha mai prodotto nessun tipo di periferica volta a sfruttarla, e la porta venne poi rimossa dai modelli prodotti dal 1999 in poi.

L’UTILIZZO NON UFFICIALE CON IL SUPER GB BOOSTER

Sebbene sia rimasta in disuso ufficialmente, c’è però stato chi ha voluto sfruttarla con creazioni piuttosto particolari: una compagnia Hardware realizzò infatti il Super GB Booster, periferica non ufficiale che permetteva alla prima PlayStation di leggere i giochi per Game Boy e Game Boy Color, con anche la possibilità di regolare i colori e le dimensioni delle schermate di ciascun gioco. Un peccato dunque che Sony non abbia mai deciso di lavorarci sopra: chissà cosa avrebbe potuto creare grazie alla porta aggiuntiva con la giusta ispirazione.

Proseguendo nel mondo delle prime PlayStation, possiamo ricordare alcuni giochi che, pur non avendo raggiunto la fama di alcuni titoli iconici, hanno comunque offerto ore di divertimento a tantissimi giocatori.

I GIOCHI PS1 POCO FAMOSI MA DIVERTENTISSIMI

Tra i giochi meno noti ma assolutamente memorabili troviamo “Vib Ribbon”, un titolo musicale frenetico e avvincente in cui il giocatore deve muovere un personaggio lungo un percorso che si modifica in base alla musica. La semplicità delle grafiche e la colonna sonora rendono questo gioco un vero e proprio gioiello nascosto.

Un altro gioco che ha lasciato il segno è “Kula World”, un puzzle game in cui il protagonista deve raccogliere tutte le chiavi all’interno di sfere fluttuanti, evitando gli ostacoli e risolvendo enigmi sempre più complessi. La Grafica colorata e la meccanica di gioco innovativa hanno reso questo titolo un classico per gli amanti dei puzzle game.

Proseguendo nella lista dei giochi poco famosi ma altrettanto divertenti, non possiamo non menzionare “Tomba!”, un’avventura platform adrenalinica e spassosa che ha catturato l’attenzione di molti giocatori. La grafica accattivante e la meccanica di gioco coinvolgente hanno reso questo titolo un cult per molti appassionati di Videogiochi.

Infine, un gioco che ha saputo combinare azione, avventura e platform in modo brillante è “Heart of Darkness”. Con una storia avvincente e una grafica mozzafiato, questo titolo ha regalato emozioni forti a chiunque abbia avuto la fortuna di giocarci.

In conclusione, la prima PlayStation è stata una console ricca di segreti, dai misteri della porta Parallel I/O alle gemme nascoste nel roster dei giochi. Lasciandoci con bellissimi ricordi, continua a suscitare fascino e Curiosità anche a distanza di anni.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: