Il 15 settembre 2021, il prossimo gruppo di turisti spaziali decollerà a bordo di un razzo SpaceX. Organizzata e finanziata dall’imprenditore Jared Isaacman , la missione Inspiration4 si presenta come “la prima missione interamente civile in orbita” e rappresenta un nuovo tipo di turismo spaziale.

I quattro membri dell’equipaggio non saranno i primi turisti spaziali quest’anno. Negli ultimi mesi, il mondo ha visto i miliardari Richard Branson e Jeff Bezos lanciarsi nello spazio insieme a pochi altri fortunati in brevi viaggi suborbitali . Mentre ci sono somiglianze tra quei lanci e Inspiration4 – la missione è pagata da un miliardario e utilizza un razzo costruito da un altro, Elon Musk – le differenze sono degne di nota. Dal mio punto di vista come esperto di politica spaziale , l’ enfasi della missione sul coinvolgimento pubblico e il fatto che Inspiration4 invierà persone normali in orbita per tre giorni ne fanno una pietra miliare nel turismo spaziale.

Perché questa missione è come nessun’altra missione nella storia?

La più grande differenza tra Inspiration4 e i voli effettuati all’inizio di quest’anno è la destinazione.

Blue Origin e Virgin Galactic hanno preso, e in futuro porteranno, i loro passeggeri su lanci suborbitali . I loro veicoli salgono solo abbastanza in alto da raggiungere l’inizio dello spazio prima di tornare a terra pochi minuti dopo. Il razzo Falcon 9 di SpaceX e il veicolo dell’equipaggio Dragon, tuttavia, sono abbastanza potenti da portare l’equipaggio di Inspiration4 in orbita, dove gireranno intorno alla Terra per tre giorni.

LEGGI  3 modi per raggiungere il livello di produttività di Elon Musk rompendo le vecchie abitudini

Anche l’equipaggio di quattro persone è abbastanza diverso dagli altri lanci. Guidata da Isaacman, la missione presenta un gruppo di persone alquanto eterogeneo. Un membro dell’equipaggio, Sian Proctor , ha vinto un concorso tra le persone che utilizzano la società di pagamento online di Isaacman. Un altro aspetto unico della missione è che uno dei suoi obiettivi è quello di aumentare la consapevolezza e i fondi per il St. Jude Children’s Research Hospital. In quanto tale, Isaacman ha selezionato Hayley Arceneaux , assistente di un medico al St. Jude e sopravvissuta al cancro infantile, per partecipare al lancio. L’ultimo membro, Christopher Sembroski , ha vinto il suo posto quando il suo amico è stato scelto in una lotteria di beneficenza per St. Jude e ha offerto il suo posto a Sembroski.

Poiché nessuno dei quattro partecipanti ha un precedente addestramento formale per astronauti, il volo è stato definito la prima missione spaziale “tutta civile”. Mentre il razzo e la capsula dell’equipaggio sono entrambi completamente automatizzati – nessuno a bordo dovrà controllare alcuna parte del lancio o dell’atterraggio – i quattro membri avevano ancora bisogno di un addestramento molto maggiore rispetto alle persone sui voli suborbitali. In meno di sei mesi, l’ equipaggio ha subito ore di addestramento al simulatore, lezioni di volo su un aereo a reazione e ha trascorso del tempo in una centrifuga per prepararlo alle forze G di lancio.

LEGGI  Il telescopio Hubble è tornato online e ha fotografato le galassie in collisione

Anche l’impegno sociale è stato un aspetto importante della missione. Mentre i voli di Bezos e Branson hanno suscitato critiche nei confronti dei playboy miliardari nello spazio , Inspiration4 ha cercato, con risultati contrastanti , di rendere il turismo spaziale più riconoscibile. La troupe è apparsa di recente sulla copertina della rivista Time ed è oggetto di un documentario Netflix in corso .

Ci sono stati anche altri eventi di raccolta fondi per St. Jude, tra cui una corsa virtuale di quattro miglia e l’ asta pianificata di luppolo di birra che verrà trasportato sulla missione.

Cosa significa questo per il futuro del turismo spaziale

L’invio in orbita di un equipaggio di astronauti dilettanti è un passo significativo nello sviluppo del turismo spaziale. Tuttavia, nonostante l’atmosfera più inclusiva della missione, ci sono ancora serie barriere da superare prima che le persone comuni possano andare nello spazio.

Per uno, il costo rimane piuttosto elevato. Sebbene tre dei quattro non siano ricchi, Isaacman è un miliardario e ha pagato circa 200 milioni di dollari per finanziare il viaggio. La necessità di addestrarsi per una missione come questa significa anche che i potenziali passeggeri devono essere in grado di dedicare una notevole quantità di tempo alla preparazione, tempo che molte persone comuni non hanno.

LEGGI  Amazon ti permetterà di acquistare a rate

Infine, lo spazio rimane un luogo pericoloso e non ci sarà mai un modo per rimuovere completamente il pericolo di lanciare nello spazio persone – civili non addestrati o astronauti professionisti esperti.

Nonostante queste limitazioni, il turismo spaziale orbitale sta arrivando. Per SpaceX, Inspiration4 è un’importante prova di concetto che sperano dimostrerà ulteriormente la sicurezza e l’affidabilità dei loro sistemi autonomi di razzi e capsule. Infatti, SpaceX ha in programma diverse missioni turistiche nei prossimi mesi , anche se l’azienda non è focalizzata sul turismo spaziale. Alcuni includeranno anche soste alla Stazione Spaziale Internazionale.

Anche se lo spazio rimane fuori dalla portata della maggior parte della Terra, Inspiration4 è un esempio di come gli sforzi dei baroni spaziali miliardari per includere più persone nei loro viaggi possano conferire a un’attività altrimenti esclusiva un più ampio richiamo pubblico.