lunedì, Aprile 15, 2024

Il 2023 nell’industria dei videogiochi: crescita delle entrate ma preferenza per titoli più datati

NEWZOO RIVELA I DATI SULL’INDUSTRIA DEI Videogiochi NEL 2023

Newzoo, l’agenzia leader nella ricerca sull’industria dei videogiochi, ha recentemente rilasciato un nuovo report che fornisce interessanti dati sullo stato del settore nel 2023. Secondo il report, l’industria dei videogiochi ha registrato una crescita dell’2.6% rispetto all’anno precedente, raggiungendo entrate per un valore di 93.5 miliardi di dollari. Tuttavia, nonostante il successo economico, c’è una tendenza preoccupante che si sta manifestando tra i giocatori.

IL TEMPO DI GIUOCO MEDIO SI RIDUCE

Una delle note dolenti emerse dal report di Newzoo è la diminuzione del tempo medio trascorso dai giocatori a giocare. Nonostante il 2023 sia stato un anno ricco di nuove uscite, la maggior parte dei giocatori sembra preferire passare il tempo con giochi datati, risalenti a almeno 5 anni fa. Questo trend si è manifestato in modo evidente con titoli come Fortnite, che è risultato essere il gioco più giocato in assoluto su varie piattaforme come PC, PlayStation, Xbox e Nintendo Switch (negli USA e nel Regno Unito).

LE PREFERENZE DEI GIOCATORI

Le Classifiche di giochi più giocati su PC, PlayStation e Xbox mostrano una netta predominanza di titoli più datati come Roblox, Counter Strike 2, The Sims 4, Call of Duty, League of Legends, GTA 5 e molti altri. Anche su Nintendo Switch, nonostante la presenza di titoli più recenti, è Fortnite a primeggiare seguito da altri classici come The Legend of Zelda e Super Mario Bros.

NUOVE USCITE E TITOLI ANNUALI

Nonostante la presenza di numerosi titoli di grande successo nel 2023, come Starfield di Bethesda, il report evidenzia che la maggior parte del tempo di gioco totale viene ancora dedicato a giochi usciti diversi anni fa. Gli unici titoli del 2023 ad aver fatto breccia nella classifica dei più giocati sono stati proprio i giochi annuali come NBA, EA Sports FC e Madden. Questi ultimi hanno occupato ben il 23% del tempo totale speso dai giocatori, mentre i nuovi giochi non annuali hanno rappresentato solo l’8%.

CONCLUSIONE

In conclusione, nonostante la crescita economica dell’industria dei videogiochi nel 2023, i dati suggeriscono un cambiamento nelle preferenze dei giocatori che sembrano orientarsi maggiormente verso giochi più vecchi anziché le ultime novità. Resta da vedere come questa tendenza influenzerà il futuro del settore videoludico e quali strategie adotteranno le case produttrici per soddisfare le esigenze dei giocatori.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: