sabato, Aprile 13, 2024

Il boom della Carta di Identità Elettronica (Cie) in Italia: servizi pubblici digitali in forte crescita

IMPORTANTE AUMENTO DELL’UTILIZZO DELLA CIE

Il forte aumento dell’utilizzo della Carta di Identità Elettronica (Cie) negli ultimi anni è un segnale tangibile dell’importanza e della fiducia che gli italiani stanno riponendo in questo strumento di identificazione digitale. Come evidenziato dai dati ufficiali, gli accessi ai servizi pubblici digitali con Cie sono aumentati del 92% rispetto all’anno precedente, raggiungendo la cifra di 35 milioni. In aggiunta, le installazioni dell’App CIEid hanno superato i 4,6 milioni, registrando un incremento del 76%. Questi numeri sono significativi e dimostrano che la Cie sta diventando sempre più centrale nella vita quotidiana dei cittadini.

“UN TRAGUARDO IMPORTANTE” – MINISTRO DELL’INTERNO MATTEO PIANTEDOSI E SOTTOSEGRETARIO ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO CON DELEGA ALL’INNOVAZIONE ALESSIO BUTTI

Il Ministro dell’Interno Matteo Piantedosi ha sottolineato l’importanza di superare i 41 milioni di Cie emesse, definendolo un traguardo di rilevanza fondamentale per la Sicurezza dei cittadini italiani. La Cie offre una forma di identificazione affidabile e sicura, diventando un elemento cruciale per la protezione dell’identità e delle informazioni personali dei cittadini, specialmente in un’era digitale in continua evoluzione.

Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’Innovazione Alessio Butti ha sottolineato l’importanza crescente della Cie nel contesto della digitalizzazione dei servizi pubblici. L’aumento sostanziale delle Cie emesse dimostra quanto questo documento sia diventato essenziale per l’accesso ai servizi pubblici digitali, contribuendo così a semplificare la vita dei cittadini e a promuovere l’efficienza amministrativa.

Identità Digitale CENTRALIZZATA E SICURA

La Carta di Identità Elettronica garantisce a ogni cittadino un’identità digitale centralizzata e sicura, emessa direttamente dallo Stato. Dotata di elementi avanzati di sicurezza e di un microchip integrato, la Cie risponde ai massimi standard di sicurezza stabiliti dagli schemi di identificazione comunitari. Queste caratteristiche fanno della Cie uno strumento fondamentale per garantire l’affidabilità e la protezione dell’identità digitale dei cittadini.

COME FARE LA CIE E A COSA SERVE

La Carta di Identità Elettronica è un documento obbligatorio di identificazione, il cui rilascio è di competenza esclusiva del Ministero dell’Interno. La Cie è munita di elementi per l’identificazione fisica del titolare ed è rilasciata su supporto informatico dalle amministrazioni comunali, principalmente per dimostrare l’identità anagrafica del possessore. Questo la rende un documento amministrativo essenziale per certificare l’identità del cittadino.

La richiesta della Carta di Identità Elettronica può essere effettuata presso il proprio Comune di residenza o, per i cittadini residenti all’estero, presso il Consolato di riferimento. La durata del documento varia in base alle fasce d’età di appartenenza. Il microchip contactless integrato nel documento rende la Cie uno strumento unico e sicuro per la verifica dell’identità del titolare e per l’accesso ai servizi online di pubbliche amministrazioni e imprese. All’interno del microchip sono memorizzati i dati personali e biometrici del titolare, come foto e impronte digitali, oltre alle informazioni necessarie per l’identificazione online.

In conclusione, la crescente diffusione della Carta di Identità Elettronica e l’incremento dei suoi utilizzi evidenziano il ruolo centrale che questo strumento sta assumendo nell’era digitale. La costante evoluzione delle tecnologie digitali e la sempre maggiore diffusione dei servizi online rendono la Cie una risorsa indispensabile per garantire sicurezza e affidabilità nell’identificazione e nell’accesso ai servizi pubblici.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: