sabato, Luglio 20, 2024

Il FRITZ!Box: il miglior alleato contro le chiamate indesiderate

**Ipotizzando un router FRITZ!Box capace di bloccare le chiamate indesiderate**

Uno dei fiori all’occhio dei router FRITZ!Box è senza dubbio la loro completa e solida gestione delle chiamate telefoniche: VoIP, ISDN/PSTN che siano, i dispositivi di AVM offrono caratteristiche avanzate per la gestione della telefonia. I FRITZ!Box offrono funzionalità di centralino virtuale, permettendo la configurazione di diversi profili utente con servizi come segreteria telefonica, trasferimenti di chiamata, deviazioni e gestione delle chiamate in entrata e in uscita. L’integrazione con la rubrica facilita la gestione dei contatti mentre il monitoraggio delle chiamate è un ottimo alleato contro le chiamate indesiderate.

I dettagli sulle chiamate in entrata (numero identificativo del chiamate o CID, Caller ID, compreso) consentono di impostare regole per il blocco o il filtraggio delle chiamate spam. Peccato, però, che allo stato attuale i router FRITZ!Box basino le loro funzionalità di blocco delle numerazioni indesiderate su elenchi composti dall’utente o acquisibili da parte di soggetti terzi (di solito a pagamento). Queste rubriche contenenti numeri telefonici da bloccare sono solitamente distribuite in formato CardDAV e possono essere importate nell’interfaccia del FRITZ!Box specificando un apposito URL.

**LA NOSTRA IDEA DI UN FRITZ!BOX CAPACE DI BLOCCARE TUTTE LE CHIAMATE INDESIDERATE**

Sfruttando questa piattaforma, la nostra idea era quella di sviluppare uno script Python per monitorare in background le chiamate in arrivo e verificare in tempo reale quali sono telefonate indesiderate, da rigettare immediatamente.

**COME MONITORARE LE CHIAMATE IN ARRIVO SUL FRITZ!BOX**

FritzMonitor è un modulo Python che consente di monitorare gli eventi generatisi su un router FRITZ!Box. Utilizzando un sistema Linux collegato con la stessa rete locale ove il router FRITZ!Box risulta installato, è possibile monitorare le chiamate in arrivo. Il bello è che il codice Python che abbiamo sviluppato potrebbe funzionare anche su una compatta scheda Raspberry Pi (e può essere eventualmente eseguito in una macchina WSL, in ambiente Windows).

Supponendo di aver già installato Python, per usare FritzMonitor è sufficiente impartire il comando seguente:

pip install fritzconnection

A questo punto, è sufficiente creare un nuovo file chiamato cid.py :

nano cid.py

**LO SCRIPT PYTHON CHE RILEVA LE CHIAMATE INDESIDERATE**

Il codice seguente attiva una connessione con il router FRITZ!Box installato in rete locale (nel nostro caso ha IP 192.168.0.1) quindi si mette in ascolto per le chiamate in arrivo sul dispositivo, visualizzandone in tempo reale il CID corrispondente. Nello specifico, il modulo riceve una notifica ogni volta che si verifica un evento sul router, ad esempio una chiamata in entrata o in uscita.

“`python
import queue
import requests
from bs4 import BeautifulSoup
from fritzconnection import FritzMonitor

def check_spam(cid):
urls = [
f”URL_PRIMO_SERVIZIO_ANTISPAM_TELEFONICO/{cid}”,
f”URL_SECONDO_SERVIZIO_ANTISPAM_TELEFONICO/{cid}”
]
keywords = [“truffa”, “telemarketing”, “negativa”]

for url in urls:
try:
# Effettua una richiesta GET al URL specificato
response = requests.get(url)
if response.status_code == 200:
# Limita la lettura dell’HTML alle prime 200 righe
html_content = response.content.decode(response.encoding)
first_200_lines = “n”.join(html_content.splitlines()[:200])

# Analizza il contenuto HTML limitato
soup = BeautifulSoup(first_200_lines, ‘html.parser’)
text = soup.get_text().lower()
if any(keyword in text for keyword in keywords):
return True # Trovato SPAM
except requests.exceptions.RequestException as e:
print(f”Errore durante la richiesta a {url}: {e}”)

return False # Nessun segnale di SPAM trovato

def process_events(monitor, event_queue):
while True:
try:
event = event_queue.get(timeout=10)
except queue.Empty:
# Nessun evento da processare
pass
else:
# Elabora l’evento di chiamata
event_parts = event.split(“;”)
if event_parts[1] == “RING”:
# Chiamata in arrivo
calling_number = event_parts[3]
print(f”Chiamata in arrivo da: {calling_number}”)

# Controlla se il numero è segnalato come SPAM
if check_spam(calling_number):
print(f”{calling_number} è segnalato come SPAM!”)
else:
print(f”{calling_number} non è segnalato come SPAM.”)

def main():
try:
# Indirizzo IP del router FRITZ!Box
router_address = “192.168.0.1”

# Crea un’istanza di FritzMonitor
with FritzMonitor(address=router_address) as monitor:
event_queue = monitor.start()
process_events(monitor, event_queue)
except (OSError, KeyboardInterrupt) as err:
print(f”Errore: {err}”)

if __name__ == “__main__”:
main()
“`

La funzione process_events() è responsabile dell’elaborazione degli eventi di chiamata in arrivo sul router FRITZ!Box. Il ciclo infinito while True permette di restare in ascolto e gestire tutti gli eventi in arrivo. Controllando se il secondo campo che contraddistingue l’evento è RING, è possibile sapere il momento esatto in cui il FRITZ!Box riceve una chiamata.

La successiva funzione check_spam controlla se il numero di telefono del chiamante è segnalato come SPAM sui siti Web specifici (inviando un’apposita query HTTPS).

**COME ATTIVARE LA FUNZIONALITÀ DI MONITORAGGIO DELLE CHIAMATE**

Il codice Python proposto poco sopra non fornisce alcun riscontro se prima non si provvede ad attivare il servizio CallMonitor sul FRITZ!Box.

Per procedere in tal senso, è necessario afferrare un telefono collegato con il router FRITZ!Box quindi comporre il seguente codice speciale: #96*5*

Nel caso in cui, in seguito, si volesse disattivare il servizio, basta comporre il codice telefonico seguente: #96*4*

**FUNZIONA TUTTO, TRANNE PER IL FATTO CHE NON È POSSIBILE RIFIUTARE LA CHIAMATA SPAM**

Digitando python3 cid.py, è possibile porre in ascolto lo script ed esaminare l’identità del chiamante, per ogni singola telefonata gestita dal FRITZ!Box. Come si vede, il meccanismo che abbiamo approntato riesce a rilevare alla perfezione quali telefonate sono poste in essere da spammer e scammer.

Qual è l’unico problema che, purtroppo, permane? Incredibile ma vero, allo stato attuale AVM sembra non fornire una chiamata SOAP specifica che permetta di rifiutare una chiamata in tempo reale. Abbiamo spulciato la documentazione, effettuato mille prove e provato alcuni workaround. Allo stato attuale, come confermato a questo indirizzo, non sembra esserci modo per disconnettere una chiamata in arrivo, quando si trova nello stato “RING”.

Una soluzione potrebbe essere quella di forzare una deviazione su un interno inesistente in modo tale impedire la prosecuzione degli squilli sulla numerazione gestita con il FRITZ!Box. Al momento, tuttavia, non sembra possibile farlo. Insomma, se avete idee potrebbe essere la sfida dell’estate, come scriviamo nel titolo. L’immagine in apertura è tratta da AVM.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: