sabato, Luglio 20, 2024

Il futuro della robotica: sex robot con IA integrata prodotti in Cina

**CINA: L’AZIENDA STARPERY TECHNOLOGY ALLA GUIDA DELLA PRODUZIONE DI SEX ROBOT DOTATI DI Intelligenza Artificiale**

L’Intelligenza Artificiale è una presenza sempre più costante nella nostra vita quotidiana e, già da tempo, si sta pensando di utilizzare questa Tecnologia in ambiti “piccanti”.

L’azienda cinese Starpery Technology, già impegnata da tempo nella produzione di sex doll, sembra voler muovere un passo decisivo in tal senso, proponendo sul mercato i primi sex robot dotati di IA incorporata.

Per Evan Lee, amministratore delegato dell’azienda, la riproduzione di interazioni umane verosimili è una sfida tecnica notevole. Per rendere l’esperienza realistica, infatti, sono necessari modelli creati da sviluppatori di Software specializzati.

**MATERIALI E STRUTTURA DEI NUOVI SEX ROBOT: UNA SFIDA TECNOLOGICA**

Al di là dell’aspetto software, i nuovi sex robot dovranno anche fare i conti con materiali e struttura.

A tal proposito si parla di sensori direttamente collegati al sistema IA, il che dovrebbe rendere le bambole in grado di rispondere agli input con gesti e parole. Tutto ciò, secondo Lee, dovrebbe migliorare notevolmente l’esperienza utente.

**IL MERCATO CINESE COME PRIORITÀ E I FUTURI SCENARI D’UTILIZZO PER I ROBOT DOTATI DI IA**

I primi prodotti di questo tipo, però, potrebbero non giungere subito in occidente. Secondo quanto sostenuto da Lee, infatti, il mercato cinese è enorme e rappresenta la priorità per la compagnia. Il timore dell’AD è legato alla diversità tra le culture, che potrebbe rendere più difficile l’accettazione dei sex robot.

Va detto che lo sviluppo di questa tecnologia potrebbe non riguardare solo l’ambito sessuale. Robot simili, infatti, potrebbero essere utilizzati per assistere disabili o prendersi cura degli anziani.

**SFIDE TECNICHE E LIMITI DELLA TECNOLOGIA ATTUALE: BATTERIE, GESTIONE DEI MUSCOLI ARTIFICIALI E PESO**

Detto ciò, le tempistiche non saranno di certo ristrette. I produttori, infatti, devono fare i conti con alcuni limiti difficili da aggirare con le tecnologie attuali. La capacità delle batterie e la gestione dei muscoli artificiali, per esempio, al momento sono ostacoli da non sottovalutare.

Anche la questione peso è un problema notevole: il limite attualmente sostenibile è di 40 chili. Già con esso, però, i robot devono far fronte a uno sforzo enorme per il motore interno, con rischi di Sicurezza per gli esseri umani che si trovano nelle immediate vicinanze.

**CONCLUSIONE**

Il futuro dei sex robot dotati di Intelligenza Artificiale pare in divenire. La Starpery Technology si impegna a portare avanti questo progetto innovativo, affrontando sfide tecnologiche complesse al fine di offrire un’esperienza utente sempre più realistica e coinvolgente.

Il mercato cinese rappresenta la priorità per l’azienda, ma il potenziale di utilizzo di questa tecnologia va ben oltre l’ambito sessuale, aprendo scenari interessanti per l’assistenza ai disabili e agli anziani.

Resta da vedere come evolverà questa tecnologia e come verrà accolta dalla società, ma una cosa è certa: il futuro fantascientifico delle relazioni uomo-macchina è sempre più vicino.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: