sabato, Marzo 2, 2024

Il Raspberry Pi 5 è finalmente arrivato

Nonostante i dubbi sul lancio del Raspberry Pi 5 quest’anno, l’ultima versione del microcomputer è arrivata con alcuni notevoli aggiornamenti ad un prezzo iniziale di 60 dollari. Non solo dovrebbe funzionare meglio del suo predecessore, ma è anche il primo Raspberry Pi dotato di silicio interno.

Ad alimentare il cervello del Raspberry Pi 5 c’è un processore Arm Cortex-A76 quad-core a 64 bit che funziona a 2,4 GHz, consentendo un incremento delle prestazioni da due a tre volte rispetto al Raspberry Pi 4 di quattro anni fa. il dispositivo è inoltre dotato di un chip grafico VideoCore VII da 800 MHz che, secondo la Raspberry Pi Foundation, offre un “aumento sostanziale” delle prestazioni grafiche.

Ho avuto modo di provare personalmente il dispositivo. Anche se non ho avuto il tempo di armeggiare con esso, ho scoperto che si avvia abbastanza rapidamente, caricando anche le pagine web velocemente rispetto al mio vecchio Raspberry Pi 3 Modello B+. Fa piuttosto caldo, ma fortunatamente il Raspberry Pi ha inviato un componente di raffreddamento attivo che ho potuto montare direttamente sulla scheda.

Inoltre, il Raspberry Pi 5 è dotato per la prima volta di un componente realizzato dalla Raspberry Pi Foundation: il Southbridge, noto anche come parte della scheda madre che lo aiuta a comunicare con le periferiche. Con il Southbridge RP1, la Raspberry Pi Foundation afferma che il microcomputer “offre un cambiamento radicale nelle prestazioni e nelle funzionalità delle periferiche”, consentendo velocità di trasferimento più elevate verso unità UAS esterne e altre periferiche.

Apre inoltre due ricetrasmettitori MIPI da 1,5 Gbps a quattro corsie che consentono di collegare fino a due fotocamere o display. C’è anche una nuova interfaccia PCI Express 2.0 a corsia singola per la prima volta, che offre supporto per “periferiche a larghezza di banda elevata”. Tuttavia, la Raspberry Pi Foundation rileva che avrai comunque bisogno di un adattatore separato, come un HAT M.2 (Hardware attached on top) per poterne trarne vantaggio.

In termini di porte, puoi aspettarti due uscite display HDMI 4Kp60 con supporto per HDR, uno slot microSD, due porte USB 3.0, due porte USB 2.0, Gigabit Ethernet e una connessione di alimentazione CC da 5 V tramite USB-C. Alcuni altri vantaggi includono il supporto per Bluetooth 5.0 e Bluetooth Low Energy (LE) e prestazioni massime della scheda SD che sono “raddoppiate” con la modalità ad alta velocità SDR104. Insieme, tutti questi aggiornamenti rendono Raspberry Pi 5 ancora più versatile, sia che tu lo utilizzi come PC desktop ultra-economico, server multimediale o persino sistema di Sicurezza fai-da-te.

Il Raspberry Pi 5 verrà fornito con un paio di diverse opzioni di RAM al momento del lancio, al costo di $ 60 per la versione da 4 GB e $ 80 per quella da 8 GB. Ciò lo rende leggermente più costoso del Raspberry Pi 4, che costa $ 55 per 4 GB di RAM e $ 75 per 8 GB. Il Raspberry Pi 5 sarà disponibile per l’acquisto entro la fine di ottobre.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: