sabato, Marzo 2, 2024

Il tram Carrelli entra nelle collezioni del Museo Nazionale Scienza e Tecnologia: un simbolo storico di Milano!

TRAM CARRELLI: UN SIMBOLO DI MILANO E DELL’ITALIA NEL MONDO

Attraversa la città da quasi un secolo e quello di oggi è forse il suo viaggio più importante. Il tram Carrelli, simbolo di Milano e dell’Italia nel mondo, entra a far parte delle collezioni del Museo Nazionale Scienza e Tecnologia.

Dal prossimo 25 gennaio sarà possibile visitare lo storico tram nel Padiglione Ferroviario del Museo, accanto ad altri simboli del trasporto urbano e interurbano come l’Omnibus a cavalli e il Gamba de Legn.

UN IMPORTANTE PROGETTO CHE CONSOLIDA LA COLLABORAZIONE TRA ATM E IL MUSEO NAZIONALE SCIENZA E TECNOLOGIA

Il tram Carrelli, amato dai milanesi e adorato dai turisti, infatti unisce il fascino della storia e la forza delle nuove tecnologie continuando a muovere Milano dal 1928.

In città sono 125 le Carrelli ancora in servizio sulle linee 1, 5, 10, 19 e 33, dopo essere state revisionate dai tecnici e falegnami di Atm. Nel mondo invece queste vetture senza tempo circolano a San Francisco in California e sono esposte al museo di Melbourne in Australia.

Recentemente il tram Carrelli è diventato un’Opera artistica di oltre duemila mattoncini Lego, esposta nel quartier generale della multinazionale, a Billund in Danimarca. Il tram Carrelli si conferma nuovamente simbolo intramontabile della mobilità urbana e della storia cittadina.

MUSEO NAZIONALE SCIENZA E TECNOLOGIA: LA SALA DEL CENACOLO RIAPRE DOPO UN IMPORTANTE RESTAURO

Da mercoledì 15 novembre, la Sala del Cenacolo del Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci ha riaperto al pubblico dopo un importante restauro. La sala è l’antico refettorio del complesso monumentale del monastero Olivetano di San Vittore del XVI secolo. Qui ha sede il Museo dal 1953, anno della sua inaugurazione. È stata costruita tra il 1709 e il 1712 in occasione dell’ampliamento del Monastero. Il lavoro effettuato sugli stucchi e sugli affreschi è ad opera di Pietro Gilardi e Giuseppe Antonio Castelli detto Il Castellino. Grazie a ciò, è stata restituita la bellezza originaria a una delle poche testimonianze rimaste a Milano di Barocchetto Lombardo in ambito religioso.

LEGGI ANCHE: TRAMLINK, AL VIA I TEST DEL FUTURO TRAM DI MILANO: TECNOLOGICO, ACCESSIBILE E BIDIREZIONALE

Con l’arrivo del tram Carrelli al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia e la riapertura della Sala del Cenacolo dopo il restauro, Milano si conferma come un punto di riferimento nella preservazione e valorizzazione del suo patrimonio storico e culturale legato al trasporto e all’arte. Il tram continua a rappresentare l’essenza della città, affascinando cittadini e turisti, e a integrarsi perfettamente con le nuove tecnologie e forme espressive. La sua presenza costituisce un ponte tra passato e presente, tra tradizione e innovazione, rendendolo un simbolo intramontabile di orgoglio urbano e nazionale.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: