mercoledì, Giugno 12, 2024

Il Tram Milano 1928 entra a far parte del Museo delle Scienza e delle Tecnologie

TRAM CARRELLI “MILANO 1928” ENTRA A FAR PARTE DEL MUSEO NAZIONALE Scienza E Tecnologia

Oggi, venerdì 26 gennaio, il tram Carrelli “Milano 1928“, un’icona della città per quasi un secolo, entra a far parte delle collezioni del Museo Nazionale Scienza e Tecnologia. Il tram, matricola numero 1565, sarà esposto nel Padiglione Ferroviario del Museo insieme ad altri mezzi simbolici di trasporto urbano e interurbano, come l’Omnibus a cavalli e il Gamba de Legn.

Arianna Censi, Assessora alla Mobilità del Comune di Milano, commenta: “Oggi festeggiamo il giusto riconoscimento ad un tram che ha fatto la storia della mobilità a Milano e che è stato nostro ambasciatore nel mondo. Il ‘Milano 1928’ riesce a coniugare la visione romantica dal passato della nostra città con l’innovazione necessaria per competere con i sistemi moderni.”

I “CARRELLI” DI MILANO

Il tram Milano 1928 fa parte della serie 1500, noti come “Carrelli“, e rappresentano l’ultimo atto della rivoluzione dei trasporti a Milano negli anni ’20. Questi tram possono trasportare fino a cento passeggeri senza carrozze aggiuntive, navigando agilmente attraverso le strette vie del centro e raggiungendo le nuove periferie.

Arrigo Giana, Amministratore Delegato di Atm, sottolinea: “Il tram Milano 1928 è un’icona di Milano nel mondo, una vettura storica che era già innovativa per l’epoca e che lo è ancora oggi grazie al lavoro delle persone di Atm che permettono ai tram Carrelli di circolare, dotati dei più moderni sistemi tecnologici.”

MOBILITÀ CHE EVOLVE

Il tram Carrelli, pur mantenendo l’aspetto d’epoca, ha adottato tecnologie moderne come computer di Edge e sistemi GPS, per la comunicazione in tempo reale con la Sala Operativa. Un esempio di come i mezzi di trasporto possono evolversi nel tempo senza compromettere il loro design originale.

Fiorenzo Marco Galli, Direttore Generale del Museo, commenta: “Oggi un simbolo della città entra nella storia del Museo e nell’impegno della nostra istituzione per la costruzione e per la condivisione di una memoria che, in pochi casi come per questo oggetto, è davvero collettiva.”

L’ESPERIENZA DEL TRAM CARRELLI “MILANO 1928” AL MUSEO DELLA SCIENZA

Il Curatore Trasporti del Museo, Marco Iezzi, sottolinea: “Il tram Carrelli è un vero simbolo di una città che ama la sua storia. Da oggi ad accoglierci nel padiglione ferroviario ci sarà proprio il tram di Milano sui cui potremo salire per scoprire come è cambiato nei tanti anni di servizio e come la città intorno a lui si sia trasformata.”

L’esposizione del tram Carrelli farà parte del percorso di visita del Museo, accessibile con il biglietto d’ingresso. Inoltre, saranno disponibili visite guidate speciali per approfondire la storia e l’importanza di questo tram nella mobilità di Milano. Un’esperienza in Realtà Virtuale, denominata “Tram Driver Experience VR“, consentirà ai visitatori di provare l’emozione di condurre un tram attraverso una simulazione realistica.

Trovate maggiori informazioni sul sito del Museo.

Concludendo, l’arrivo del tram Carrelli “Milano 1928” al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia rappresenta un momento significativo nella storia della mobilità milanese. La preservazione di questo iconico Tram e la sua esposizione al pubblico offrono un’opportunità unica per i cittadini e i visitatori di immergersi nella storia e nell’evoluzione dei trasporti, rendendo omaggio a un simbolo iconico della città.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: