giovedì, Ottobre 6, 2022
HomeNotizieIn che modo le stazioni sciistiche producono neve finta?

In che modo le stazioni sciistiche producono neve finta?

Sono lontani i giorni in cui gli appassionati di sci e snowboard dovevano aspettare tutto l’anno per il profondo inverno e pregare gli dei per la forte nevicata per prendere parte ai loro sport invernali preferiti.

Al giorno d’oggi, la neve nelle località invernali è praticamente garantita e queste località possono rimanere aperte molto più a lungo rispetto ai normali mesi invernali grazie alla capacità di creare neve finta.

Mentre questo ovviamente entusiasma sia gli amanti degli sport invernali che i proprietari di resort, gli attivisti ambientali hanno preoccupazioni etiche.

Come viene prodotta la neve finta?

La neve artificiale o tecnica è più comunemente prodotta utilizzando cannoni a elica da neve alimentati con acqua ed elettricità per sparare la neve dappertutto nell’aria e nel terreno. Queste macchine imitano il modo naturale in cui si forma la neve; semplicemente, piccole goccioline d’acqua si congelano producendo così cristalli di neve.

Altre macchine per la produzione di neve finta sono le lance da neve, che soffiano acqua nebulizzata insieme all’aria compressa che crea polvere di neve, e le nuvole artificiali, una tecnologia nuova e altamente avanzata che include una camera a nebbia in grado di mescolare gocce d’acqua e granelli di ghiaccio che alla fine si trasformano nella neve.

La neve finta è etica?

L’enorme quantità di elettricità e acqua necessaria per produrre neve finta è, comprensibilmente, preoccupante 一 ancora di più in questa era di cambiamento climatico e siccità. Prendi solo un resort come esempio: Deer Valley nello Utah. Per ricoprire 725 acri di terreno con neve artificiale con un sistema che include 250 cannoni da neve , 40 miglia di tubazioni e 1.150 idranti in funzione 24 ore al giorno da ottobre a gennaio (o ogni volta che fa abbastanza freddo), ne usano circa 240 milioni di galloni d’acqua — a stagione.

Tuttavia, molti resort, come Alta nello Utah, stanno adottando misure per utilizzare l’energia rinnovabile con pannelli solari, sistemi micro-idro e centrali elettriche a gas naturale. Alcune località hanno persino i propri bacini idrici per raccogliere il deflusso primaverile per riciclarlo per gli inverni successivi, anche se, al contrario, uno studio triennale del 2018 pubblicato dal WSL Institute for Snow and Avalanche Research ha dimostrato che l’evaporazione può causare una sublimazione dell’acqua fino al 40% , quindi questo potrebbe non essere del tutto vero. L’acqua sarà comunque consumata. Molto.

Tra i lati positivi, la garanzia della neve 一 seppur finta 一 porta le persone in movimento e attive, fornendo benefici culturali e sanitari. Questi sono aspetti importanti soprattutto nei tempi in cui viviamo. Inoltre, l’industria degli sport invernali aggiunge 20 miliardi di dollari all’economia statunitense ogni anno, il che non è qualcosa a cui essere contrariato.

 

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial