domenica, Giugno 16, 2024

IRL chiude: il 95% degli utenti si è rivelato essere un bot

In una straordinaria serie di eventi, IRL, l’App social un tempo promettente che riuniva le persone per chattare e pianificare eventi del mondo reale, ha annunciato la sua imminente chiusura. La società, fondata nel 2017 da Abraham Shafi, ha guadagnato una popolarità diffusa e ha raccolto l’incredibile cifra di $ 200 milioni di finanziamenti, raggiungendo lo status di unicorno con una valutazione di $ 1,17 miliardi nel 2021. Tuttavia, un’indagine ha recentemente rivelato che uno sbalorditivo 95% degli utenti IRL non lo era persone reali ma piuttosto robot automatizzati che portano all’imminente arresto.

Tuttavia, nel giugno 2023, IRL ha annunciato che sarebbe stato chiuso dopo che un’indagine ha concluso che il 95% dei suoi utenti era “automatizzato o proveniente da bot”. L’indagine è stata avviata dopo che l’amministratore delegato della società, Abraham Shafi, è stato sospeso per presunta cattiva condotta.

L’uso dei bot per aumentare il numero degli utenti non è una novità. Nel 2014, è stato rivelato che Twitter aveva aumentato il numero di utenti fino a 5,5 milioni.

I bot possono essere utilizzati per una varietà di scopi, tra cui:

  • Gonfiare i numeri degli utenti: Questo può far sembrare un’azienda di social media più di successo di quanto non sia in realtà.
  • Diffondere disinformazione: I bot possono essere utilizzati per diffondere false informazioni o propaganda.
  • Vendere pubblicità: i bot possono essere utilizzati per generare clic sugli annunci, che possono far guadagnare di più a un’azienda di social media.

La chiusura di IRL è una grave battuta d’arresto per l’industria dei social media. È l’ultimo di una serie di fallimenti di alto profilo delle app social, dopo le chiusure di Vine, Peach e Rooms. Solleva anche interrogativi sull’accuratezza dei numeri degli utenti riportati dalle società di social media.

Ecco alcuni dettagli aggiuntivi sulla chiusura di IRL:

  • L’indagine sui numeri degli utenti di IRL è stata condotta dal consiglio di amministrazione dell’azienda.
  • L’indagine ha rilevato che la stragrande maggioranza degli utenti di IRL erano bot creati dalla società stessa.
  • I robot sono stati utilizzati per gonfiare i numeri degli utenti di IRL e far sembrare l’azienda più di successo di quanto non fosse in realtà.
  • La chiusura di IRL comporterà la perdita di 50 posti di lavoro.

L’arresto di IRL dopo che il 95% dei suoi utenti è stato rivelato come bot automatizzati che portano all’arresto serve a ricordare duramente che le piattaforme di social media devono dare priorità all’integrità, all’accuratezza e alla fiducia degli utenti. Solo affrontando frontalmente queste preoccupazioni l’industria può sperare di riconquistare la fiducia del pubblico e creare un’esperienza online più affidabile e autentica per tutti.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: