HomeMissioni SpazialiLa Cina ha quasi completato la sua stazione spaziale Tiangong

La Cina ha quasi completato la sua stazione spaziale Tiangong

La Cina è sulla buona strada per completare la costruzione della sua stazione spaziale entro la fine dell’anno, secondo i media statali cinesi.

Domenica, le autorità cinesi hanno dichiarato che stavano preparando un veicolo spaziale che trasporterà un nuovo lotto di tre astronauti a Tiangong, secondo il China Manned Space Engineering Office (CMSE). Il lancio dovrebbe avvenire nei prossimi giorni.

Successivamente, la Cina prevede di inviare due moduli di laboratorio alla stazione spaziale a luglio e ottobre, ha riferito domenica la CGTN di proprietà statale, citando le informazioni fornite dal CMSE.

Questi moduli e gli astronauti sono gli ultimi passi nella costruzione di Tiangong, hanno affermato i funzionari del CMSE in una conferenza stampa ad aprile.

“Dopo aver completato la costruzione della stazione spaziale in orbita alla fine di quest’anno, inizieremo a sviluppare casi d’uso e applicazioni per la stazione che durerà nei prossimi dieci anni”, ha affermato Hao Chun, direttore generale dell’agenzia, secondo a una trascrizione della conferenza stampa.

Una rivalità spaziale in fermento

È probabile che il completamento di Tiangong, o “Palazzo Celeste” come viene chiamato in cinese, intensifichi una rivalità spaziale con Pechino e Mosca da una parte e Washington dall’altra.

La Stazione Spaziale Internazionale (ISS) è l’unica stazione spaziale attualmente pienamente operativa ed è nata dal lavoro Stati Uniti, Russia, Giappone, Europa e Canada.

La Cina è stata effettivamente esclusa dalla ISS dopo che il Congresso ha approvato una legge nel 2011 che vietava alla NASA di collaborare in alcun modo con la Cina.

Quando Tiangong diventerà operativo, si prevede che la Cina sarà l’unico Paese a gestire una propria stazione spaziale.

Tuttavia, la Russia potrebbe cercare di staccarsi dalla ISS e prendere parte alla Tiangong cinese. Con le sanzioni legate alla guerra in Ucraina che colpiscono l’economia russa, Mosca sta rendendo più difficile per gli astronauti americani collaborare con le loro controparti russe sulla ISS. “Alcune difficoltà amministrative” stanno diventando più evidenti man mano che gli astronauti di entrambe le parti si allenano insieme, ha detto a SpaceNews Susan Helms, un’ex astronauta della NASA che siede in un panel di consulenza alla NASA .

Al contrario, Russia e Cina hanno cercato di cooperare su iniziative spaziali. I funzionari del CMSE hanno dichiarato in una conferenza stampa di ottobre che la Cina non vedeva l’ora di lavorare con la Russia e alcune altre agenzie spaziali su Tiangong. Il CMSE non ha menzionato gli Stati Uniti come potenziale partner.

Secondo un articolo di dicembre del media statale cinese Global Times , i funzionari di Mosca hanno anche propagandato il potenziale dei legami tra Cina e Russia nell’esplorazione spaziale, rispondendo a quelli che considerano i tentativi degli Stati Uniti di progetti “NATO nello spazio” .

Nel frattempo, un’iniziativa concorrente degli Stati Uniti per stimolare la cooperazione globale sull’esplorazione spaziale continua a prendere piede. Il 10 maggio, la Colombia è diventata il 19° paese a firmare gli Accordi di Artemis, un’iniziativa guidata da Washington che propone una struttura di governance per l’esplorazione spaziale, secondo la NASA.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial