mercoledì, Aprile 17, 2024

La lista di DC per il suo nuovo universo cinematografico: bizzarra, ma promettente

Una serie animata di mostri. Nuovi film di Superman e Batman. Uno spin-off di Wonder Woman.

Questi sono alcuni dei progetti che i co-CEO di DC Studios James Gunn e Peter Safran hanno annunciato martedì come parte della prima ondata di contenuti per il loro nuovo universo DC connesso.

La lista, intitolata “Capitolo 1: Dei e mostri”, è, per dirla chiaramente, bizzarra e anche un po’ rischiosa.

Presenta un mix di personaggi famosi, come Superman e Batman, così come quelli che solo gli irriducibili lettori di fumetti possono riconoscere, come il team di antieroi The Authority, il famoso supereroe Booster Gold e Swamp Thing, che ha recentemente recitato in una serie TV di una stagione e ora avrà il suo film horror.

Safran ha detto a un piccolo gruppo di giornalisti che uno degli obiettivi della lista è “costruire quelle proprietà meno conosciute nelle proprietà dei diamanti di domani”.

In questo modo, il capitolo 1 è simile al Marvel Cinematic Universe, che ha creato nomi familiari di personaggi precedentemente di serie B e C, come i Guardiani della Galassia e Ant-Man. Ma l’MCU non è stato lanciato con quei personaggi fuori dal cancello.

E Gunn ha sottolineato che il nuovo universo DC non è “Marvel 2.0”. Semmai, è ancora un po’ del vecchio DC Extended Universe.

Non tutto dal vecchio DCEU viene demolito

Dopo che WarnerMedia e Discovery si sono fuse l’anno scorso per formare Warner Bros. Discovery, una delle prime priorità della nuova società era quella di portare i film DC sulla strada giusta dopo un tentativo in gran parte fallito di creare un universo cinematografico. Quel vecchio “DCEU” includeva flop critici e finanziari come “Batman v Superman: Dawn of Justice” e “Justice League” del regista Zack Snyder.

Gunn e Safran, che sono stati incaricati dei DC Studios a ottobre, hanno demolito gran parte di quell’universo. Il Superman di Henry Cavill, ad esempio, viene sostituito da una versione più giovane del personaggio che apparirà in “Superman: Legacy”, che è stato scritto da Gunn e che uscirà nei cinema nel 2025.

Ma alcuni aspetti del vecchio DCEU rimarranno intatti. Gunn e Safran hanno annunciato “Waller”, uno spin-off televisivo di “Suicide Squad” e “Peacemaker” con Viola Davis che riprende il ruolo di Amanda Waller. E la serie TV “Paradise Lost”, ambientata sull’isola di Themyscira, sarà un prequel dei film di “Wonder Woman”, dopo che un terzo film è stato demolito .

Inoltre, quest’anno usciranno quattro film DC che hanno avuto il via libera prima che Gunn e Safran salissero a bordo, tra cui “The Flash”, con il controverso attore Ezra Miller.

Nessuno di quei personaggi – che includono anche Shazam, Aquaman e Blue Beetle – è stato menzionato nei piani del capitolo 1 di Gunn e Safran, sebbene abbiano riconosciuto che gli attori potrebbero essere inclusi in progetti futuri.

Questo per non parlare di personaggi come Batman di Robert Pattinson, che vivranno sotto lo stendardo DC Elseworlds, che include progetti che esistono al di fuori dell’universo che Gunn e Safran stanno costruendo. Anche il sequel di “Joker” rientrerà sotto questa etichetta.

fumetto batman e pettirosso

È strano e un po’ confuso, ma il nuovo piano è promettente

Ma una volta superata la confusione iniziale delle molteplici fasi e universi, è chiaro che Gunn e Safran hanno un piano e che c’è una promessa.

Se Gunn e Safran volevano mantenere qualche aspetto del vecchio universo cinematografico DC, hanno scelto quelli giusti. Il film di Gunn del 2021 “The Suicide Squad” e la serie HBO Max dell’anno scorso “Peacemaker” sono stati elogiati dalla critica e migliorati rispetto al film originale del 2016 “Suicide Squad”. E il primo “Wonder Woman” è ancora il più recensito del DCEU e ha guadagnato oltre $ 800 milioni al botteghino globale.

Sembrano anche prendere ispirazione da storie a fumetti molto apprezzate. Ad esempio, “Batman and Son” dello scrittore Grant Morrison e dell’artista Andy Kubert sarà il modello per il film “The Brave and the Bold”, che introdurrà un nuovo Batman.

Gunn ha anche promesso che i progetti avrebbero “l’espressione individuale degli scrittori e del regista che stanno realizzando quei progetti”.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: