HomeCriptovaluteLa SEC afferma che le piattaforme di criptovalute devono collaborare con i...

La SEC afferma che le piattaforme di criptovalute devono collaborare con i regolatori per sopravvivere

Contrariamente a una credenza popolare, la finanza decentralizzata (DeFi) “non è proprio un nuovo concetto” e anche un termine improprio, poiché le piattaforme DeFi hanno “una discreta quantità di centralizzazione” che include meccanismi di governance, modelli di commissioni e sistemi di incentivi, secondo Gary Gensler, presidente della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti .

“È un termine improprio dire che sono solo software che pubblicano sul web”, ha detto Gensler al Financial Times. Tuttavia, ha aggiunto che queste piattaforme “non sono centralizzate come la Borsa di New York ” e “è una specie di cosa interessante che sta nel mezzo”.

Le ultime osservazioni seguono i rapporti secondo cui Gensler non sarà una “cheerleader” per le criptovalute e che, dopo che la SEC ha inasprito le normative sugli scambi di criptovalute, ha intenzione di rivolgere la sua attenzione al controllo del mondo della finanza decentralizzata.

Nell’intervista, Gensler ha affermato di rimanere “neutrale dalla tecnologia”, ma le criptovalute non sono diverse da tutte le altre per quanto riguarda la protezione degli investitori, la salvaguardia contro le attività illecite e la conservazione della stabilità finanziaria.

“Con un valore di circa 2 trilioni di dollari in tutto il mondo, è al livello e alla natura che se avrà qualche rilevanza tra cinque e dieci anni, sarà all’interno di un quadro di politica pubblica”, secondo Gensler. “La storia ti dice solo che non dura a lungo fuori. La finanza è questione di fiducia, in definitiva”.

Gensler ha affermato che la sua attenzione alle piattaforme di trading di criptovalute deriva dal fatto che ospitano almeno il 95% delle attività in questo “asset altamente speculativo”, ma offrono una protezione “davvero scarsa” agli investitori.

Ha aggiunto che i regolatori sono in grado di esercitare l’autorità sulle piattaforme che ha descritto come presumibilmente decentralizzate. Tuttavia, il presidente ha anche ammesso che ciò ha rappresentato una sfida per i regolatori, poiché tali piattaforme operano senza broker tradizionali a cui le normative potrebbero essere facilmente applicate.

Nel frattempo, Ryan Selkis, CEO della società di intelligence cripto con sede negli Stati Uniti Messari , ha criticato la posizione di Gensler, prendendo una battuta sul passato impiego del regolatore come banchiere di investimenti con Goldman Sachs .

“Goldman Gary avrebbe schiacciato l’ ETH nel 2016 come garanzia. L’economia cripto statunitense letteralmente non esisterebbe se fosse stato al comando”, ha detto Selkis .

Secondo lui, “l’approccio della SEC è anti-crescita, anti-vendita al dettaglio (che andrebbe peggio nella correzione di Gensler), anti-innovazione e fa l’assunto INSANE che avrebbe senso *aspettare il permesso del governo.*”

Nel frattempo, il presidente della SEC dovrebbe testimoniare oggi davanti alla commissione per i problemi economici e monetari del Parlamento europeo, discutendo della cooperazione transatlantica nel campo dei servizi finanziari.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial